L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Naya Rivera: confermata la causa della morte, il messaggio della famiglia

Naya Rivera: confermata la causa della morte, il messaggio della famiglia

Di Filippo Magnifico

I dubbi erano decisamente pochi, ma ora è arrivata la conferma ufficiale: Naya Rivera, volto di Santana Lopez in Glee, è morta per annegamento.
Con un comunicato ufficiale Bill Ayub, sceriffo della contea di Ventura, ha svelato i risultati dell’autopsia eseguita sul corpo dell’attrice, ritrovata il 13 luglio dopo giorni di ricerche nel Lago Piru in California.

Le circostanze e le caratteristiche visive indicano che si tratta del corpo di Naya Rivera e l’identità è stata confermata dal confronto dentale. Il corpo è stato esaminato ai raggi X ed è stata eseguita una completa autopsia. I risultati dell’autopsia coincidono con l’ipotesi di annegamento e le condizioni del corpo coincidono con il tempo in cui è stato sommerso. Non sono state riscontrate ferite traumatiche o altri processi patologici.
Niente lascia pensare che droghe o alcol abbiano avuto un ruolo nel decesso ma saranno effettuati ulteriori esami tossicologici.

Secondo quanto dichiarato dallo sceriffo della contea di Ventura, l’attrice sarebbe morta dopo aver messo in salvo il figlio. Gli ultimi momenti della sua vita sono stati spesi per portare in salvo il piccolo Josey, di appena 4 anni.

Il risultato dell’autopsia

La famiglia dell’attrice ha voluto ringraziare tutte persone che, nel corso di questi giorni, hanno dedicato un pensiero all’attrice:

Siamo grati per tutto l’amore e le preghiere rivolte a Naya, Josey e la nostra famiglia. Mentre piangiamo la sua morte, abbiamo la fortuna di onorare la sua eredità e il suo spirito magnetico. Naya aveva un talento incredibile, ma era anche una persona, una madre, una figlia e una sorella straordinaria. Ringraziamo gli uomini e le donne delle forze dell’ordine delle contee di Ventura, Tulare e San Luis Obispo, per tutto l’impegno impiegato nelle ricerche di Naya. La nostra infinita gratitudine va all’eroina che è riuscita a trovarla. Grazie a tutti i suoi amici, colleghi e fan per il costante supporto. Il Paradiso ha trovato il nostro piccolo angelo. Ora chiediamo che la nostra privacy venga rispettata durante questo momento difficile.

Attrice e cantante statunitense, nel corso della sua carriera Naya Rivera ha partecipato a produzioni come Willy, il principe di Bel-Air, Otto sotto un tetto, Live Shot, Baywatch, Un genio in famiglia, CSI Miami, Devious Maids – Panni sporchi a Beverly Hills, oltre al già citato Glee. Sul grande schermo l’abbiamo vista in pellicole come At the Devil’s Door e Mad Families.

Fonte: Deadline

Da No Time to Die a Ghostbusters, ecco le nuove date dei film 2021 (in costante aggiornamento)

Cinema chiusi fino al 27 marzo, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Renny Harlin dirigerà l’horror The Refuge 2 Marzo 2021 - 18:15

Il regista di Nightmare 4 e 58 minuti per morire racconterà la storia di un veterano dell'Afghanistan posseduto da uno spirito maligno

Dai creatori de La Casa di Carta, arriva Sky Rojo: il trailer ufficiale della nuova serie Netflix 2 Marzo 2021 - 17:30

Netflix ha diffuso il trailer ufficiale di Sky Rojo, nuova serie in arrivo sulla piattaforma il prossimo 19 marzo.

The Boys 3 – Prima occhiata a Soldier Boy nelle foto dal set 2 Marzo 2021 - 16:45

Le foto dal set di The Boys 3 ci permettono di dare una prima occhiata a Soldier Boy, il personaggio interpretato da Jensen Ackles (qui sostituito da una controfigura).

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.