L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
E.T. L’extra-terrestre – Curiosità sul film cult di Steven Spielberg

E.T. L’extra-terrestre – Curiosità sul film cult di Steven Spielberg

Di Andrea Suatoni

Stasera 29 Aprile Italia 1 trasmetterà uno dei film più commoventi della storia del cinema: E.T. – L’Extra-Terrestre di Steven Spielberg ha commosso intere generazioni fin dalla sua uscita nelle sale nel 1982 ed è ancora oggi un cult apprezzatissimo. Siamo certi che in moltissimi stasera torneranno a rivivere la storia di Elliott e del suo amico alieno: nel frattempo, ecco una serie di interessanti curiosità che svelano alcuni retroscena inediti della pellicola!

1 – L’idea per il film venne a Steven Spielberg in seguito al suo Incontri Ravvicinati del Terzo Tipo: inizialmente il regista aveva pensato alla storia di una famiglia di campagna terrorizzata da un gruppo di alieni, ma il progetto in seguito cambiò radicalmente, anche sulla base di alcuni ricordi tornati alla mente di Spielberg riguardo un amico immaginario alieno che da ragazzino aveva inventato per far fronte al divorzio dei genitori.

2 – La sceneggiatura del film fu scritta da Spielberg e dalla sceneggiatrice Melissa Mathison, allora fidanzata di Harrison Ford (i due si sono sposati nel 1983 per poi divorziare nel 20o4), durante la lavorazione del film I Predatori dell’Arca Perduta; in un rush di flusso creativo, i due ultimarono una prima bozza i soli in soli 8 giorni.

3 – L’aspetto di E.T. fu curato dall’italiano Carlo Rambaldi, che aveva da poco vinto un Oscar per gli effetti speciali grazie al film Alien del 1979. Sotto l’attenta direzione di Spielberg, che non voleva affatto che l’alieno risultasse piacevole agli occhi (“Brutto come una tartaruga senza guscio” pare siano state le esatte parole del regista), Rambaldi realizzò un alieno di bassa statura, con piedi e arti sproporzionati, ed un viso che risultava dall’unione dei volti di Carl Sandburg, Albert Einstein, Ernest Hemnigway e… un carlino. Il particolare “mix” gli valse il secondo Oscar per gli effetti speciali.

4 – La realizzazione tecnica di E.T. avvenne tramite la costruzione di 4 diversi modelli in scala 1:1, con altrettante diverse teste che venivano montate su di esso (ognuna della quali riproduceva un’espressione diversa). Venne realizzato anche un costume per le scene in movimento, che venne indossato alternativamente da due nani e da un bambino nato senza gambe, Matthew DeMeritt.

5 – La voce di E.T. era invece quella dell’attrice 68enne Pat Walsh, che da accanita fumatrice gli conferì i toni inconfondibilmente rochi con i quali è passato alla storia.

6 – Il giovane Henry Thomas si aggiudicò il ruolo del protagonista Elliot sbaragliando più di 300 attori alle audizioni: la scena richiesta durante il provino era la più toccante del film, ovvero l’addio fra Elliot ed il suo amico alieno. Pensando con tristezza al suo cane, morto da alcuni mesi, il ragazzino si commosse durante la scena, riuscendo a convincere e commuovere anche lo stesso Spielberg.

7 – Fra le attrici che si presentarono alle audizioni per il ruolo della piccola Gertie, affidato poi a Drew Barrymore, c’erano anche Juliette Lewis e Sarah Michelle Gellar.

8 – L’iconica scena della bicicletta, in cui Elliot ed E.T. solcano i cieli con una enorme luna sullo sfondo, è in realtà una citazione ad un classico italiano, Miracolo a Milano (uscito nei cinema nel 1951) del nostro De Sica, in cui i protagonisti volano però a cavallo di una scopa.

9Harrison Ford sarebbe dovuto comparire nel film, nel ruolo del preside della scuola di Elliott: la scena contenente il suo cameo fu girata ma poi non inserita nel prodotto finale, poiché il regista temeva che avrebbe distolto l’attenzione del pubblico.

