L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Alison Brie si scusa per aver dato la voce a Diane in Bojack Horseman

Alison Brie si scusa per aver dato la voce a Diane in Bojack Horseman

Di Lorenzo Pedrazzi

GUARDA ANCHE: Come Bojack Horseman è diventato il volto della depressione

Continua la parata del white guilt fra gli attori americani: ora è il turno di Alison Brie, voce di Diane Nguyen in Bojack Horseman.

L’attrice ha pubblicato un post su Instagram in cui si scusa per aver interpretato un personaggio vietnamese-americano, esprimendo il suo rimorso con le seguenti parole:

Col senno di poi, vorrei non aver prestato la voce al personaggio di Diane Nguyen. Ora capisco che persone di colore dovrebbero sempre dare la voce a persone di colore. Abbiamo perso una grande opportunità di rappresentare accuratamente e rispettosamente la comunità vietnamese-americana, e di questo sono davvero dispiaciuta. Applaudo tutti quelli che hanno lasciato i loro ruoli nei giorni recenti. Da loro ho imparato molto.

Alison Brie si riferisce a Kristen Bell, Jenny Slate e Mike Henry, che hanno rinunciato ai loro ruoli nelle serie animate Central Park, Big Mouth e I Griffin. Sulla stessa lunghezza d’onda, I Simpson hanno annunciato che gli attori bianchi non interpreteranno più i personaggi di altra etnia (come Carl e il Dr. Hibbert, ad esempio).

C’è però un punto, nelle dichiarazioni di Alison Brie e Mike Henry, che rischia di essere frainteso: “People of color should always voice people of color”, ovvero “Persone di colore dovrebbero sempre prestare la voce a persone di colore”. Detto in questi termini, sembra che gli attori non-bianchi possano doppiare solo personaggi della loro etnia, mentre invece dovrebbero avere la libertà di dare la voce a chiunque, com’è successo finora agli attori bianchi. Sicuramente non è ciò che Brie e Henry intendevano, ma l’ambiguità espressiva resta.

Il post di Alison Brie

LEGGI ANCHE:

Mike Henry lascia il ruolo di Cleveland ne I Griffin, mentre I Simpson annunciano che non avranno più attori bianchi per ruoli non-bianchi

Jenny Slate e Kristen Bell rinunciano ai loro personaggi di Big Mouth e Central Park perché vengano assegnati ad attrici nere

Bojack Horseman

Bojack Horseman si è conclusa qualche mese fa su Netflix con la sesta stagione. Ambientata in una sorta di realtà alternativa dove gli umani convivono con gli animali antropomorfi, questa bellissima, complessa e profonda serie narra le gioie (poche) e i dolori (molti) dell’eponima star televisiva, doppiata da Will Arnett.

Il creatore

Il creatore di Bojack Horseman è Raphael Bob-Waksberg, che in seguito ha ideato anche Undone con Kate Purdy.

Fonte: TV Line

Da No Time to Die a Ghostbusters, ecco le nuove date dei film 2021 (in costante aggiornamento)

Cinema chiusi fino al 27 marzo, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Zack Snyder’s Justice League sarà diviso in 6 capitoli: ecco i titoli 4 Marzo 2021 - 8:45

Zack Snyder's Justice League svela i titoli dei suoi 6 capitoli, da "Don't Count On It, Batman" a "Something Darker". L'uscita è attesa in digitale per il 18 marzo.

In The Lost Lands – Milla Jovovich e Dave Bautista diretti da Paul W. S. Anderson 3 Marzo 2021 - 22:05

Il racconto di George R R Martin diventa un film, il progetto verrà presentato a Berlino.

The Gray Man: Nel cast Billy Bob Thornton, Alfre Woodard e Regé-Jean Page 3 Marzo 2021 - 21:35

Nuove entrate nel cast del film dei fratelli Russo, le riprese di The Gray Man cominceranno tra due settimane a Los Angeles

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.