L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Il film di Watchmen avrebbe potuto essere molto diverso, ecco come

Il film di Watchmen avrebbe potuto essere molto diverso, ecco come

Di Marco Triolo

Per molto tempo, prima che Zack Snyder riuscisse a girare il film, Watchmen è stato considerato una proprietà impossibile da trasportare al cinema. Molti registi ci hanno provato, tra cui Terry Gilliam, Darren Aronofsky e Paul Greengrass, ma senza successo.

Lo sceneggiatore David Hayter, accreditato infine nella versione di Snyder, aveva firmato in precedenza anche la sceneggiatura della versione di Greengrass. E ora rivela che il film avrebbe potuto essere molto diverso rispetto a quello che abbiamo visto.

Mentre il film di Snyder ha seguito piuttosto alla lettera il testo di Alan Moore e Dave Gibbons, nonostante un finale un po’ diverso, quello di Greengrass si sarebbe preso delle grosse libertà. Prima di tutto perché l’ambientazione sarebbe stata spostata ai giorni nostri. E poi perché, come nella versione di Snyder, il finale sarebbe stato cambiato rispetto a quello del fumetto, ma in maniera più consistente. Ovvero: il piano di Ozymandias sarebbe fallito. Veidt sarebbe infatti stato ucciso da Nite Owl, che lo avrebbe schiacciato con il suo velivolo. Gli eroi avrebbero in seguito trasmesso un video costruito ad arte per incolpare il Dottor Manhattan di una serie di attacchi su alcune grandi città.

Nel corso di un episodio del podcast Script Apart, Hayer ha spiegato che la ragione del cambio di finale fu la vicinanza con l’11 Settembre:

Sapevamo che sarebbe stato molto difficile utilizzare il finale del fumetto. E inoltre l’11 Settembre era avvenuto da poco e pensavo che non avremmo dovuto mostrare immagini di cadaveri a Times Square, sentivo che non era appropriato.

A differenza del fumetto, la gente non sarebbe stata uccisa dall’improvvisa comparsa di una creatura aliena, ma disintegrata, trasformata in ombre. “Come le ombre di Hiroshima che sono dipinte nel fumetto”.

Il contributo di Darren Aronofsky

Hayter inoltre rivela che, nel brevissimo tempo in cui è stato coinvolto nel progetto (“letteralmente un weekend”), Darren Aronofsky se ne uscì con un’idea che sarebbe stata poi tenuta nella versione di Snyder: che, appunto, il Dottor Manhattan fosse incolpato del disastro a New York:

Mi lasciò una nota che diceva: “Ho un amico che lavora come fisico e ha avuto un’idea per il film. E se il Dottor Manhattan fosse lo strumento di distruzione?”. Qualcosa scattò all’istante nel mio cervello.

Fonte: SuperHeroHype

Da No Time to Die a Ghostbusters, ecco le nuove date dei film 2021 (in costante aggiornamento)

Cinema chiusi fino al 27 marzo, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

La regina degli scacchi: in arrivo il musical di Broadway! 8 Marzo 2021 - 20:30

Il romanzo di Walter Tevis verrà adattato dalla compagnia Level Forward, che ha ottenuto 37 nomination ai Tony Awards

WandaVision: Le domande irrisolte dopo il finale della serie 8 Marzo 2021 - 20:00

WandaVision lascia dietro di sé moltissime domande: ecco tutte le trame rimaste aperte dopo la fine della serie!

Warner Bros. festeggia gli 80 anni di Wonder Woman 8 Marzo 2021 - 19:45

DC, Warner Bros. Global Brands and Experiences e WarnerMedia celebrano con un evento globale gli 80 anni della Paladina della Giustizia e Guerriera per la Pace dell’universo DC, Wonder Woman, in occasione della Giornata Internazionale della Donna.

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.