L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Normal People – Tutto ciò che bisogna sapere sulla nuova serie “scandalo”

Normal People – Tutto ciò che bisogna sapere sulla nuova serie “scandalo”

Di Andrea Suatoni

VEDI ANCHE: IL TRAILER DI NORMAL PEOPLE

Dalla BBC è appena arrivata in Italia Normal People, nuova serie “scandalo” irlandese che ovunque nel mondo ha raccolto consensi e recensioni estremamente positivi accanto ad alcune critiche da parte di una minoranza di spettatori a causa della presenza di scene di sesso troppo esplicite.
Non sapete di cosa stiamo parlando, oppure siete arrivati fin qui in cerca di informazioni sulla nuova serie? Ecco in aiuto il nostro speciale!

NORMAL PEOPLE: COME E DOVE VEDERLO

In Italia Normal People è visibile su Starzplay, canale di streaming online disponibile tramite Apple TV al costo di 4,99 euro al mese, il cui catalogo comprende serie in esclusiva come The Act, Channel Zero, Castle Rock o Pennyworth. Starzplay è arrivato in Italia nel 2019 e sta diventando pian piano sempre più popolare.
Normal People fa parte del catalogo di Starzplay dallo scorso 16 Luglio e sta già facendo moltissimo parlare di sé.

LE “ORIGINI” DI NORMAL PEOPLE

La serie deriva dal romanzo omonimo di Sally Rooney, che racconta la vita (e la storia d’amore) di un ragazzo ed una ragazza dagli ultimi anni del liceo fino alla fine del college. L’autrice del libro è stata chiamata dal canale BBC Three in veste di sceneggiatrice principale dello show.

Persone normali

DI COSA PARLA NORMAL PEOPLE

La trama dello show ruota attorno a due ragazzi, Marianne e Connell, di diversa estrazione sociale (lei molto ricca, lui povero in canna) e differenti anche nella vita sociale: lui popolarissimo, mentre lei molto sola ed introversa, totalmente disinteressata anche ai social online. I due, per motivi diversi, condividono però lo stesso animo disilluso verso la vita: entrambi infatti sono vittime di un profondo senso di inadeguatezza, e nel periodo dell’adolescenza è proprio lo stesso comune disagio che li porta ad innamorarsi. Inoltre, la loro famiglie costituiscono un altro problema: quella di Marianne è praticamente assente, mentre la madre di Connell, che lavora come domestica proprio in casa di Marianne, è fin troppo legata alla ragazza.

LE SCENE “SCANDALO”

Normal People racconta molto dettagliatamente la storia d’amore di Marianne e Cornell, sia durante l’adolescenza che anni dopo, quando i due si ritroveranno, dopo molti anni dalla fine della loro relazione ma ancora legati dagli stessi problemi personali.
Molto importanti e spesso funzionali alla storia sono le scene di sesso fra i due, che in alcuni casi vogliono esplicitamente esprimere a livello visivo ed “intimo” lo stato d’animo dei protagonisti. Sono molto esplicite le scene “hot” quindi, ma raramente morbose: si tratta il più delle volte della più che letterale messa a nudo dell’animo di Marianne, Cornell e degli eventuali altri personaggi che popolano la serie nei momenti di loro maggiore intimità, ma al tempo stesso anche di maggiore vulnerabilità.

IL CAST DI NORMAL PEOPLE

I protagonisti Marianne e Cornell sono interpretati dai giovani attori Daisy Edgar-Jones e da Paul Mescal. 
La prima è una vecchia conoscenza dei fan della serie sci-fi War of the Worlds, che lo scorso anno ha portato sul piccolo schermo il romanzo (omonimo) iconico di H. G. Wells e di cui siamo in attesa della seconda stagione (che la vedrà di nuovo protagonista).
Il secondo è invece un nuovissimo volto che in Normal People fa praticamente il suo esordio nella carriera di attore, ma che già è diventato un sex symbol fra le giovanissime (e non solo).
Altre “vecchie” conoscenze sono Sarah Greene (Hecate in Penny Dreadful), e Leah McNamara (la Aud di Vikings).

ACCOGLIENZA

Normal People ha collezionato in tutto il mondo recensioni positivissime: i noti aggregatori di recensioni professionali Metacritic e Rotten Tomatoes gli conferiscono votazioni di 84 su 100 e di 89 su 100 rispettivamente, ed i critici ne elogiano non solo la trama, ma anche la scrittura elegante, la regia e non da ultimo la recitazione, nonostante il fatto che la maggior parte dei protagonisti si trovi di fronte alla macchina da presa praticamente per la prima volta, compreso il protagonista Paul Mescal.

Su BBC Three la serie ha battuto ogni record di visione e richiesta in streaming, superando di gran lunga il precedente programma di punta del canale, ovvero la famosissima e pluripremiata Killing Eve con protagonista Sandra Oh (la Cristina Yang di Grey’s Anatomy).

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Dalla console al cinema: Tutti i film in arrivo tratti da videogiochi 27 Settembre 2020 - 20:02

Da Super Mario ad Uncharted, ecco tutti i film in arrivo nei prossimi anni basati su videogiochi!

The Falcon and the Winter Soldier – Altre foto dal set con Sebastian Stan 27 Settembre 2020 - 19:00

Sebastian Stan (alias Bucky) fotografato nuovamente sul set di The Falcon and the Winter Soldier, le cui riprese sono in corso ad Atlanta.

Qualcuno deve morire – La danza di Lázaro nella prima clip della serie Netflix 27 Settembre 2020 - 18:00

È disponibile la prima clip di Qualcuno deve morire, serie spagnola (ma creata dal messicano Manolo Caro) che uscirà il prossimo 16 ottobre su Netflix.

The Doc(Manhattan) Is In – Storie di guerra e di magia, il Game of Thrones dell’83 (più o meno) 26 Giugno 2020 - 15:45

Storia del semidimenticato Wizards and Warriors, serie fantasy anni 80 con vari personaggi in lotta per il controllo di un regno. Ricorda qualcosa?

7 cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers 19 Giugno 2020 - 15:45

Sette cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers, un super-eroe contro l’inquinamento (e gli altri mali del mondo).

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – SUPAIDAMAN, lo Spider-Man giapponese 5 Giugno 2020 - 18:45

L'incredibile storia dello Spider-Man televisivo giapponese con il suo robot gigante. E come questo ha ispirato, tra le altre cose, i Power Rangers.