L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Star Trek: Noah Hawley paragona il suo film a Fargo

Star Trek: Noah Hawley paragona il suo film a Fargo

Di Marco Triolo

Attualmente non sappiamo quale sarà il destino del film di Star Trek che il creatore di Fargo e Legion Noah Hawley avrebbe dovuto dirigere. La produzione è stata messa in pausa dalla nuova presidente di Paramount, Emma Watts, che sta rivalutando questo e gli altri progetti legati a Star Trek. Ovvero il film ideato da Quentin Tarantino e l’eventuale quarto episodio della “Kelvin Timeline”, la saga con Chris Pine e Zachary Quinto. A quanto pare, il problema era legato al tema del film, incentrato su una pandemia che spazza via molte forme di vita nella galassia. Una trama ritenuta un po’ troppo vicina agli eventi che stiamo vivendo attualmente. La lavorazione è stata fermata quando era già piuttosto avanzata: la sceneggiatura era stata ultimata e Hawley aveva iniziato a ingaggiare i designer per la parte visiva del film.

Già in passato Hawley aveva lasciato intendere che il suo film sarebbe stato slegato dalla Kelvin Timeline e avrebbe invece introdotto un nuovo cast. Ora, parlando con Variety, il regista lo ha confermato… con una riserva.

ATTENZIONE: SPOILER DALLA PRIMA STAGIONE DI FARGO

Hawley ha paragonato il film a quanto fatto nella prima stagione di Fargo, dove il ritrovamento della valigetta del film svela che la serie si svolge nello stesso universo narrativo:

Non faremo Kirk e non faremo Picard. È un nuovo inizio che ci permette di fare ciò che abbiamo fatto con Fargo, dove nelle prime tre puntate ti convinci che non abbia assolutamente a che fare con il film, e poi scopri i soldi. In questo modo si premia il pubblico con qualcosa che ama.

Dunque stiamo parlando di un film a se stante ma ben inserito nel mondo creato da Gene Roddenberry. Fatto che non stupisce, nel senso che ogni singolo prodotto uscito con il marchio Star Trek è sempre stato ambientato in una o nell’altra continuity. Ma se Hawley cita la valigetta, vuol dire che il legame sarebbe stato un po’ più stretto con una qualunque delle precedenti iterazioni della saga.

Noah Hawley è ottimista sul film

Hawley comunque sembra ottimista sul futuro del suo film, che definisce “ancora vivo, solo in stasi”. Speriamo in bene, perché tra i vari progetti sembra quello più promettente (con buona pace di quello di Tarantino, che l’autore ha già abbandonato).

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

LEGGI ANCHE

Jurassic World: Il dominio – Un’attesa reunion e il Giganotosaurus nelle prime clip 25 Maggio 2022 - 9:00

Le prime due clip di Jurassic World: Il dominio mostrano la reunion tra Alan Grant ed Ellie Sattler, e l'arrivo del Giganotosaurus.

Rai Cinema sbarca nel “Metaverso” con Diabolik 24 Maggio 2022 - 22:30

Rai Cinema sbarca nel Metaverso insieme a Diabolik, proseguendo nella direzione di ricerca e sperimentazione iniziata nel 2019 con il lancio di una App VR tutta italiana.

Garfield: anche Samuel L. Jackson nel cast vocale con Chris Pratt 24 Maggio 2022 - 21:00

L'attore darà voce a un personaggio originale nel film d'animazione incentrato sul gatto creato da Jim Davis

Cip e Ciop Agenti Speciali: i 30 cameo ed easter egg più fuori di testa 24 Maggio 2022 - 16:01

Un film d'animazione Disney in cui c'è DI TUTTO? Pronto!

Thor: Love and Thunder, il nuovo trailer spiegato a mia nonna 24 Maggio 2022 - 8:04

Gorr il Macellatore di Dei

Love, Death & Robots, stagione 3: la recensione (senza spoiler) 21 Maggio 2022 - 9:28

Un terzo giro decisamente più riuscito del secondo: robot, ancora una volta, pochi, morte tanta, amore quel che basta.