L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Killers of the Flower Moon: la nuova sceneggiatura avrebbe spinto Paramount a mollare

Killers of the Flower Moon: la nuova sceneggiatura avrebbe spinto Paramount a mollare

Di Marco Triolo

Qualche giorno fa abbiamo riportato la notizia del passaggio di Killers of the Flower Moon da Paramount ad Apple. Il nuovo film di Martin Scorsese, che vedrà recitare fianco a fianco i suoi due attori feticcio – Robert De Niro e Leonardo DiCaprio – sarà ora finanziato da Apple e solamente distribuito da Paramount, anziché prodotto. La ragione pareva un semplice calcolo di budget: si diceva che Scorsese avesse chiesto ben più dei 150 milioni di dollari ipotizzati da Paramount, intorno a 225. E che Jim Gianopulos, capo di Paramount, avesse proposto al regista di rivolgersi a qualche piattaforma streaming per avere supporto economico. Ora, però, The Hollywood Reporter rivela che la vera ragione potrebbe essere un cambiamento nella nuova stesura della sceneggiatura di Eric Roth.

Rivediamo la trama

La trama di Killers of the Flower Moon, ispirata all’omonimo libro di David Grann, ruota attorno ai terribili omicidi di alcuni ricchi membri della Nazione Osage, popolazione nativo-americana di Osage County (Oklahoma), negli anni Venti, poco dopo che sotto la loro terra viene scoperto il petrolio. L’FBI, ancora in fase embrionale, si occupa delle indagini e scopre un orribile segreto dietro questa scia di violenza.

La nuova stesura

Nella stesura originale, DiCaprio avrebbe dovuto interpretare uno dei “buoni”, un agente FBI incaricato di indagare sui delitti. Nella nuova versione, invece, pare che il suo ruolo sia diventato quello del nipote del personaggio di De Niro – che sarà il villain del film. Il personaggio di DiCaprio sarà dunque un uomo combattuto, diviso tra l’amore per lo zio e le sue terribili macchinazioni.

Il progetto sarebbe dunque diventato istantaneamente meno invitante per Paramount. La fonte di THR lo descrive come un film incentrato su uno scavo psicologico, più malinconico e meno commerciale. Ma non per questo meno costoso: e questo, insieme al minore appeal commerciale, potrebbe essere ciò che ha convinto lo studio a non finanziare più il film.

In seguito alla modifica della sceneggiatura, Paramount ha dato a Rick Yorn, manager di DiCaprio, la possibilità di offrire il progetto ad altri studios, probabilmente convinta che nessuno avrebbe fatto un’offerta. Di conseguenza, questo avrebbe permesso allo studio di convincere Scorsese e DiCaprio a tornare sui loro passi e utilizzare la prima stesura. E invece Apple ha scombinato le carte.

La strategia Paramount

Paramount distribuirà il film nelle sale e, a differenza di quanto accade con Netflix, è probabile che Killers of the Flower Moon godrà di una vera finestra nelle sale. Paramount, da parte sua, riceverà solo una percentuale sugli incassi. Poca roba: basti pensare che, nel caso di The Wolf of Wall Street, similmente distribuito ma non finanziato ad Paramount, lo studio raccolse circa 20 milioni su un incasso di 392.

Eppure, secondo le fonti di THR, si tratta di una strategia a rischio bassissimo per mantenere parte dei diritti di un film diretto da uno dei più grandi autori viventi e con ottime chance di essere candidato agli Oscar.

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Ms. Marvel – L’esordiente Iman Vellani interpreterà Kamala Khan 30 Settembre 2020 - 21:30

L'esordiente Iman Vellani presterà il suo volto a Kamala Khan, la protagonista della serie Ms. Marvel dei Marvel Studios e Disney+

John Belushi rivive in un documentario Showtime, ecco il trailer 30 Settembre 2020 - 21:30

La troppo breve vita del protagonista di Blues Brothers in un docufilm con Dan Aykroyd, Jim Belushi, Ivan Reitman e tanti altri

Locke & Key: Brendan Hines entra nel cast della stagione 2 30 Settembre 2020 - 20:45

La star di The Tick sarà il nuovo, carismatico insegnante di storia dei protagonisti

The Doc(Manhattan) Is In – Storie di guerra e di magia, il Game of Thrones dell’83 (più o meno) 26 Giugno 2020 - 15:45

Storia del semidimenticato Wizards and Warriors, serie fantasy anni 80 con vari personaggi in lotta per il controllo di un regno. Ricorda qualcosa?

7 cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers 19 Giugno 2020 - 15:45

Sette cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers, un super-eroe contro l’inquinamento (e gli altri mali del mondo).

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – SUPAIDAMAN, lo Spider-Man giapponese 5 Giugno 2020 - 18:45

L'incredibile storia dello Spider-Man televisivo giapponese con il suo robot gigante. E come questo ha ispirato, tra le altre cose, i Power Rangers.