L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Il produttore di The End of the F***ing World contro le regole dei BAFTA

Il produttore di The End of the F***ing World contro le regole dei BAFTA

Di Filippo Magnifico

La seconda stagione di The End of the F**king World ha recentemente trionfato ai BAFTA TV Awards nelle categorie Miglior Serie Drammatica e Miglior Attrice non Protagonista (Naomi Ackie).
Decisamente un gran bel risultato, che però ha causato il malcontento del produttore Dominic Buchanan, che in una lettera aperta ha contestato le regole dei BAFTA.

Il produttore di The End of the F***ing World contro le regole dei BAFTA

Come precisato nella lettera, intitolata “La mia serie ha vinto un BAFTA come Miglior Drama ma io non ho avuto una maschera dei BAFTA”, nonostante la sua partecipazione alla produzione, Buchanan non ha ricevuto il premio.
Il motivo? Il produttore non era citato nella nomination, a differenza dello sceneggiatore Charlie Covell, della regista Lucy Forbes e dei produttori Jenny Frayn e Ed Macdonald.

Non mi avrebbero permesso nemmeno di comprare una copia, proprio come l’RTS Award, o il Peabody Award che ho nel mio appartamento. Forse in realtà, nonostante le apparenze, non ho sul serio vinto questo prestigioso premio BAFTA?

Dominic Buchanan è di origini giamaicane e negli ultimi anni ha collaborato con i BAFTA a favore dell’inclusività. Pur precisando che la sua esclusione non è da attribuire a motivi razzisti, nella sua lettera ha continuato:

Potete immaginare quanto fossi devastato all’idea di non poter ottenere una copia del vero premio BAFTA vinto dal mio show. Immaginate quanto possa essere prolungato il trauma nell’essere l’unica persona di colore coinvolta in questo viaggio di 8 anni, mentre tutti quelli che riceveranno il BAFTA sono bianchi.

La risposta dei BAFTA

Prontamente è arrivata la risposta dei BAFTA:

Ringraziamo Dominic per aver espresso le sue preoccupazioni come parte della nostra revisione in corso sui Film, Games and Television Awards, per esaminare i nostri processi, e per il suo continuo contributo come membro dei BAFTA, che è stato sempre apprezzato.
Le nostre attuali regole sui candidati sono chiare e a decidere i nominativi sono i partecipanti, non i BAFTA. Dominic non è stato inserito né nel 2018 né nel 2019 e non sono stati presentati ricorsi al momento di ingresso. Continueremo a riconsiderare le nostre regole e i criteri di ammissione e questo comprenderà anche il numero di candidati per ogni nomination.

Fonte: THR

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Ms. Marvel – L’esordiente Iman Vellani interpreterà Kamala Khan 30 Settembre 2020 - 21:30

L'esordiente Iman Vellani presterà il suo volto a Kamala Khan, la protagonista della serie Ms. Marvel dei Marvel Studios e Disney+

John Belushi rivive in un documentario Showtime, ecco il trailer 30 Settembre 2020 - 21:30

La troppo breve vita del protagonista di Blues Brothers in un docufilm con Dan Aykroyd, Jim Belushi, Ivan Reitman e tanti altri

Locke & Key: Brendan Hines entra nel cast della stagione 2 30 Settembre 2020 - 20:45

La star di The Tick sarà il nuovo, carismatico insegnante di storia dei protagonisti

The Doc(Manhattan) Is In – Storie di guerra e di magia, il Game of Thrones dell’83 (più o meno) 26 Giugno 2020 - 15:45

Storia del semidimenticato Wizards and Warriors, serie fantasy anni 80 con vari personaggi in lotta per il controllo di un regno. Ricorda qualcosa?

7 cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers 19 Giugno 2020 - 15:45

Sette cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers, un super-eroe contro l’inquinamento (e gli altri mali del mondo).

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – SUPAIDAMAN, lo Spider-Man giapponese 5 Giugno 2020 - 18:45

L'incredibile storia dello Spider-Man televisivo giapponese con il suo robot gigante. E come questo ha ispirato, tra le altre cose, i Power Rangers.