L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Seven: 20 Curiosità sul film per i suoi 25 anni

Seven: 20 Curiosità sul film per i suoi 25 anni

Di Andrea Suatoni

Il 22 Settembre del 1995 faceva il suo esordio nelle sale Seven, pellicola ormai cult diretta da David Fincher che vede protagonisti Brad Pitt e Morgan Freeman a caccia di un pericoloso serial killer (interpretato da Kevin Spacey) che sceglie le sue vittime sulla base dei vizi capitali descritti nella Bibbia.
In occasione dei 25 anni della pellicola, ecco una serie di interessanti curiosità sui dietro le quinte di Seven!

1 – Dopo le delusioni del suo primo film, Alien 3 (per il quale fu licenziato 3 volte a seguito di litigi con la produzione, non interessata alla sua visione del film quanto ai profitti), David Fincher si era convinto di voler lasciare il mondo del cinema. Tornò sulla sua decisione dopo quasi 2 anni grazie allo script di Seven.

2 – Quando il regista David Fincher incontrò per la prima volta Brad Pitt e Kevin Spacey dopo il casting, disse loro: “Questo non sarà il film per il quale vi ricorderanno. Ma potrebbe essere il film che sarete più orgogliosi di aver girato“.

3Gwyneth Paltrow, che interpreta la moglie di Mills (il personaggio interpretato da Brad Pitt), non intendeva accettare il ruolo: David Fincher chiese a Brad Pitt di convincerla e l’attore riuscì a farle cambiare idea. Il loro legame sul set fu talmente forte che i due si fidanzarono, rimanendo insieme dal 1994 al 1997.

4 – Per il ruolo di Mills, erano stati considerati Denzel Washington e Sylvester Stallone. Entrambi hanno rifiutato, ed entrambi se ne sono pentiti.

5 – I sette peccati capitali che sono alla base del film sono: Superbia, Ira, Accidia, Invidia, Lussiria, Gola e Avarizia. Una loro descrizione (sotto forma di “vizi”) si ritrova già ai tempi di Aristotele, mentre la chiesa medievale li “trasforma” in peccati mortali.

6 – Durante la scena dell’inseguimento sotto la pioggia, il detective Mills cade e si ferisce ad un braccio: in realtà Brad Pitt è davvero caduto mentre girava tale sequenza, facendosi molto male (il suo polso richiese un intervento chirurgico). Non ci furono ritardi sul set però: Pitt continuò a recitare con il gesso, perché lo script prevedeva che Mills si ferisse davvero.

7 – Brad Pitt si rifiutò di apparire a torso nudo nel film: aveva appena girato Vento di Passioni e voleva scrollarsi di dosso l’immagine del Sex Symbol. Ciononostante, per Seven vinse comunque il premio per “Il protagonista più desiderabile” agli MTV Movie Awards.

8 – La presenza di Kevin Spacey nel film fu tenuta nascosta durante la promozione del film: nessuno fuori dal progetto sapeva che l’attore aveva partecipato alle riprese, e tantomeno che potesse essere lui l’assassino. Neanche i crediti iniziali citano il suo nome.

9 – Il personaggio di Kevin Spacey era descritto nello script come rasato a zero: l’attore disse al regista David Fincher che si sarebbe rasato solo se lo avesse fatto anche lui e Fincher accettò.

10 – Il killer interpretato da Kevin Spacey non ha un nome e viene identificato con il classico nome generico che in polizia si usa per gli ignoti, John Doe. Nonostante sia uno dei killer più inquietanti del cinema, non lo vediamo far del male a nessuno per l’intera durata del film.

11 – Nella scena del ritrovamento della vittima del peccato di Accidia, si era pensato inizialmente si usare un animatrone, ma si optò poi per un magrissimo attore, che avrebbe dovuto interpretare una persona malnutrita e debilitata dopo essere stata legata ad un letto per un anno.

