L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L’impero Colpisce Ancora – 40 Curiosità sull’Episodio V di Star Wars per i suoi 40 anni

L’impero Colpisce Ancora – 40 Curiosità sull’Episodio V di Star Wars per i suoi 40 anni

Di Andrea Suatoni

Il 21 Maggio di 40 anni fa arrivava nei cinema il secondo episodio della saga di Star Wars, che oggi risponde al titolo di Star Wars Episodio V: L’Impero Colpisce Ancora. Una saga, quasi ridondante dirlo, che ha fatto la storia del cinema e che vanta ancora oggi un fandom incredibilmente vasto, un franchise che non ha mai smesso di crescere e che continua di anno in anno ad arricchirsi sempre di più: per celebrare il quarantennale della pellicola di George Lucas, ecco una serie di ben 40 curiosità sui retroscena di L’Impero Colpisce Ancora!

1 – Per evitare ingerenze creative degli Studios, George Lucas finanziò L’Impero Colpisce Ancora completamente di tasca propria, grazie al ricavato del primo Star Wars e ad alcuni prestiti personali. Questa scelta però lo portò a dover lasciare la regia ad altri (Irvin Kershner), per ritagliarsi un ruolo da produttore a tempo pieno.

2 – La prima versione della sceneggiatura era diversissima da quella finale: erano stati inclusi personaggi come il padre di Han Solo (una figura ricca e potente della società galattica) o una sorella di Luke chiamata Nellith. Luke sarebbe stato addestrato dal fantasma di suo padre Anakin, mentre la trama avrebbe approfondito le origini della Forza.

3 – Per il primo Star Wars, solamente una parte del Millenium Falcon era stato costruito, mentre per L’Impero Colpisce Ancora si rese necessaria la costruzione di un modello a dimensioni reali della nave di Han Solo, che misurava 20 metri di diametro, 24 di lunghezza, 5 di altezza e pesava 23 tonnellate.

4 – Gli interni vennero girati negli studios di Borehamwood, a fianco a fianco con Kubrick che stava girando il suo Shining. In seguito ad un incendio che ditrusse il suo set, Kubrick chiese a Lucas di poter utilizzare parte dei suoi spazi per completare le riprese.

5 – Alla base dell’idea di ibernare Han Solo in una lastra di grafite c’era l’incertezza sulla presenza di Harrison Ford sul set del terzo film della trilogia. Ford aveva infatti sottoscritto un contratto per due sole pellicole a differenza degli altri protagonisti e aveva chiesto a Lucas di far morire Solo.

6 – L’iconico scambio di battute fra Leia e Han Solo (“Ti Amo” – ” Lo So”) fu cambiato dallo script originale (la risposta di Han sarebbe dovuta essere più simile a “Ricordatelo, Leia, perché tornerò”) poiché come appena detto il ritorno di Harrison Ford non era affatto certo.

7 – Anche riguardo Carrie Fisher ci furono dei dubbi: l’attrice iniziava a mostrare i segni delle dipendenze che le avrebbero poi segnato la vita, e la produzione non era del tutto convinta che fosse opportuno farla partecipare alle riprese.

8 – Infine, anche il ritorno di Alec Guinness sotto forma di spirito di Forza non era certo: il suo personaggio, Obi-Wan Kenobi, nei piani iniziali sarebbe dovuto sopravvivere fino al termine della trilogia, ma si decise in corsa invece la sua morte al termine del primo Star Wars: Una Nuova Speranza. Guinness se la prese molto per il fatto e Lucas dovette lottare per convincerlo a tornare sul set, ma solamente per un giorno; per protesta comunque, Guinness lavorò gratis.

9 – Negli anni, Alec Guinness ha confessato di non sentirsi a suo agio di fronte ai fan che continuavano a riconoscerlo solamente per il suo ruolo in Star Wars, al punto da iniziare a gettare direttamente nell’immondizia senza neanche aprirle le lettere dei fan.

10Billi Dee Williams, che esordisce qui con il personaggio di Lando Calrissian, era stato scartato all’ultimo per il ruolo di Han Solo, affidato poi ad Harrison Ford.

11L’Impero Colpisce Ancora detiene il “record negativo” di morti su schermo fra tutti gli episodi della saga di Star Wars: vediamo qui infatti morire “solamente” 30 personaggi.

