L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
DC Comics & DC Universe colpite duramente dalla ristrutturazione di WarnerMedia

DC Comics & DC Universe colpite duramente dalla ristrutturazione di WarnerMedia

Di Marlen Vazzoler

Un’importante ristrutturazione di WarnerMedia è cominciata la settimana scorsa. Il capo e CEO di Warner Bros. Ann Sarnoff è stata messa a capo di tutti i contenuti. Guiderà un nuovo gruppo di studi ed emittenti, aggiungendo al suo portafoglio HBO, HBO Max, TNT, TBS e TruTV. Supervisionerà tutti i network, i film, gli studi televisivi e gli asset streaming.

Maggiori responsabilità sono state date a Casey Bloys, presidente della programmazione di HBO, che supervisionerà anche i contenuti originali per HBO Max e le reti lineari nazionali TNT, TBS e TruTV. Riferirà alla Sarnoff.

Andy Forssell, il direttore generale di HBO Max, guiderà una nuova attività operativa di HBO Max, e riferirà alla Kilar.

Obiettivi

La ristrutturazione, ha detto Kilar in un memo sui licenziamenti iniziati ieri: “Ridurrà le dimensioni dei nostri team, dei livelli e della nostra forza lavoro in generale. Queste riduzioni non riflettono in alcun modo la qualità delle persone colpite né il loro lavoro. È semplicemente una funzione delle modifiche di cui sopra“.

I nuovi elementi nella ristrutturazione previsti da Kilar sono:

Stiamo elevando HBO Max nell’organizzazione e amplieremo lo espanderemo a livello globale.
Stiamo semplificando il modo in cui organizziamo i nostri studi.
Stiamo creando un’unità internazionale consolidata focalizzata sulla scala e sull’efficienza.
Stiamo riunendo le nostre attività commerciali chiave in un unico gruppo per consentirci di operare in un modo più strategico.

Hanno lasciato la compagnia: Bob Greenblatt, presidente di WarnerMedia Entertainment and Direct-to-Consumer; Kevin Reilly, direttore dei contenuti di HBO Max e presidente di TNT, TBS e truTV; e Keith Cocozza, EVP del Corporate Marketing and Communications.

Un’azienda orientata al consumatore

Il passaggio di WarnerMedia dalla grande distribuzione all’essere un’azienda orientata al consumatore con un’enfasi sul ‘diretto al pubblico’ non significa necessariamente che i film della Warner Bros. bypasseranno le sale cinematografiche, ha spiegato Kilar. Come altri studi durante la pandemia, con la chiusura delle sale, la Warner Bros. è passata direttamente al PVOD con Scoob. Ha indicato che la strategia di distribuzione cinematografica dell’azienda si evolverà, ma i cinema rimarranno una parte essenziale.

Per quanto riguarda la fine della restrizione del controllo dei cinema da parte delle major, dopo 71 anni, Killar ha detto: “Non ho intenzione di acquistare sale cinematografiche“.

HBO Max

Il lancio di HBO Max è al centro dei cambiamenti. Sono state registrati 4,1 milioni di iscrizioni nei primi due mesi e si trova sulla buona strada per raggiungere gli obiettivi interni di crescita in cinque anni. Ma la confusione dei clienti su chi è idoneo a ottenere HBO Max, data l’esistenza di più offerte a marchio HBO sul mercato, ha offuscato il lancio.
Il servizio non è inoltre disponibile tramite Roku di Amazon Fire TV. Questi due distributori raggiungono più di 80 milioni di case negli Stati Uniti. Killar ha sottolineato che l’espansione della copertura di distribuzione di HBO Max è una priorità: “Assolutamente, non ci fermeremo finché non saremo su tutti i dispositivi del pianeta. Abbiamo avuto un inizio fantastico con Google, Apple e Samsung. …Credo che alla fine porteremo a termine quegli [accordi di distribuzione aggiuntivi], ma ovviamente è una funzione dell’economia“.

Licenziamemti

Come dicevamo sono iniziati lunedì, circa 600/650 membri dello staff hanno lasciato la compagnia, mentre HBO dovrebbe perdere tra i 150/175 membri dello staff. Tra i dipendenti di livello senior che lasciano l’azienda ci sono Jeffrey R. Schlesinger, Presidente della Warner Bros Worldwide Television Distribution; Ron Sanders, Presidente di Worldwide Theatrical Distribution & Home Entertainment; e Kim Williams, CFO di Warner Bros Entertainment.

