L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Netflix ha deciso di saltare tutti i festival del 2020

Netflix ha deciso di saltare tutti i festival del 2020

Di Marco Triolo

Con i festival di cinema in seria difficoltà a causa della pandemia di coronavirus, Netflix ha optato per una strategia drastica: salterà il circuito dei festival per tutto il 2020. La compagnia darà comunque la disponibilità come sponsor, ma non ha in programma di proporre alcun film ai comitati di selezione dei festival internazionali.

Tra i film in arrivo nei prossimi mesi su Netflix ci sono titoli di alto profilo come Mank di David Fincher, con Gary Oldman e Amanda Seyfried. Hillbilly Elegy di Ron Howard, con Amy Adams. I’m Thinking of Ending Things di Charlie Kaufman, con Toni Collette e Jesse Plemons. Ma Rainey’s Black Bottom di George C. Wolfe, con Viola Davis, Denzel Washington e Chadwick Boseman. E White Tiger di Ramin Bahrani. Film che i festival avrebbero accolto volentieri. Ma allora perché questa decisione?

Le ragioni di Netflix

IndieWire, che riporta la notizia, avanza due ipotesi. Primo, Netflix ora ha a disposizione ben due sale storiche, il Paris Theatre di New York e l’Egyptian Theatre di Los Angeles, di cui ha appena finalizzato l’acquisto, per le sue anteprime. Non ha dunque più bisogno di presentare i suoi film ai festival per farli vedere alla stampa in anteprima sul grande schermo. In secondo luogo, sia gli Oscar che i Golden Globes hanno recentemente cambiato – in via provvisoria – le regole di ammissione dei film per includere anche i film che non hanno potuto, o non potranno, essere proiettati al cinema. Ciò significa, nel caso specifico di Netflix, che anche se i film andranno solo in streaming potranno comunque essere candidabili. Quindi, almeno per quest’anno, i festival perdono il loro appeal come vetrina per un servizio come Netflix. A maggior ragione se gli Oscar 2021 verranno direttamente rimandati.

Resta da vedere se questa è una politica provvisoria per la compagnia di Ted Sarandos, o se è un segnale di cambio rotta anche per il futuro.

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Galline in fuga, la star Julia Sawalha non tornerà nel sequel: “Voce troppo vecchia” 12 Luglio 2020 - 11:00

Mel Gibson non ci sarà, ma ora si scopre che anche l'interprete di Ginger è stata scartata. Ma l'attrice non ci sta...

Box Office Italia: Jojo Rabbit è il film più visto nel quarto sabato di riapertura 12 Luglio 2020 - 10:31

Nel quarto venerdì delle riaperture, con 508 schermi “accesi” contro i quasi 3.300 di un anno fa, Jojo Rabbit, il film scritto e diretto da Taika Waititi, raggiunge la vetta della Top 10.

Comic-Con@Home: ecco il programma di sabato 12 Luglio 2020 - 9:00

Svelata un’altra parte del programma dell’edizione 2020 del Comic-Con di San Diego. Oggi è il turno di sabato 25 luglio, con titoli come NOS4A2 e Lovecraft Country.

The Doc(Manhattan) Is In – Storie di guerra e di magia, il Game of Thrones dell’83 (più o meno) 26 Giugno 2020 - 15:45

Storia del semidimenticato Wizards and Warriors, serie fantasy anni 80 con vari personaggi in lotta per il controllo di un regno. Ricorda qualcosa?

7 cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers 19 Giugno 2020 - 15:45

Sette cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers, un super-eroe contro l’inquinamento (e gli altri mali del mondo).

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – SUPAIDAMAN, lo Spider-Man giapponese 5 Giugno 2020 - 18:45

L'incredibile storia dello Spider-Man televisivo giapponese con il suo robot gigante. E come questo ha ispirato, tra le altre cose, i Power Rangers.