L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
John Wick Hex: il gun-fu che non t’aspetti – La recensione del videogioco

John Wick Hex: il gun-fu che non t’aspetti – La recensione del videogioco

Di Marco Lucio Papaleo

Quanto sappiamo davvero su John Wick? Pensateci: dopo tre film, della sua vita conosciamo ancora davvero poco, perlopiù dedotto dai dialoghi con chi lo conosce bene e ha avuto a che fare con lui in passato.
Anche considerando ciò, Lionsgate ha ben pensato di proporci il primo di una (presumiamo) possibile schiera di prequel alla saga cinematografica: John Wick Hex. Come primo esperimento si è passato non a un fumetto o un corto animato, quanto a un videogioco, alla ricerca di un posto in questo mercato sempre più preponderante nel campo dell’entertainment odierno.

Essere John Wick

John Wick Hex
Pensando al genere d’appartenenza della pellicola originale e al suo stile, avrete sicuramente immaginato un picchiaduro a scorrimento in stile Streets of Rage (o meglio ancora, vista l’importanza degli scontri a fuoco, il Classico “The Punisher” di Capcom!) o magari un action adventure alla Uncharted, con un bel mix tra combattimenti fisici e sparatorie in terza persona… e invece no!
John Wick Hex è uno strategico in tempo (semi)reale, che molto intelligentemente mixa la necessità di fare i conti con un budget limitato da parte degli sviluppatori con l’idea originale di impersonare John non tanto nel comparto atletico/marziale quanto in quello della fine tattica marziale: e in questo si nota quanto il noto game designer Mike Bithell sia un fan dell’opera originale, riportando le dinamiche decisionali che vediamo nei film. Avrete sicuramente fatto caso, infatti, che John non mena mai fendenti a caso, ma analizza la situazione nei suoi dintorni per capire, in una manciata di istanti, quali possano essere le mosse più funzionali per cavarsi d’impaccio; le frazioni di secondo guadagnate schivando, riparandosi dietro una colonna o approfittando di uno stordimento possono essere fondamentali per riprendere fiato o ricaricare l’arma. Queste dinamiche sono perfettamente replicate nel gioco, con John che si muove su una mappa a caselle esagonali in stile boardgame con l’obiettivo di arrivare alla fine del percorso ancora vivo, eliminando ogni singolo ostacolo sul suo cammino.
Per certi versi, il titolo ricorda il vecchio ma indimenticato UFO: Enemy Unknown, in un continuo gioco di azioni e reazioni, ma la particolarità del tutto è il non essere un “semplice” strategico a turni, dato il gameplay fluido gestito da una barra temporale simile a quella di un programma di montaggio audio/video: ogni singola azione di John e dei suoi nemici ha una sua precisa tempistica, facilmente calcolabile, così come una percentuale di riuscita o una sua utilità. Riuscire a capire quando attaccare, quando difendersi e quando prendere terreno diventa presto un esercizio di calcolo fondamentale quanto divertente, e soprattutto mai scontato.
Il gioco, difatti, per quanto semplice da imparare vista la quantità tutto sommato abbastanza limitata di azioni disponibili, è piuttosto vario nelle situazioni e nel level design e anche discretamente sfidante, con molti momenti concitati che richiedono una certa pianificazione. Arrivare trionfante alla fine del livello e godersi il replay in tempo reale dell’azione è molto soddisfacente, soprattutto se si riesce ad adottare uno stile di gioco funzionale o se si gioca nella modalità più difficile, in cui non c’è pausa tra un’azione e l’altra ma bisogna decidere ogni mossa nell’arco di sette secondi.

HEX

John Wick Hex
La storia del gioco, ambientata prima che John incontrasse Helen, è un pretesto di lusso, dato che a dar le voci a Winston e Charon nelle cut scene animate sono gli stessi attori del cinema, ovvero Ian McShane e Lance Reddick, mentre il cattivissimo e anticonformista Hex è interpretato da Troy Baker, piccola grande leggenda del doppiaggio videoludico (basti dire che è Joel in The Last of Us, tra i suoi tanti ruoli).
Keanu Reeves non è stato direttamente coinvolto, ma le movenze del personaggio, per quanto possibile, sono le sue, così come le sue attitudini al combattimento.

Originale e divertente, ma non per tutti

John Wick Hex
In sostanza, per quanto perfettibile e, soprattutto, espandibile a livello di mosse e avversari, John Wick Hex è una piccola chicca di originalità che non tenta la via del facile tie-in d’azione ma si rivolge a un pubblico attento e paziente, la cui perizia sarà certamente premiata. Chi invece vuole solo menar le mani, sulla scia delle premesse della saga cinematografica, resterà probabilmente deluso.

Dove lo trovo?

Il titolo è disponibile per PC da un po’ di tempo (lo trovate su EpicGames Store), mentre è fresco di uscita sul PlayStation Store, in versione PS4.

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Agents of S.H.I.E.L.D. – Il cast saluta la serie in vista del finale [VIDEO] 11 Agosto 2020 - 21:45

Dopo ben sette stagioni, la serie Marvel Agents of S.H.I.E.L.D. si chiuderà con un doppio finale. Per l’occasione è stato diffuso un nuovo video con il cast, la crew e gli autori della serie.

Run: il thriller con Sarah Paulson rinuncia al cinema, arriverà su Hulu 11 Agosto 2020 - 21:00

Anche Run, il thriller diretto da Aneesh Chaganty con protagonista Sarah Paulson rinuncia all’uscita cinematografica a causa dell’emergenza Covid-19.

The Umbrella Academy: La spiegazione del finale della seconda stagione 11 Agosto 2020 - 20:30

Il finale di The Umbrella Academy, fra viaggi temporali e realtà alternative, solleva moltissime domande: ecco la nostra analisi!

The Doc(Manhattan) Is In – Storie di guerra e di magia, il Game of Thrones dell’83 (più o meno) 26 Giugno 2020 - 15:45

Storia del semidimenticato Wizards and Warriors, serie fantasy anni 80 con vari personaggi in lotta per il controllo di un regno. Ricorda qualcosa?

7 cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers 19 Giugno 2020 - 15:45

Sette cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers, un super-eroe contro l’inquinamento (e gli altri mali del mondo).

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – SUPAIDAMAN, lo Spider-Man giapponese 5 Giugno 2020 - 18:45

L'incredibile storia dello Spider-Man televisivo giapponese con il suo robot gigante. E come questo ha ispirato, tra le altre cose, i Power Rangers.