12 – Il regista Irvin Kersher voleva che tutti i ribelli parlassero con accento americano, mentre tutti i seguaci dell’impero dovevano invece avere un accento inglese. Per far si che questo avvenisse, molti attori che rivestivano ruoli secondari furono ridoppiati.

13Carrie Fisher era molto più bassa di Harrison Ford: in alcune scene, come quella che li vede scambiarsi un bacio, l’attrice veniva fatta salire su un rialzo.

14 – Per girare il film vennero usati 8 “modelli” di R2-D2: due erano “indossabili” (sotto il metallo si nascondeva l’attore Kenny Baker), 3 erano invece radiocomandati e gli ultimi 3 erano usati come “stunt”, nelle scene in cui si prevedeva il danneggiamento del robot.

15 – Il suono prodotto da R2-D2 durante i suoi movimenti è stato realizzato in modo singolare: si tratta dell’alzacristalli elettrico di un’automobile.

16 – Il suono dell’apertura dello shuttle di Darth Vader è stato invece realizzato registrando il suono dell’apertura delle celle di un intero blocco di Alkatraz.

17Mark Hamil ha girato tutte le sue scene senza l’ausilio di controfigure, tranne la scena in cui Luke vola fuori da Cloud City.

18 – Il regista Irvin Kershner venne morso – fortunatamente senza conseguenze – da un serpente di scena (quelli che Luke trova nella “tana” di Yoda), proprio mentre rassicurava Mark Hamil che tali serpenti non fossero pericolosi.

19 – Il personaggio di Yoda, che qui fa il suo esordio nella saga, è in realtà una marionetta: a tale soluzione si arrivò dopo aver pensato moltissime alternative, addirittura anche la possibilità di far “recitare” una scimmia con indosso na maschera.

20 – Il risultato dell’animazione di Yoda, compiuta da Frank Oz (suggerito dal “padre” dei Muppets Jim Henson), fu talmente straordinario secondo George Lucas che egli cercò in tutti i modi di far candidare il burattinaio agli Oscar come Miglior Attore non Protagonista (ovviamente fallendo nell’intento).

21 – Per i tratti somatici di Yoda ci si ispirò al volto di Albert Einstein.

22 – Il primo nome scelto per il vecchio maestro di Luke non era Yoda, bensì Buffy (diminutivo di Bunden Debannen).

23 – Mark Hamil dovette rigirare la scena in cui il suo Luke sbatte la testa sul soffitto della casa di Yoda per ben 16 volte.

24 – Per le riprese del film vennero costruiti un totale di 64 set diversi.

25 – In un preciso punto de L’Impero Colpisce Ancora l’androide C-3PO rompe la quarta parete: una porta si chiude davanti a lui, che si volta verso il pubblico dicendo “Me lo aspettavo” (“How Typical” nella versione originale).

26 – Il personaggio di Boba Fett, che qui fa il suo esordio, ha solamente 5 linee di dialogo nell’intero film.

27 – Ne L’impero Colpisce Ancora compaiono per la prima volta i camminatori AT-AT (All Terrain Armored Transport), ispirati ai tripodi de La Guerra dei Mondi ed animati in stop-motion sulla base delle movenze degli elefanti.

28 – Le scene ambientate sul pianeta Hoth sono state girate in Norvegia; la produzione “approfittò” di una reale tempesta di neve per girare anche alcune scene che erano state pensate al chiuso (nei suoi piani iniziali Lucas voleva infatti ricreare proprio una tempesta di neve sul set).

29 – Leggenda vuole (in realtà, la sequenza è troppo veloce per capire se ci sia un fondo di verità), che nella scena in cui il Millenium Falcon passa attraverso uno sciame di asteroidi siano visibili fra questi una patata ed una scarpa.

30 – Prima della fine delle riprese, Mark Hamil venne coinvolto in un incidente stradale, ferendosi visibilmente al volto: per non allungare i tempi di produzione, la leggenda vuole che venne aggiunta una scena durante la lotta con il Wampa che giustificava tali ferite. In realtà, tale scena era già parte del progetto iniziale, che prevedeva poi una cura miracolosa per Luke: fu quest’ultima scena invece ad essere tagliata.

31 – La scena in cui Luke all’interno della caverna del Wampa chiama a sé la spada laser con il potere della Forza venne realizzata in modo semplicissimo: il regista riprese Hamil che gettava la spada lontano, per poi rimontare la sequenza al contrario.