Sin dalla sua rilevazione da parte di AT&T, la società precedentemente nota come Time Warner ha riorganizzato diverse aree della sua attività. I massimi dirigenti con anni di esperienza sulla supervisione della distribuzione, della programmazione e delle vendite pubblicitarie se ne sono andati. L’ascesa di Kilar al ruolo di CEO a maggio è servita solo ad alimentare una maggiore ricalibrazione.

Televisione

Il presidente della Warner Bros Television Group Peter Roth sta consolidando le attività di produzione televisiva con copioni e senza copioni dello studio.

Sul versante senza copioni, Mike Darnell presidente di Warner Bros Unscripted & Alternative Television continuerà a supervisionare Warner Horizon Unscripted Television, Telepictures e Shed Media, riferendo a Roth. La produzione fisica, gli affari commerciali e la finanza per tutta la programmazione senza copione saranno ora consolidati in una nuova struttura organizzativa al servizio di tutte e tre le etichette, a cui seguiranno dei liceziamenti.

Kevin E. Fortson, precedentemente EVP Production, Warner Horizon Television, e Matt Matzkin, precedentemente EVP Business Affairs, Warner Horizon Television, assumeranno ora nuovi ruoli di leadership in tutta la programmazione senza copione, riportando direttamente a Darnell. Fortson guiderà tutti gli aspetti della produzione fisica (inclusi budget, programmazione, personale e altro), mentre Matzkin supervisionerà tutti gli affari commerciali, legali e finanziari per le serie di Warner Horizon Unscripted Television, Telepictures e Shed Media.

La Warner Bros Television e l’unità TV via cavo/streaming Warner Horizon Scripted TV vengono fuse in una nuova divisione con copione guidata dai presidenti della Warner Bros Television Susan Rovner e Brett Paul. Il duo, che in precedenza ha ricoperto il ruolo di Presidenti sia della Warner Bros TV che della Warner Horizon Scripted TV, continuerà a supervisionare tutta la programmazione con copione, riferendo a Roth.

Il consolidamento riporta la Warner Bros TV alla sua struttura originale prima del lancio nel 2006 di Warner Horizon.

DC Entertainment

DC Entertainment della Warner Bros. è stata una delle divisioni più duramente colpite dai licenziamenti. Lasciano Bob Harras, caporedattore DC; Hank Kanalz, SVP Publishing Strategy & Support Services; Bobbie Chase, VP, Iniziative editoriali globali e strategia digitale; Brian Cunningham, senior story editor. Jim Lee rimane Chief Creative Officer di DC.

I licenziamenti DC Comics hanno avuto un impatto anche su DC Universe, che dal lancio di HBO Max, ha visto diminuire sempre di più i suoi contenuti originali. DC Universe può contare al momento solo una serie originale esclusiva, Titans mentre Doom Patrol è condivisa con HBO Max.

Fonti Deadline, Variety

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

LEGGI ANCHE

Kung Fu Panda 4 uscirà nelle sale nel 2024 13 Agosto 2022 - 2:16

Universal Pictures ha annunciato la data del quarto capitolo cinematografico di Kung Fu Panda prodotto da DreamWorks Animation

Anne Heche è morta, aveva 53 anni 12 Agosto 2022 - 23:42

L'attrice, la cui morte cerebrale era già stata dichiarata poche ore fa, è purtroppo scomparsa in seguito a un grave incidente d'auto

The Fall Guy: Emily Blunt con Ryan Gosling nel film di Professione pericolo 12 Agosto 2022 - 21:30

Ryan Gosling prenderà il posto di Lee Majors nell'adattamento cinematografico della classica serie anni '80

The Sandman: i fan del fumetto possono dormire sonni tranquilli (recensione senza spoiler) 5 Agosto 2022 - 9:01

Neil Gaiman aveva ragione a proposito della trasposizione fedele. Ma The Sandman può piacere anche a chi il fumetto non l'ha mai letto?

Prey: il film “Predator contro i Comanche”, fortunatamente, fa il suo 3 Agosto 2022 - 18:01

E ci riesce ribaltando in continuazione i concetti di preda e predatore. Le nostre impressioni sul prequel di Predator, in uscita il 5.

MCU, perché è molto importante aver annunciato due nuovi film degli Avengers 25 Luglio 2022 - 10:06

Quello che mancava nell'MCU: una nuova pianificazione, per i prossimi tre anni, con due film degli Avengers in chiusura.