L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Taika Waititi darà voce ai Maori in due film e una serie TV

Taika Waititi darà voce ai Maori in due film e una serie TV

Di Marco Triolo

Taika Waititi, regista di Jojo Rabbit e Thor: Ragnarok, ha messo in cantiere tre progetti che daranno voce al popolo Maori, gli indigeni di origine polinesiana che abitano Nuova Zelanda e Australia, di cui anche il regista fa parte. Waititi produrrà i progetti tramite la sua Piki Films. Si tratta di due film e una serie TV, tutti scritti da sceneggiatori Maori. Carthew Neal, socio di Waititi, svilupperà i progetti insieme al produttore Morgan Waru.

I progetti

Il primo film è un adattamento del romanzo The Imaginary Lives Of James Pōneke di Tina Makereti. La storia è quella di un teenager Maori che, intorno al 1840, si reca a Londra per apparire in un museo accanto a reperti Maori. Inizialmente si gode l’attenzione ed esplora l’edonismo di Londra, ma dopo un po’ si rende conto che tutti lo vedono solo come un selvaggio.

Il secondo film è un adattamento dello spettacolo comico Down The Rabbit Hole di Angella Dravid. Si tratta di uno spettacolo autobiografico che racconta di come l’autrice sia fuggita per sposare un uomo con il triplo dei suoi anni, prima di finire in un carcere femminile in Gran Bretagna. Dravid scriverà la sceneggiatura con Briar Grace-Smith.

La serie TV, Better the Blood, sarà invece incentrata su una detective Maori che deve dare la caccia a un serial killer indigeno, il cui scopo è vendicare i torti subiti dai colonizzatori neozelandesi. È creata da Michael Bennett e Jane Holland. Si tratta del primo progetto thriller per Piki Films.

Voci indigene

Le riprese dei tre progetti devono ancora iniziare, ma in Nuova Zelanda le produzioni hanno potuto riaprire i battenti e quindi è solo questione di tempo. Ci saranno anche, probabilmente, delle location in altri Paesi, ma gran parte delle riprese verrà effettuata in Nuova Zelanda. Piki sta negoziando con dei registi che, come gli sceneggiatori, saranno “voci indigene”.

Fonte: ScreenDaily

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

The Marsh King’s Daughter: Ben Mendelsohn affianca Daisy Ridley 5 Maggio 2021 - 21:00

Il film, diretto da Neil Burger e tratto da un romanzo di Karen Dionne, arriverà in Italia con Lucky Red

Red Sonja: Hannah John-Kamen protagonista del film! 5 Maggio 2021 - 20:06

Hannah John-Kamen – vista in Ant-Man and the Wasp – sarà la protagonista di Red Sonja.

Blade: Marvel alla ricerca di un regista nero, la produzione rinviata a luglio 2022 5 Maggio 2021 - 19:32

Marvel sta esaminando la stessa lista della Warner per l'assunzione di un regista nero per il cinecomic Blade, con Mahershala Ali

Perché Godzilla non è figlio di una bomba atomica (e tanto meno delle atomiche della Seconda Guerra Mondiale) 5 Maggio 2021 - 14:37

Il primo Godzilla di Ishiro Honda, nel '54, e la paura del nucleare venuta dal mare (e nata due milioni di anni prima).

STAR WARS: THE BAD BATCH – EPISODIO 1 | RECENSIONE 4 Maggio 2021 - 9:01

Debutta oggi su Disney+ Star Wars: The Bad Batch, il sequel/spin-off di The Clone Wars. Le nostre impressioni sul primo episodio.

Perché i G.I. Joe come Snake Eyes sono figli della Marvel (e dello SHIELD) 29 Aprile 2021 - 11:53

Storia breve di come Snake Eyes e i G.I. Joe che conosciamo oggi sono stati creati dalla Marvel Comics... e da un incontro casuale in un bagno.