12 – Per la scena in cui i detective ritrovano la vittima del peccato che si riferisce alla Gola, vennero “versate” nella stanza 7 casse piene di scarafaggi.

13 – Il numero 7 ricorre ovunque nel film: la telefonata che annuncia il primo omicidio avviene dopo 7 minuti dall’inizio, i palazzi della via dove abita Mills iniziano tutti con il numero 7, il pacco con la testa di Tracy viene recapitato alle 7, e così via. Il numero interno dell’appartamento di Mills è invece il 5: l’Ira è considerato il quinto peccato capitale, ed è proprio lui a commettere l’omicidio relativo all’Ira nel finale.

14 – Una replica della testa di Gwyneth Paltrow era stata realizzata per la scena della scatola, ma non fu mai usata. La stessa venne invece utilizzata nel 2011 nel film Contagion, in una scena dove viene mostrata l’autopsia del personaggio che lei interpreta nella pellicola.

15 – Fra i luoghi dove fu girato il film, figura anche l’Ambassador Hotel di Los Angeles, ovvero il luogo dove Robert Kennedy fu assassinato nel 1968.

16 – Quando il film uscì in DVD, dovette essere rieditato completamente: ogni shot aveva bisogno di nuove correzioni di luce e di contrasti che vennero effettuati sotto la vigile direzione della crew originale del film. Il prodotto finale risulta sensibilmente diverso da quello che arrivò al cinema nel 1995.

17 – Il finale del film era stato criticato dai produttori di New Line Cinema, che chiedevano un cambiamento in quanto lo stesso appariva troppo crudo ed inquietante. Brad Pitt però impose il rispetto dello script originale, pena il suo abbandono del progetto, e Fincher e Freeman si unirono alla sua protesta.

18 – Ironicamente, Seven fu nel 1995 il settimo incasso più alto dell’anno al cinema.

19 – I titoli di coda del film procedono al contrario, dall’alto verso il basso, rispetto al canone di solito adottato sul grande schermo.

20 – Se si ferma il film ad 1 ora, 52 minuti e 53 secondi, è possibile notare un’immagine subliminale presente nella pellicola. Durante la scena più drammatica del film infatti, che coincide con i minuti finali, è possibile vedere per una frazione di secondo il viso di Tracy (Gwineth Paltrow), proprio nel momento in cui Mills spara al killer dopo aver scoperto che la donna è stata uccisa.

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Knives Out 2: anche Janelle Monáe entra nel cast del film Netflix 12 Maggio 2021 - 20:45

Dopo Dave Bautista ed Edward Norton, anche la star di Antebellum affiancherà Daniel Craig nel sequel di Cena con delitto

Multiverso Marvel: Tutti gli universi cinematografici attualmente esistenti 12 Maggio 2021 - 20:00

Esiste già un multiverso Marvel cinematografico: ecco tutti i diversi universi narrativi che negli anni abbiamo visto al cinema e in tv, in attesa di una possibile unione futura!

Star Wars Celebration: anticipata l’edizione 2022 12 Maggio 2021 - 19:44

Arrivano aggiornamenti sulla prossima edizione della Star Wars Celebration, che come sappiamo è stata posticipata al 2022 a causa della pandemia di Covid-19.

Venom – La furia di Carnage: sì, ma chi è Carnage, il simbionte rosso? 11 Maggio 2021 - 15:52

La storia a fumetti di Carnage, la nemesi di Venom nel secondo film del simbionte dalla lingua lunga.

Anna di Niccolò Ammaniti e il coraggio di una TV che da noi non fa nessuno 10 Maggio 2021 - 11:15

Una miniserie potente, coraggiosa e, come ogni storia di Ammaniti, in grado di prenderti il cuore e portatelo via.

Star Wars: The Bad Batch, la recensione del secondo episodio 7 Maggio 2021 - 14:43

Le avventure della Clone Force 99 di The Bad Batch proseguono, tra facce conosciute e (ovviamente) sparatorie.