L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Dune – Denis Villeneuve si sta affrettando per terminare il film

Dune – Denis Villeneuve si sta affrettando per terminare il film

Di Lorenzo Pedrazzi

LEGGI ANCHE: Il trailer di Dune in agosto per l’anniversario di Inception

Denis Villeneuve è stato intervistato dallo Shanghai International Film Festival, e ha parlato dell’impatto dell’emergenza Covid-19 sulla produzione di Dune.

Stavamo per finire alcune riprese… il film, in pratica, era quasi finito. Dune è stato fatto in modo insolito: abbiamo fatto le riprese principali, poi ho montato quella parte del film e stavo pianificando di tornare sul set e girare alcuni elementi perché volevo aggiustarlo. Avevo bisogno di tempo, ed è un lusso che avevo [prima della pandemia]… quando il virus ha colpito il Nord America, stavamo per tornare sul set per girare quegli elementi.

Ora, il cineasta canadese deve affrettarsi a terminare il film in tempo per l’uscita di dicembre:

Adesso sarà una corsa, finire il film in tempo. Abbiamo avuto il permesso di tornare sul set… torneremo sul set per girare quegli elementi nel giro di qualche settimana, quelli che dovevamo girare prima. Significa che ho dovuto anche finire alcuni elementi del film come gli effetti visivi e il montaggio a Montreal, mentre la mia troupe si trova a Los Angeles.

A tal proposito, Denis Villeneuve spiega che il montaggio tecnicamente può essere fatto da remoto, ma lavorare a stretto contatto con il montatore – in questo caso Joe Walker – è fondamentale per lui, quindi non è la stessa cosa.

Mi rendo conto di quanto il montaggio sia simile a fare musica con qualcuno, ed è necessario essere nella stessa stanza. Voglio dire, c’è qualcosa nell’interazione, l’interazione umana, la spontaneità, l’energia nella stanza. Mi manca molto il trovarmi nella stessa stanza col mio montatore.

Poi continua:

Come artista, montare il mio film senza essere nella stessa stanza con il mio montatore è molto, molto doloroso. Forse una delle ragioni è che il montatore è anche uno psichiatra: voglio dire, è quello che gestisce la mia ansia, i miei attacchi di panico e le mie paure, e assiste ai miei momenti di gioia. Credo che, se in futuro dovesse ricapitare una cosa del genere, farò in modo che il mio montatore sia vicino a me. Il montaggio è una parte molto importante del processo cinematografico per me, forse la più importante. È il momento in cui riscrivi il film, in qualche modo.

C’è molta curiosità attorno al primo trailer, che potrebbe debuttare nelle prossime settimane con le copie di Inception per il decimo anniversario. La produzione tornerà presto sul set a Budapest per le riprese aggiuntive, mentre l’uscita è ancora fissata per il 18 dicembre nelle sale americane.

Il video dell’intervista

LEGGI ANCHE:

Ad agosto le riprese aggiuntive di Dune

La creazione dei vermi delle sabbie ha richiesto più di un anno di lavoro

Timothée Chalamet è Paul Atreides in una immagine ufficiale

Chalamet e Brolin in un’immagine ufficiale

I personaggi del nuovo Dune a confronto con quelli di David Lynch

Zendaya pubblica una nuova foto di Chani

I personaggi di Dune su Arrakis nelle foto ufficiali

Timothée Chalamet nella prima foto ufficiale di Dune

Doc Manhattan racconta la storia del Dune di David Lynch

Denis Villeneuve dirigerà il pilot della sere Dune: The Sisterhood

Dune sarà diviso in due film

Il film di Denis Villeneuve adatterà solo la prima metà del romanzo

Il linguista che ha lavorato a Game of Thrones ha creato le lingue di Dune

Il cast del film

Il cast include Timothée Chalamet (Paul Atreides), Rebecca Ferguson (Lady Jessica), Dave Bautista (Glossu Rabban), Stellan Skarsgård (Barone Harkonnen), Charlotte Rampling (Reverenda Madre Mohiam), Oscar Isaac (Duca Leto Atreides), Zendaya (Chani), Javier Bardem (Stilgar), Josh Brolin (Gurney Halleck), Jason Momoa (Duncan Idaho), David Dastmalchian (Piter De Vries) e Chang Chen (Dr. Wellington Yueh).

