L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Lea Michele nella bufera dopo un Tweet, ecco cosa è successo

Lea Michele nella bufera dopo un Tweet, ecco cosa è successo

Di Filippo Magnifico

Negli ultimi giorni molte star di Hollywood si sono schierate dalla parte di George Floyd.
Abbiamo visto John Boyega, i colossi di Hollywood, Arnold Schwarzenegger, Don Cheadle e Steve Carell.

A questo coro si è unita anche la star di Glee Lea Michele, che su Twitter ha scritto:

George Floyd non meritava tutto questo. Non si tratta di un incidente isolato e deve finire. #BlackLivesMatter

Le accuse

Citando L’odio, il film del 1995 scritto e diretto da Mathieu Kassovitz, verrebbe da dire “Fino a qui tutto bene“. Perché quel tweet, così giusto, così inattaccabile, si è trasformato in una miccia che ha fatto scoppiare un vero e proprio caso.
Quelle parole sono infatti state commentate da Samantha Marie Ware, volto di Jane Hayward nella sesta stagione di Glee, che ha duramente attaccato la collega:

Ricordi quando hai reso il mio primo ingaggio televisivo un inferno? Perché io non lo scorderò mai. Se non ricordo male hai detto a tutti che se ne avessi avuto l’opportunità avresti “c****o nella mia parrucca”. Oltre ad altre piccole aggressioni traumatiche che mi hanno fatto mettere in dubbio tutta la mia carriera a Hollywood.

Parole piuttosto pesanti che hanno portato Lea Michele a delle scuse. L’attrice ha detto di aver riflettuto sul suo comportamento e di essere molto dispiaciuta per il modo in cui è stata percepita, promettendo un cambiamento.
Ma quello di Samantha Marie Ware non si è rivelato uno sfogo isolato.
Altre voci si sono unite alla sua, come ad esempio Alex Newell, Dabier Snell, Jeanté Godlock, Amber Riley, Yvette Nicole Brown, tutte pronte a confermare, aggiungendo ulteriori dettagli, i comportamenti scorretti di Lea Michele.

La reazione di HelloFresh

E, come prevedibile, tutto questo sta avendo il suo impatto sull’immagine e sulla vita professionale dell’attrice.
HelloFresh, azienda che opera nel campo della ristorazione e che aveva intrapreso una collaborazione con Lea Michele, ha annunciato di aver interrotto il rapporto:

HelloFresh non perdona il razzismo né la discriminazione di alcun tipo. Siamo molto delusi nell’apprendere le recenti affermazioni riguardanti Lea Michele. Prendiamo la questione molto sul serio e abbiamo deciso di chiudere la nostra collaborazione con Lea Michele, con effetto immediato.

Al momento Lea Michele si è chiusa dentro un laconico No Comment, ma sembra proprio che con poche semplici parole sia riuscita a scatenare una bufera.

Fonte: Variety

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Animali Fantastici 3: Ci sarà una battaglia tra Newt Scamander e Gellert Grindelwald 16 Maggio 2021 - 20:00

Un'epica battaglia tra Newt Scamander e Gellert Grindelwald verrà combattuta in Animali Fantastici 3, le cui riprese sono state concluse

Il Cattivo Poeta: prima clip per il film su Gabriele d’Annunzio con Sergio Castellitto 16 Maggio 2021 - 19:00

Prima clip per Il Cattivo Poeta, il film di Gianluca Jodice con Sergio Castellitto nel ruolo di Gabriele d’Annunzio.

Crudelia – Uno spot e una clip per il film con Emma Stone 16 Maggio 2021 - 18:00

Estella è in fuga con Horace e Jasper nella nuova clip di Crudelia, il live action Disney incentrato sulle origini di Crudelia De Mon.

Love, Death & Robots, la seconda stagione 14 Maggio 2021 - 15:49

Sbarca su Netflix la seconda stagione di Love, Death & Robots: pochi robot, un po' di amore, abbastanza morti.

Venom – La furia di Carnage: sì, ma chi è Carnage, il simbionte rosso? 11 Maggio 2021 - 15:52

La storia a fumetti di Carnage, la nemesi di Venom nel secondo film del simbionte dalla lingua lunga.

Anna di Niccolò Ammaniti e il coraggio di una TV che da noi non fa nessuno 10 Maggio 2021 - 11:15

Una miniserie potente, coraggiosa e, come ogni storia di Ammaniti, in grado di prenderti il cuore e portatelo via.