L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
I 50 anni di Christopher Nolan: 5 film da vedere per capire il suo cinema

I 50 anni di Christopher Nolan: 5 film da vedere per capire il suo cinema

Di Marco Triolo

Christopher Nolan compie 50 anni. Il regista, nato a Londra il 30 luglio 1970, figlio di un pubblicitario inglese e di un’assistente di volo americana, è ormai da oltre 20 anni una delle più importanti voci del cinema mondiale. Ha uno stile tutto suo, che gioca spesso con il tempo, e ama trarre in inganno e sorprendere i suoi spettatori come un illusionista. Insieme a Quentin Tarantino, è forse l’unico regista in grado di vendere un film semplicemente grazie al suo nome in cartellone. Un po’ come Alfred Hitchcock. Come il suo idolo Stanley Kubrick, sa fondere profonde elucubrazioni filosofiche e cinema di genere.

Va da sé che l’uscita di ogni suo film è un evento. Avrebbe dovuto esserlo anche Tenet, previsto inizialmente in USA il 17 luglio e poi rinviato per colpa della pandemia. Nolan, grande sostenitore delle sale e della pellicola, ha lottato fino in fondo per non cedere e aiutare gli esercenti a riprendersi dal disastro del Covid-19. Alla fine, però, ha dovuto accettare una parziale sconfitta. Che però potrebbe trasformarsi in una grande impresa: Tenet arriverà il 26 agosto in diversi territori esterni agli Stati Uniti, tra cui anche l’Italia, e sarà alla testa di un modello di distribuzione sperimentale con cui Warner Bros. intende affrontare questi tempi strani e difficili.

Ma da cosa deriva questa fascinazione che Christopher Nolan ha per la pellicola, gli schermi giganti e i grandi formati? E da cosa nascono le sue ossessioni filosofiche sul tempo e la natura umana? È presto detto: dai suoi miti cinematografici.

Da Christopher Nolan l’autore passiamo dunque a Christopher Nolan il fanboy, e andiamo a scoprire cinque film fondamentali per capire il suo cinema…

1. 2001 – Odissea nello spazio

Il capolavoro di Stanley Kubrick è stato citato a destra e a manca quando Nolan ha realizzato Interstellar. Il regista ha citato anche Uomini veri e Incontri ravvicinati del terzo tipo tra le sue influenze. Ma è indubbio che la magniloquenza visiva di 2001 e la sua esplorazione filosofica della natura umana siano punti di riferimento fondamentali per l’opera di Nolan. Il regista ha contribuito anche a un restauro del film di Kubrick.

2. Blade Runner

Non è un segreto che Nolan proiettava il film di Ridley Scott alla sua troupe in preparazione alle riprese di Batman Begins. Nolan ha descritto Blade Runner come “un’interessante lezione sulla tecnica dell’esplorazione e della descrizione di un universo credibile che non sembra avere confini”. Come quello di un fumetto, o della sua Gotham City.

3. Heat – La sfida

Se non avete mai visto questo incredibile noir di Michael Mann, eccovi un bel consiglio: programmate un double bill con Heat e Il Cavaliere Oscuro. Tenete presente che il primo dura 2 ore e 50 minuti, il secondo 2 ore e mezza. Prendetevi per tempo e immergetevi nell’atmosfera di due film che hanno molto in comune. Heat è un modello dichiarato del secondo Batman di Nolan, al punto che il regista ha usato uno degli attori di Mann, William Fichtner, in un ruolo minore.

4. La spia che mi amava

Christopher Nolan è un grandissimo fan di James Bond. Al punto che il suo nome è stato fatto diverse volte quando si cercava un regista per rilanciare la saga. Uno dei Bond preferiti di Nolan è La spia che mi amava, il migliore capitolo dell’epoca Roger Moore. Un film che si apre con uno straordinario stunt sugli sci – in cui Bond si lancia col paracadute da una vetta innevata – che deve aver avuto una bella influenza sulla scena d’apertura de Il Cavaliere Oscuro – Il ritorno e sull’inseguimento sugli sci di Inception.

5. Star Wars

Da cinefilo nato nel 1970, Christopher Nolan fu travolto in pieno dal fenomeno Star Wars. Il primo film della saga lo sconvolse al punto da spingerlo a creare un corto in stop motion intitolato Space Wars. Nolan aveva uno zio che lavorava alla NASA e gli fornì alcuni filmati dei lanci delle missioni Apollo. Il piccolo Chris li riprese con la sua macchina da presa Super 8 e li montò nel corto, “pensando che nessuno lo avrebbe notato”. Nella origin story di Christopher Nolan, come in quella di molti di noi, George Lucas ha dunque un ruolo fondamentale.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

LEGGI ANCHE

Top Gun Maverick: il personaggio di Jennifer Connelly era presente nel primo film? 27 Maggio 2022 - 17:45

Penny Benjamin, interpretata da Jennifer Connelly in Top Gun: Maverick, era presente anche in Top Gun?

Stranger Things 4: il disclaimer per le vittime della sparatoria in Texas 27 Maggio 2022 - 17:00

Netflix ha deciso di aggiungere un disclaimer, nei soli Stati Uniti, per avvertire della violenza del primo episodio di Stranger Things 4

Gran Turismo: Neill Blomkamp alla regia del film live action per la Sony? 27 Maggio 2022 - 16:20

Secondo le fonti di Deadline è in lavorazione un lungometraggio live action su Gran Turismo e non una serie tv come emerso dalle indiscrezioni di ieri

Obi-Wan Kenobi: perché tanto noi nerd di Star Wars ci fissiamo sui dettagli (spoiler) 27 Maggio 2022 - 15:13

Ma cosa ci fa [OMISSIS] in Star Wars? E non può trovarsi degli scagnozzi migliori?

Cip e Ciop Agenti Speciali: i 30 cameo ed easter egg più fuori di testa 24 Maggio 2022 - 16:01

Un film d'animazione Disney in cui c'è DI TUTTO? Pronto!

Thor: Love and Thunder, il nuovo trailer spiegato a mia nonna 24 Maggio 2022 - 8:04

Gorr il Macellatore di Dei