La sceneggiatura

Dune fu adattato da David Lynch nell’omonimo film del 1984, ma in precedenza Alejandro Jodorowsky tentò un’ambiziosa trasposizione che si scontrò con il rifiuto di Hollywood, come racconta il documentario Jodorowsky’s Dune.

Questo nuovo adattamento firmato da Denis Villeneuve (La donna che canta, Prisoners, Sicario, Arrival, Blade Runner 2049) e dallo sceneggiatore Eric Roth (Forrest Gump, Alì, Munich) è circondato da grandi aspettative, ed è stato già descritto come uno “Star Wars per adulti”. Come sappiamo, il film adatterà solo la prima metà del romanzo di Herbert.

La sinossi del romanzo, edito in Italia da Fanucci

Arrakis è il pianeta più inospitale della galassia. Una landa di sabbia e rocce popolata da mostri striscianti e sferzata da tempeste devastanti. Ma sulla sua superficie cresce il melange, la sostanza che dà agli uomini la facoltà di aprire i propri orizzonti mentali, conoscere il futuro, acquisire le capacità per manovrare le immense astronavi che garantiscono gli scambi tra i mondi e la sopravvivenza stessa dell’Impero. Sul saggio Duca Leto, della famiglia Atreides, ricade la scelta dell’Imperatore per la successione ai crudeli Harkonnen al governo dell’ambito pianeta. È la fine dei fragili equilibri di potere su cui si reggeva l’ordine dell’Impero, l’inizio di uno scontro cosmico tra forze straordinarie, popoli magici e misteriosi, intelligenze sconosciute e insondabili.

La produzione

Thomas Tull, Mary Parent e Cale Boyter saranno i produttori di Dune, mentre Brian Herbert, Byron Merritt e Kim Herbert svolgeranno la funzione di produttori esecutivi; Kevin J. Anderson sarà invece il consulente creativo.

Fonte: ComingSoon.net

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

La regina degli scacchi – Trailer ufficiale per la serie Netflix con Anya Taylor-Joy 24 Settembre 2020 - 15:45

Anya Taylor-Joy è la protagonista de La regina degli scacchi, miniserie tratta dal romanzo di Walter Tevis, in uscita su Netflix il prossimo 23 ottobre.

Il Metodo Kominsky: Alan Arkin lascia la serie, la stagione finale senza Norman 24 Settembre 2020 - 14:45

Alan Arkin lascia Il metodo Kominsky. L’attore non parteciperà alle riprese della terza stagione, che sarà anche l’ultima.

The Guilty: Netflix si aggiudica il thriller di Antoine Fuqua con Jake Gyllenhaal 24 Settembre 2020 - 14:00

Netflix si aggiudica il remake del thriller danese The Guilty, che sarà diretto da Antoine Fuqua e avrà come protagonista Jake Gyllenhaal.

The Doc(Manhattan) Is In – Storie di guerra e di magia, il Game of Thrones dell’83 (più o meno) 26 Giugno 2020 - 15:45

Storia del semidimenticato Wizards and Warriors, serie fantasy anni 80 con vari personaggi in lotta per il controllo di un regno. Ricorda qualcosa?

7 cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers 19 Giugno 2020 - 15:45

Sette cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers, un super-eroe contro l’inquinamento (e gli altri mali del mondo).

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – SUPAIDAMAN, lo Spider-Man giapponese 5 Giugno 2020 - 18:45

L'incredibile storia dello Spider-Man televisivo giapponese con il suo robot gigante. E come questo ha ispirato, tra le altre cose, i Power Rangers.