32 – Le luci usate per gli effetti speciali analogici erano talmente forti che in più di un’occasione sono arrivate a sciogliere i modellini delle astronavi.

33 – In alcune riprese da lontano degli hangar della resistenza, gli attori sullo sfondo sono in realtà dei bambini: venne usato questo semplice “trucco” per far apparire tali spazi più grandi di quanto in realtà fossero.

34L’Impero Colpisce Ancora è il primo film della saga ad aver ispirato un videogioco legato al franchise: si tratta di Star Wars: The Empire Strikes Back, per Atari 2600, uscito nel 1982.

35 – Come gli altri film della saga originale, anche L’Impero Colpisce Ancora è stato modificato in alcune versioni home video successive. La modifica più visibile è l’aggiunta dell’attore Ian McDiarmid, che riprese dalle versioni riviste del 2004 il ruolo di Palpatine (già interpretato al tempo nei primi due film della saga prequel) sostituendo il suo volto a quello degli attori che precedentemente lo avevano interpretato.

36 – Il film fu l’incasso cinematografico maggiore del 1980, con ben 548 milioni di dollari incassati a fronte di un budget stimato di 33 milioni.

37 – Una delle frasi più iconiche del franchise, che ricorre in ogni film di Star Wars, è la classica “Ho un gran brutto presentimento”. Ne L’Impero Colpisce Ancora viene pronunciata da Leia.

38 – La frase simbolo del film, “Luke, sono tuo padre” viene in realtà citata in modo sbagliato: la frase “reale” è “No, io sono tuo padre”.

39 – Alla sua uscita, L’Impero Colpisce Ancora fu accolto freddamente dalla critica, soprattutto in base al paragone con il primo film della trilogia. I passaggi in tv e la diffusione home video ribaltarono l’opinione comune.

40 – Lucas era talmente ossessionato dall’idea che il finale potesse venir spoilerato e filtrasse prima dell’uscita del film nelle sale che mentì quasi a tutti i membri del cast e della produzione: sul set, durante le riprese Darth Vader dice infatti a Luke “Obi-Wan ha ucciso tuo padre”, mentre l’iconica “No, io son tuo padre” verrà aggiunta solamente in fase di doppiaggio.

A PARTIRE DAL 15 GIUGNO I CINEMA POTRANNO RIAPRIRE. QUI tutte le linee guida che ogni sala dovrà seguire per garantire la sicurezza del pubblico e dei lavoratori.

CORONAVIRUS: QUI l'elenco completo, in costante aggiornamento, di tutti i principali blockbuster che hanno subito uno slittamento sulla data di uscita o hanno optato per una distribuzione digitale.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Attack on Titan – L’ultima stagione animata da MAPPA rinviata, e un film riassuntivo 30 Maggio 2020 - 1:04

L'ultima stagione di Attack on Titan sarà animata dallo studio MAPPA, ecco lo staff, le dichiarazioni, il PV e la visual. La messa in onda è stata rinviata. Inoltre il trailer e la visual di Shingeki no Kyojin: Chronicle un film riassuntivo dei primi 59 episodi dell'anime.

Netflix ha deciso di saltare tutti i festival del 2020 29 Maggio 2020 - 20:45

La compagnia di Ted Sarandos ha scelto una strategia drastica nell'anno del coronavirus

Harley Quinn: Tutti i film in arrivo con protagonista l’antieroina interpretata da Margot Robbie 29 Maggio 2020 - 20:30

Quanti e quali film con protagonista il personaggio simbolo del DCEU arriveranno nei prossimi anni? Ecco tutto ciò che sappiamo riguardo il futuro sul grande schermo di Harley Quinn!

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – Thunderbirds 15 Maggio 2020 - 17:28

Storia dei Thunderbirds, la serie in "Supermarionation" che ha influenzato in modo incredibile il mondo della TV e quello degli anime.

L’isola del tesoro, la miniserie di fantascienza RAI dell’87 (FantaDoc) 6 Maggio 2020 - 12:15

La versione fantascientifica de L'Isola del Tesoro della RAI: storia di un ambizioso progetto italiano... che ha avuto maggior fortuna all'estero.

7 cose che forse non sapevate su Coccinella 20 Aprile 2020 - 14:00

Sette curiosità sull'anime di Coccinella, la bambina con gli zoccoli giganti, tanti fratelli e una banda di animali al seguito.