L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
La Berlinale conferma: Alfred Bauer collaborò con i nazisti

La Berlinale conferma: Alfred Bauer collaborò con i nazisti

Di Marco Triolo

La Berlinale aveva già rinominato il premio Alfred Bauer, che, dall’edizione 2021, si chiamerà “Orso d’Argento Premio della Giuria”. Il motivo si sapeva: c’erano sospetti fondati che Bauer, storico direttore che aveva guidato il Festival di Berlino dalla prima edizione del 1951 al 1976, avesse ricoperto posizioni di rilievo al servizio del ministro della propaganda del Terzo Reich Joseph Goebbels.

Lo scandalo, fatto esplodere dal quotidiano Die Zeit, aveva spinto il festival ad aprire un’indagine su Bauer. Dell’inchiesta si è occupato l’Institut für Zeitgeschichte München – Berlin, l’Istituto di storia contemporanea di Monaco fondato nel 1949 allo scopo di fare ricerca accademica sugli anni della dittatura nazista. Lo scorso agosto, quando la Berlinale aveva annunciato i nuovi premi della prossima edizione, tra cui i premi unificati degli attori, era stato detto che i risultati dell’indagine sarebbero stati comunicati a breve.

Ed eccoli qua: è confermato che Alfred Bauer ebbe un ruolo decisivo nel mondo del cinema nazista e, dopo la guerra, tentò di nascondere il suo vero rapporto con il regime. Mariette Rissenbeek, co-direttrice del festival, ha così commentato:

Le rivelazioni sulle responsabilità di Bauer nella sovrintendenza cinematografica del Reich e il suo comportamento nel periodo di denazificazione sono sconvolgenti.

Alfred Bauer mentì sul suo coinvolgimento con il regime

In un comunicato, la Berlinale ha detto che Bauer “con la sua funzione ha contribuito alla stabilità e alla legittimazione” del regime. Lo storico Tobias Hof, dell’Istituto di storia contemporanea di Monaco, ha detto che tra il 1942 e il 1945 Bauer fu figura di spicco nella sovrintendenza creata da Goebbels, centrale nella guida della produzione cinematografica del Reich. Già a partire dal 1933, però, il giurista Bauer aveva tentato di associarsi alle organizzazioni naziste, entrando nel partito nel 1937. Dopo la guerra, Bauer si costruì una falsa immagine da oppositore del regime, rilasciando dichiarazioni false e mezze verità.

Rivelazioni che gettano un’ombra fitta su una figura molto importante per la Berlinale, ma da cui ora il festival non potrà che prendere definitivamente le distanze.

Fonte: Ansa


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Fascinating Rhythm: Martin Scorsese produrrà il film su George Gershwin 22 Aprile 2021 - 21:30

Il progetto è stato affidato al regista di Sing Street, John Carney, e non dovrebbe essere un biopic canonico

Haunted Mansion: il film ispirato all’attrazione di Disneyland trova il suo regista 22 Aprile 2021 - 20:45

Il creatore di Dear White People Justin Simien dirigerà il film per Disney

Oscar 2021: ecco come David Rockwell trasformerà la Union Station di Los Angeles 22 Aprile 2021 - 19:45

All’architetto vincitore del Tony Award David Rockwell è stato affidato il compito di trasformare la storica Union Station per la Notte degli Oscar 2021.

Chi è M.O.D.O.K. e da dove salta fuori con quel suo capoccione 22 Aprile 2021 - 16:22

Le origini di M.O.D.O.K., uno dei più bizzarri villain di tutta la storia Marvel.

Guerre fra Galassie (FantaDoc) 21 Aprile 2021 - 16:49

La storia dello Star Wars televisivo giapponese (ma con molti più calci volanti).

Chi è Shang-Chi, il Bruce Lee del Marvel Universe 20 Aprile 2021 - 9:22

Storia di Shang-Chi, un eroe Marvel figlio di Bruce Lee, della TV... e della DC Comics. Eh?