10Corey Feldman sarebbe invece dovuto apparire come il miglior amico di Elliott: aveva passato i provini ed iniziato a studiare la sua parte, ma questa fu infine tagliata interamente prima di iniziare le riprese, poiché Spielberg e la produzione si accorsero che il racconto avrebbe funzionato molto meglio se Elliott fosse stato un po’ più solitario. Spielberg affidò poi a Feldman per scusarsi un simile ruolo da co-protagonista in Gremlins.

11E.T. – L’extra-terrestre è il film che in assoluto vanta il record della più lunga presenza continuativa nelle sale: il suo successo fu tale che la pellicola fu proiettata nei cinema per più di un anno. Al secondo posto, con “sole” 44 settimane, troviamo il primo Star Wars, mentre il primo Ritorno al Futuro è al terzo posto con 37 settimane.

12 – Alcune informazioni inedite su E.T. sono state rivelate da Steven Spielberg in delle interviste, mentre altre ancora sono diventate canoniche grazie alla trasposizione del film in romanzo. Sappiamo quindi ora che E.T. ha circa 10 milioni di anni e che la sua razza deriva da un’evoluzione vegetale (si tratta quindi di una sorta di “pianta senziente”)

13 – Nel film del 1999 Star Wars – La Minaccia Fantasma, appare in un cameo la razza aliena di cui fa parte E.T. durante una scena che riproduce una seduta del senato galattico. In E.T. – L’Extra-Terrestre inoltre, l’alieno sembra vedere in un costume di Halloween di Yoda una razza da lui conosciuta, segno per molti che le due pellicole siano intese come ambientate nello stesso universo.

14 – Spielberg decise di girare il film in rigoroso ordine cronologico: voleva che al termine delle riprese, l’addio dei protagonisti ad E.T. risultasse davvero emotivo per gli attori, giunti alla fine del loro “viaggio” con l’alieno proprio come i protagonisti che interpretavano.

15 – Spielberg e Melissa Mathison iniziarono a lavorare ad un sequel del film, che si sarebbe dovuto chiamare Nocturnal Fears: in esso Elliott sarebbe stato rapito da una razza aliena nemica di quella di E.T. ed il suo amico extraterrestre sarebbe corso al suo salvataggio. Il film avrebbe svelato anche il vero nome di E.T., ovvero Zreck. Il concept però rimase solamente un’idea in via di definizione e non arrivò mai a concretizzarsi.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

The Eyes of Tammy Faye: pioggia di clip per il film con Jessica Chastain e Andrew Garfield 19 Settembre 2021 - 13:00

Ecco le prime clip di The Eyes of Tammy Faye, film di Michael Showalter ispirato alla vera storia dei telepredicatori Jim Bakker e Tammy Faye Bakker.

Cinema: ANICA sulla mancata decisione del ritorno alla massima capienza nelle sale 19 Settembre 2021 - 12:27

Il presidente Luigi Lonigro dell'Unione Editori e Distributori ANICA commenta sulla mancata decisione da parte del Consiglio dei Ministri in merito al ritorno alla massima capienza nelle sale

C’è qualcuno in casa tua – Il trailer dell’horror prodotto da James Wan, in arrivo il 6 ottobre su Netflix 19 Settembre 2021 - 12:00

Atmosfere da meta-horror adolescenziale degli anni Novanta nel trailer di C'è qualcuno in casa tua, film di Patrick Brice tratto dal romanzo di Stephanie Perkins.

He-Man and the Masters of the Universe, la recensione 16 Settembre 2021 - 9:30

Un godibilissimo remake della storia di He-Man e dei Masters, per ragazzini di ogni età (pure sopra i quaranta, sì).

Guida pratica al mondo di Dune 14 Settembre 2021 - 9:15

Dai film ai videogiochi, da Star Wars a Miyazaki, tutto quello che è nato dal romanzo di Dune (che nessuno voleva pubblicare).

Star Trek, i 55 anni del sogno di Gene Roddenberry 8 Settembre 2021 - 15:51

Cinquantacinque anni fa andava in onda il primo episodio di Star Trek, "la carovana del vecchio West lanciata nello spazio".