L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
TENET: Le domande rimaste aperte nel film di Nolan

TENET: Le domande rimaste aperte nel film di Nolan

Di Andrea Suatoni

LEGGI ANCHE: LA SPIEGAZIONE DI TENET

—–ATTENZIONE: L’ARTICOLO CONTIENE SPOILER—–

Il nuovo film di Christopher Nolan, come da tradizione per il regista di film come Inception o Memento, ha una trama complessa e articolata che impegna tutta l’attenzione dello spettatore per essere compresa: le dinamiche dei viaggi nel tempo descritte da Tenet risultano in realtà molto chiare al termine della pellicola stessa (se si è avuto cura, appunto, di seguire attentamente la trama), ma ci sono molte sfumature secondarie cui il film non fornisce risposta, lasciando alcune cose (non funzionali alla trama principale) all’immaginazione o all’interpretazione del pubblico.

Di seguito, ecco una serie di quesiti cui Nolan maliziosamente non ha risposto, facendo in modo che il fandome continuasse ad elaborare complesse teorie sul film anche dopo la sua visione: avete anche voi tentato di trovare alcune risposte a queste domande dopo aver visto Tenet?

PERCHE’ IL PROTAGONISTA DECIDE DI NON SALVARE NEIL?

La risposta a questa domanda in realtà è abbastanza ovvia, ma nel web sono in molti a non aver compreso appieno il film e quindi a domandarsi come mai il Protagonista, avendo riconosciuto Neil come l’uomo che con il suo sacrificio al termine del film riesce a salvare la situazione, non tenti di salvarlo.
In Tenet, tutto è già accaduto e tutto accadrà come deve essere, o almeno questo è quello che sperano “i buoni”: le inversioni e i viaggi nel tempo che le squadre dell’organizzazione chiamata Tenet compiono sono volte non a modificare il passato, bensì a preservare un loop che li vede “vincitori”. La morte di Neil è parte integrante dell’equazione: una modifica all’andamento del loop potrebbe far crollare tutte le dinamiche dello stesso, e forse portare all’attivazione dell’Algoritmo.
Nel finale del film, anche il Protagonista ha imparato a ragionare in questi termini: a malincuore, pur avendo capito cosa sarebbe accaduto a Neil di lì a poco, decide di non modificare il loop temporale per evitare conseguenze catastrofiche a seguito di tali possibili modifiche.

CHI E’ DAVVERO NEIL?

Una affascinante teoria riguardante il personaggio interpretato da Robert Pattinson vorrebbe che Neil e Max, il figlio di Kat e Andrei Sator, siano in realtà la stessa persona.
Neil lascia intuire al Protagonista che il loro rapporto sia molto profondo: è possibile in effetti che i due si siano conosciuti poco dopo la morte di Priya, servita ad evitare l’assassinio di Max e Kat. Se Neil/Max fosse cresciuto accanto al Protagonista (che magari gli ha addirittura fatto da padre?), e magari reclutato fin da giovanissimo (come dice Neil, moltissimo tempo fa… Almeno, secondo la sua percezione delle cose), tutto tornerebbe: dal semplice colore dei capelli (come mai Nolan avrebbe fatto tingere Pattinson?) fino alle tempistiche.
Inoltre, anche il tacito consenso di Neil all’ostinazione del Protagonista di voler salvare Kat assumerebbe un valore diverso (anche se è da credere che Neil conoscesse già il valore di sua madre Kat all’interno del piano contro suo padre Sator, e sia stato condiscendente proprio perché il salvataggio di Kat era parte essenziali del piano di Tenet).
Ovviamente, pur nel caso Max e Neil fossero la stessa persona, il fatto che quest’ultimo non riconosca Kat è del tutto spiegato: per non modificare il loop temporale con informazioni “inutili”, il ragazzo avrebbe finto di non conoscere sua madre.

COSA E’ SUCCESSO NEL FUTURO?

Nel futuro, la Terra è stata resa inabitabile dal continuo sfruttamento delle risorse nel presente. Non abbiamo idea in realtà di cosa sia successo precisamente né a quanti anni nel futuro, se non che la situazione era talmente disperata da spingere alcuni ad un genocidio nel passato pur di assicurarsi una piccola speranza di sopravvivenza.
Le notizie frammentarie che il film centellina lasciano intuire una catastrofe ambientale a livello climatico, probabilmente anche una carenza delle risorse o addirittura una guerra per accaparrarsele. Non è del tutto chiara neanche la possibilità che in futuro esistano due fazioni avverse (una delle quali avrebbe aiutato l’organizzazione Tenet): se il futuro in questione non è poi così lontano dal nostro, la fazione dei “buoni” potrebbe essere semplicemente quella del Protagonista, ormai invecchiato, e della Tenet che lui stesso ha creato dal nulla.

CHI HA CREATO L’ALGORITMO?

La creazione dell’Algoritmo viene attribuito nel film ad una scienziata senza nome nel futuro (alcuni credono sia stata Priya a svilupparlo, ma l’ipotesi non sembra verosimile). Chi è questa donna e perché era al lavoro su una tecnologia simile? Se la Terra del futuro si trovava sull’orlo di una tremenda crisi, l’inversione era vista come una scappatoia fin dall’inizio o forse c’è qualcosa che ci sfugge? E’ forse probabile che il piano dei terrestri del futuro fosse fin dall’inizio quello di invertire il tempo nel passato, ma che poi la scienziata si sia pentita all’ultimo momento ed abbia agito come sappiamo?

LEGGI ANCHE:

-La Nostra Recensione di Tenet

-Tenet: Le Reali teorie scientifiche alla base del film

-Tenet: Il Quadrato del Sator all’interno del film

Da No Time to Die a Ghostbusters, ecco le nuove date dei film 2021 (in costante aggiornamento)

Cinema chiusi fino al 27 marzo, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Friends: le riprese della reunion partiranno tra poco più di un mese 4 Marzo 2021 - 20:15

Lo ha confermato David Schwimmer nel corso di un'intervista radiofonica

Turner e il Casinaro: Reginald VelJohnson riprenderà il suo ruolo nella serie 4 Marzo 2021 - 20:08

L'attore sarà il sindaco di Cypress Beach David Sutton, ex partner di Davis Sutton Sr., il padre del protagonista della serie, nella polizia

The Devil’s Hour: Steven Moffat e Amazon insieme per una nuova serie 4 Marzo 2021 - 20:00

Dopo Dracula, Steven Moffat, co-creatore di Sherlock, ha unito le forze con Amazon per una nuova serie all’insegna del brivido, intitolata The Devil’s Hour.

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.