L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Buio in sala: le foto di Paolo Tangari dalle sale chiuse durante il lockdown

Buio in sala: le foto di Paolo Tangari dalle sale chiuse durante il lockdown

Di Lorenzo Pedrazzi

Circa sette mesi fa, all’inizio del lockdown, abbiamo riflettuto su come le istanze del reale modellino il cinema, cercando di immaginare l’impatto dell’emergenza Covid-19 sui film del prossimo futuro. Il punto, però, è che la vita quotidiana influenza il cinema anche come luogo, non solo come medium: le festività, i riti e persino il meteo sortiscono un effetto sulle sale cinematografiche, abituate a svuotarsi o riempirsi a seconda di ciò che accade nel mondo là fuori.

La pandemia ha colpito ogni ambiente lavorativo, lo sappiamo, ma le sale cinematografiche – settore già in crisi – sono il ventre molle in cui la lama è affondata più facilmente, mettendo in luce le difficoltà di un “sistema” che fatica a sopravvivere. In crisi è l’abitudine stessa della fruizione in sala, eppure la sua ritualità e le sue caratteristiche distintive sono indispensabili per il cinema: l’architettura dello spazio consente un’immersione totale nell’opera, il buio ci avvolge in un abbraccio, il grande schermo ci proietta nella finzione; il corpo e la sua sensorialità tattile passano addirittura in secondo piano, quando l’attenzione è così intensamente focalizzata sul film. Inoltre, la fruizione in sala ha il vantaggio di essere condivisa, e il trasporto che se ne ricava è molto più appassionato.

Consapevole di tutto questo, il fotografo Paolo Tangari ha pensato di esplorare le sale cinematografiche durante il lockdown, per assistere in prima persona a quel violento impatto di cui si parlava all’inizio. «Volevo vedere le sale vuote da troppo tempo, le biglietterie chiuse, i proiettori fermi» ha dichiarato Tangari nel suo post su Facebook. «Stare dentro la fabbrica dei sogni mentre nessuno può venire a sognare». Purtroppo, però, il progetto è rimasto fermo al “numero 0”, come spiega lui stesso:

Ma per una serie di motivi il progetto non è decollato, molti gestori non hanno voluto partecipare. Alcuni non volevano rischiare un contatto, altri non volevano esporsi, altri ancora semplicemente non volevano avere un fotografo tra le scatole mentre decidevano cosa fare del loro futuro. Giustamente, direi.
Quindi ho avuto l’occasione di fare solo un “numero 0”, il primo e ultimo di una serie di soggetti di un progetto mai nato; come tutti i fotografi, ho armadi pieni di progetti “mai nati”.

Possiamo quindi vedere solo le prime fotografie, già molto suggestive ed emblematiche, nel suo album.

Le foto

Naturalmente la fine del lockdown non ha risolto la crisi, che prosegue tuttora. Con l’esclusione di Tenet, tutte le grandi uscite sono state rinviate al 2021, e molte sale rischiano la chiusura. La speranza è che il progetto di Paolo Tangari non abbia mai un buon motivo di continuare, e che i cinema non debbano più sopportare quel silenzio terrificante.

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Flashback: il trailer del thriller psichedelico con Dylan O’Brien 19 Aprile 2021 - 14:30

Un uomo in una una spaventosa odissea mentale per scoprire la verità su una compagna di scuola scomparsa

Morta Alma Wahlberg, madre di Mark e Donnie Wahlberg 19 Aprile 2021 - 13:45

Negli ultimi anni era diventata lei stessa una celebrità grazie alla serie reality Wahlburgers

After Life – Ricky Gervais annuncia l’inizio delle riprese della terza stagione 19 Aprile 2021 - 13:00

Ricky Gervais ha pubblicato una foto dal set di After Life per annunciare l'inizio delle riprese della terza stagione, che ovviamente arriverà su Netflix.

Spider-Man: No Way Home, come fa a tornare il Dottor Octopus di Molina? (Non era morto?) 19 Aprile 2021 - 11:07

Laddove "morto", nei fumetti (e ora per estensione nei film) di super-eroi non vuol dire in effetti nulla di serio.

Il film di Gundam: la seconda (ma in realtà terza, e pure quarta) sortita live action del Mobile Suit Bianco 15 Aprile 2021 - 17:00

Storia breve di come un anime flop è diventato uno dei simboli pop più celebri del Giappone e un'industria pazzesca. E delle paure che un film hollywoodiano ora si porta dietro.

MCU: chi sono e da dove vengono Ayo e le altre Dora Milaje di Wakanda 14 Aprile 2021 - 9:27

Le origini nei fumetti Marvel (e la storia VERA) delle Dora Milaje di Black Panther, riapparse ora in The Falcon and the Winter Soldier.