L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
La sigla di Dawson’s Creek che tutti ricordiamo non c’è più, ma nessuno se n’è mai accorto

La sigla di Dawson’s Creek che tutti ricordiamo non c’è più, ma nessuno se n’è mai accorto

Di Marco Triolo

Dawson’s Creek, la serie teen che da fine anni ’90 ha incantato milioni di spettatori e lanciato le carriere di Michelle Williams, Joshua Jackson, Katie Holmes e James Van D– le carriere di Michelle Williams, Joshua Jackson e Katie Holmes, dicevamo, è disponibile nella sua interezza su Amazon Prime Video. In USA, invece, è di poco fa l’annuncio che verrà caricata dal primo novembre su Netflix. Improvvisamente, come se nessuno se ne fosse mai accorto – e in effetti è un po’ così – è saltato fuori un dettaglio che lascerà di stucco quanti ancora non avevano rivisto la serie e stavano progettando di farlo. La sigla è cambiata.

Esatto: I Don’t Want to Wait di Paula Cole, meglio nota come “Anouonauei”, è stata rimpiazzata con un altro brano di apertura. Si tratta di Run Like Mad di Jann Arden. E non è che sia successo esattamente ieri.

Un problema di diritti

Alla base del rimpiazzo c’è un problema di diritti, che va avanti da un po’. Il brano di Jann Arden era stato già utilizzato come sigla iniziale della prima stagione di Dawson’s Creek nei mercati internazionali, per poi essere sostituito da I Don’t Want to Wait dalla stagione 2. Per questioni legate ai diritti per l’home video e lo streaming, buona parte dei brani inseriti negli episodi sono stati sostituiti nelle edizioni DVD. Dalla terza stagione in poi anche la sigla è cambiata, sostituita appunto da Run Like Mad. Questo non è avvenuto nella traccia italiana dei DVD.

Va da sé che anche in streaming è successa la stessa cosa. Quando la serie è approdata per la prima volta su Netflix nel 2012, Run Like Mad è stato utilizzato come sigla iniziale.

Dawson’s Creek e Jann Arden

Il rapporto tra Dawson’s Creek e Jann Arden va oltre questa canzone. La cantautrice canadese ha contribuito con diversi brani alla colonna sonora della serie. Run Like Mad era inoltre uno dei brani in lizza come sigla quando la serie fu confermata dalla rete The WB. Inizialmente, i produttori avrebbero voluto il brano Hand in My Pocket di Alanis Morissette, usato nel pilot, ma la cantautrice si era poi rifiutata di cederlo.

Fonte: CBR.com

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Mortal Kombat: una nuova clip mostra lo scontro tra Scorpion e Sub-Zero 17 Aprile 2021 - 11:00

È disponibile una nuova clip di Mortal Kombat e mostra lo scontro tra Sub-Zero (Joe Taslim) e Scorpion (Hiroyuki Sanada).

La telefonata su… Il mondo di Yor di Antonio Margheriti 17 Aprile 2021 - 10:00

Filippo e Marco della nostra redazione proseguono il loro viaggio alla (ri)scoperta dei film brutti (o presunti tali). Oggi è il turno de Il mondo di Yor, pellicola del 1983 diretta da Antonio Margheriti con lo pseudonimo di Anthony M. Dawson.

Arriva Sky Cinema Oscar, un canale dedicato ai film premiati con l’ambita statuetta 17 Aprile 2021 - 9:00

Manca poco più di una settimana alla Notte degli Oscar. Per l’occasione, a partire da oggi sabato 17 aprile, arriva Sky Cinema Oscar.

Il film di Gundam: la seconda (ma in realtà terza, e pure quarta) sortita live action del Mobile Suit Bianco 15 Aprile 2021 - 17:00

Storia breve di come un anime flop è diventato uno dei simboli pop più celebri del Giappone e un'industria pazzesca. E delle paure che un film hollywoodiano ora si porta dietro.

MCU: chi sono e da dove vengono Ayo e le altre Dora Milaje di Wakanda 14 Aprile 2021 - 9:27

Le origini nei fumetti Marvel (e la storia VERA) delle Dora Milaje di Black Panther, riapparse ora in The Falcon and the Winter Soldier.

LOL – Chi ride è fuori, i comici italiani e la TV giapponese 9 Aprile 2021 - 14:37

Si è concluso ieri su Amazon Prime Video LOL, chi ride è fuori, game show a puntate che ha suscitato polemiche e discussioni su cosa fa ridere e cosa no.