L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Via col vento: la lettera di John Ridley che ha convinto HBO Max a rimuovere temporaneamente il film

Via col vento: la lettera di John Ridley che ha convinto HBO Max a rimuovere temporaneamente il film

Di Filippo Magnifico

La decisione di HBO Max di rimuovere temporaneamente Via col vento dal proprio catalogo sta facendo molto discutere.
Come sappiamo la piattaforma streaming di WarnerMedia, che ha da poco fatto il suo debutto oltreoceano, ha risposto ad un appello di John Ridley, co-sceneggiatore del film 12 anni schiavo, che ha pubblicato sul Los Angeles Times una lunga lettera per motivare la sua richiesta.
Di seguito trovate al traduzione.

La lettera di John Ridley

Le mie congratulazioni a WarnerMedia per il lancio di HBO Max. Come abbonato, sono molto contento per la varietà della programmazione e dei film offerti sulla piattaforma. Anche se sono sicuro che il servizio di streaming continuerà a migliorare nel tempo, ho una richiesta per WarnerMedia: per favore, prendete in considerazione la rimozione di Via col vento dalla vostra selezione di film.

Come regista, comprendo che i film sono spesso istantanee di momenti storici. Riflettono non solo gli atteggiamenti e le opinioni di coloro che sono coinvolti nella loro creazione, ma anche quelli della cultura prevalente. Proprio per questo, anche i film nati con le migliori intenzioni possono non riuscire a rappresentare le comunità emarginate.

Via col vento, tuttavia, rappresenta un problema a parte. Non solo “non è all’altezza” per quanto riguarda la rappresentazione. È un film che glorifica il dopoguerra nel sud. È un film che, quando non ignora gli orrori della schiavitù, si prende una pausa solo per portare in scena alcuni tra i più dolorosi stereotipi delle persone di colore.

È un film che, come parte del racconto della “Causa Persa”, romanticizza gli stati Stati Confederati, legittimando l’idea che il movimento secessionista fosse qualcosa di più, o meglio, qualcosa di più nobile di quello che in realtà era stato: una sanguinosa insurrezione per mantenere il “diritto” di possedere, vendere e comprare esseri umani.

Il film ha visto la partecipazione dei migliori talenti di Hollywood, che si sono uniti per rendere romantica una storia che in realtà non lo era mai stata. E continua a coprire coloro che affermano, in maniera totalmente falsa, che aggrapparsi all’iconografia del periodo delle piantagioni è una questione di “eredità, non di odio”.

Voglio essere molto chiaro: non credo nella censura. Non credo che Via col vento debba essere chiuso in un caveau di Burbank. Sto solo chiedendo che, dopo un opportuno periodo, il film venga reintrodotto sulla piattaforma HBO Max, insieme ad altri film che siano in grado di offrire un quadro più ampio e completo di ciò che la schiavitù e gli Stati Confederati hanno rappresentato. O forse potrebbe essere accompagnato da conversazioni sul modo di raccontare e sul perché sia importante avere molte voci che condividono storie da diverse prospettive, piuttosto che avere solo quelle che rafforzano le opinioni della cultura prevalente.

Attualmente non è presente neanche un avvertimento o un disclaimer prima del film.

So bene che togliere un film – in particolar modo un classico di Hollywood – sembri una grande richiesta. Ma non è una domanda così grande come quella dei tuoi figli che chiedono se possono unirsi alle proteste nelle strade contro l’intolleranza razziale, o quando vengono da te per chiedere cosa hai fatto per rendere il mondo un posto migliore.

In un momento in cui tutti noi stiamo cercando di capire cosa possiamo fare per combattere il bigottismo e l’intolleranza, vorrei chiedere a tutti i fornitori di contenuti di guardare nei loro cataloghi e di fare uno sforzo in buona fede per separare i contenuti che forse potrebbero essere scarsi nella rappresentazione, da quelli che sono chiaramente delle demonizzazioni.

Ho intenzione di mantenere il mio abbonamento a HBO Max. Ma spero che coloro che occupano posizioni decisionali in WarnerMedia possano capire quanto sia doloroso scorrere la biblioteca della piattaforma e vederlo elevare un film, in particolar modo, che ha contribuito a perpetuare il razzismo che sta causando rabbia e lutti per gli americani che si trovano ora nelle strade.

Il film tornerà su HBO Max

Via col vento non è stato cancellato in maniera definitiva, tornerà sulla piattaforma accompagnato da una discussione del suo contesto storico e una denuncia di tutti i contenuti ritenuti inappropriati e questo non comporterà censure o tagli di alcun tipo.

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Aggretsuko – La stagione 3 introdurrà l’unicorno Seiya, dal 27 agosto su Netflix 8 Agosto 2020 - 21:00

Un gruppo idol e un unicorno tra le nuove entrate della terza stagione dell'anime Aggretsuko, disponibile dal 27 agosto su Netflix

Woke – Trailer ufficiale per la serie Hulu con Lamorne Morris 8 Agosto 2020 - 20:00

Lamorne Morris interpreta un vignettista che apre gli occhi sulle ingiustizie del mondo nel trailer ufficiale di Woke, dal 9 settembre su Hulu.

Superworld: Jason Bateman dirigerà il film su un mondo di supereroi 8 Agosto 2020 - 18:00

La star di Ozark porterà al cinema il romanzo di Gus Krieger, in cui tutti nel mondo hanno superpoteri tranne un singolo impiegato

The Doc(Manhattan) Is In – Storie di guerra e di magia, il Game of Thrones dell’83 (più o meno) 26 Giugno 2020 - 15:45

Storia del semidimenticato Wizards and Warriors, serie fantasy anni 80 con vari personaggi in lotta per il controllo di un regno. Ricorda qualcosa?

7 cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers 19 Giugno 2020 - 15:45

Sette cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers, un super-eroe contro l’inquinamento (e gli altri mali del mondo).

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – SUPAIDAMAN, lo Spider-Man giapponese 5 Giugno 2020 - 18:45

L'incredibile storia dello Spider-Man televisivo giapponese con il suo robot gigante. E come questo ha ispirato, tra le altre cose, i Power Rangers.