L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Francia – Ancora oggi le sale faticano ad attrarre gli spettatori

Francia – Ancora oggi le sale faticano ad attrarre gli spettatori

Di Marlen Vazzoler

Dopo tre mesi e mezzo, in Francia le sale cinematografiche hanno riaperto le loro porte il 22 giugno. A un mese dalla ri-apertura, ancora oggi i cinema faticano ad attrarre gli spettatori.

Le perdite

Ogni anno il CGR des Deux Lions di Tours vende un milione di biglietti, registrando quasi 250mila ammissioni. Sebbene gli spettatori stiano tornando poco alla volta nelle sale, siamo ancora ben lontani dai livelli ‘normali’. Al momento si registra una diminuzione delle presenze del 75%, rispetto a prima della quarantena.
Il gestore Pierre Crétet ha spiegato:

“L’attività si è molto ridotta, come sappiamo. Viviamo un’estate e una partecipazione senza precedenti. Non vediamo l’ora che il mercato torni alla normalità e che le uscite americane, le locomotive della nostra attività, ritornino rapidamente. Lavoriamo solo con film francesi, dei buoni film, ma che non sono così attraenti.”

Il lockdown ha fatto perdere al cinema Royal Vigny, di Loches, dai 50.000 ai 60.000 euro. Solo il 10-20% della capacità delle sale viene riempito. Per il direttore e proprietario dello stabilimento, il basso tasso di presenze è causato dalle scelte distributive, con i distributori che attendono tempi migliori per distribuire le pellicole nelle sale.
Marc Nagot ha detto:

“Ci sono film come Petit pays che sono stati posticipati, non so quante volte… Penso che a un certo punto, dovremo assumerci le nostre responsabilità. Abbiamo l’impressione che a queste persone manchi un po’ d’avventura. Non sono sicuro che questa sia la soluzione giusta. “

L’offerta

Pierre Crétet ha notato una leggera ripresa nelle cifre delle presenze.

“C’è un piccolo aumento dell’attività. Vediamo i manifesti dei film per le strade, sugli autobus, questi sono i primi segni di un ritorno alla normalità, speriamo.”

La fine dell’anno sarà importante per cercare di recuperare qualcosa. Saranno determinanti le uscite di James Bond e di tutti i blockbuster che sono stati rimandati a questo autunno/inverno. Allo stesso tempo i produttori potrebbero congestionare le sale con troppi titoli.

Per il momento, Marc Nagot ha visto i clienti più frequenti tornare nel suo piccolo cinema privato a Loches. Lo sa, quest’anno andrà perso. L’esercente spera di recuperare almeno le sue spese. A settembre, all’inizio dell’anno scolastico, potrebbe chiedersi:

“Se non c’è più redditività, non potremo più recuperare i nostri costi, allora dovremo affrontare la situazione”.

Fonte France Blu

Da No Time to Die a Ghostbusters, ecco le nuove date dei film 2021 (in costante aggiornamento)

Cinema chiusi fino al 27 marzo, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Zack Snyder’s Justice League sarà diviso in 6 capitoli: ecco i titoli 4 Marzo 2021 - 8:45

Zack Snyder's Justice League svela i titoli dei suoi 6 capitoli, da "Don't Count On It, Batman" a "Something Darker". L'uscita è attesa in digitale per il 18 marzo.

In The Lost Lands – Milla Jovovich e Dave Bautista diretti da Paul W. S. Anderson 3 Marzo 2021 - 22:05

Il racconto di George R R Martin diventa un film, il progetto verrà presentato a Berlino.

The Gray Man: Nel cast Billy Bob Thornton, Alfre Woodard e Regé-Jean Page 3 Marzo 2021 - 21:35

Nuove entrate nel cast del film dei fratelli Russo, le riprese di The Gray Man cominceranno tra due settimane a Los Angeles

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.