L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Morto Alan Parker, regista di Evita e The Commitments

Morto Alan Parker, regista di Evita e The Commitments

Di Marco Triolo

Alan Parker, il leggendario regista di Fuga di mezzanotte, Evita e The Commitments, si è spento dopo una lunga malattia. Lo ha rivelato il British Film Institute. Parker aveva 76 anni e dal 2003, anno dell’uscita di The Life of David Gale, non aveva più diretto un film.

Nato a Islington, Londra, il 14 febbraio 1944, Alan Parker iniziò la sua carriera come copywriter, ma presto passò a scrivere e dirigere spot pubblicitari. Insieme ad altri grandi registi inglesi come Ridley Scott e Adrian Lyne rivoluzionò il linguaggio della pubblicità applicandovi l’estetica del cinema.

Parker esordì al lungometraggio con il film per la TV The Evacuees, prodotto da BBC nel 1975. Il suo primo film per il cinema fu invece Piccoli gangsters. Il successivo Fuga di mezzanotte (1978) fu un enorme successo e ottenne anche due Oscar, per la sceneggiatura di Oliver Stone e le musiche di Giorgio Moroder. Nel 1980, Parker diresse un altro cult, Saranno famosi, premiato ancora una volta con due Oscar (per le musiche di Michael Gore e la miglior canzone).

Una carriera all’insegna della musica, e non solo

Il rapporto di Alan Parker con la musica sarebbe proseguito in una serie di progetti entrati nella leggenda: da Pink Floyd: The Wall, adattamento dell’opera rock scritta dalla band di Roger Waters, a The Commitments e fino a Evita (vincitore dell’Oscar alla miglior canzone, You Must Love Me di Andrew Lloyd Webber e Tim Rice). Tra gli altri suoi titoli più celebri citiamo Birdy – Le ali della libertà, con Nicolas Cage e Matthew Modine, vincitore del Gran Premio della Giuria a Cannes. Angel Heart – Ascensore per l’inferno, celebre anche per aver dato origine a una faida tra Robert De Niro e Mickey Rourke riemersa di recente. E infine Mississippi Burning – Le radici dell’odio, film sulla lotta al Ku Klux Klan interpretato da Gene Hackman e Willem Dafoe, candidato a sette premi Oscar (vinse solo quello alla miglior fotografia).

Dal suo ritiro, Alan Parker si era dedicato alla pittura e alle serigrafie. È stato inoltre un grande sostenitore dell’industria cinematografica britannica, come membro fondatore del Directors Guild of Great Britain, presidente del consiglio di amministrazione dello UK Film Council e, prima ancora, del British Film Institute.

Fonte: Deadline

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Small Axe: il trailer della serie antologica di Steve McQueen 7 Agosto 2020 - 21:00

Il regista di Hunger e 12 anni schiavo racconta la lotta per l'uguaglianza della comunità nera londinese in una collezione di cinque film Amazon

Jonás Cuarón dirigerà un film sul Chupacabra per Netflix 7 Agosto 2020 - 20:15

Il figlio di Alfonso Cuarón fa squadra con Chris Columbus per portare in vita la creatura leggendaria che succhia il sangue al bestiame

Cameron Diaz si è ritirata dalle scene e ha trovato “la pace” 7 Agosto 2020 - 19:30

L'ex attrice ha spiegato a Gwyneth Paltrow come mai abbia scelto di lasciare Hollywood

The Doc(Manhattan) Is In – Storie di guerra e di magia, il Game of Thrones dell’83 (più o meno) 26 Giugno 2020 - 15:45

Storia del semidimenticato Wizards and Warriors, serie fantasy anni 80 con vari personaggi in lotta per il controllo di un regno. Ricorda qualcosa?

7 cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers 19 Giugno 2020 - 15:45

Sette cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers, un super-eroe contro l’inquinamento (e gli altri mali del mondo).

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – SUPAIDAMAN, lo Spider-Man giapponese 5 Giugno 2020 - 18:45

L'incredibile storia dello Spider-Man televisivo giapponese con il suo robot gigante. E come questo ha ispirato, tra le altre cose, i Power Rangers.