L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Diavoli: cosa sappiamo sulla serie con Alessandro Borghi e Patrick Dempsey

Diavoli: cosa sappiamo sulla serie con Alessandro Borghi e Patrick Dempsey

Di Marco Triolo

Viviamo in un’epoca in cui le fiction delle TV generaliste non sono più i soli prodotti che possiamo aspettarci dalla serialità italiana. Sky, e a ruota Netflix, hanno iniziato a produrre serie di qualità alta, in linea con gli standard della televisione moderna. Diavoli, serie sull’alta finanza interpretata da un cast internazionale guidato da Alessandro Borghi e Patrick Dempsey, è l’ultimo esempio di questa tendenza. Recitata in inglese, girata a Londra ma prodotta in Italia (da Lux Vide e Sky Studios), la serie ha la stessa ambizione che troviamo in The Young Pope e The New Pope: quella di inserire l’Italia in un contesto globale andando oltre i luoghi comuni solitamente associati al nostro Paese.

Diavoli debutta oggi, 17 aprile, su Sky Atlantic e Sky Cinema Uno in prima serata. Ecco che cosa sappiamo finora della serie, i dettagli necessari per prepararvi al meglio alla visione.

Il trailer

Ce lo rivediamo:

È tratta da un romanzo

Alla base della serie c’è il romanzo I diavoli di Guido Maria Brera, uscito nel 2014. Il romanzo contiene elementi autobiografici: Brera, nato e cresciuto a Roma, si è trasferito a Londra per lavorare nella finanza. Con I diavoli ha esordito nella narrativa ed è stato anche uno dei promotori della fondazione della casa editrice La nave di Teseo.

La trama

Come nel caso del romanzo, Diavoli è incentrata su Massimo Ruggero (Borghi), italiano trasferitosi a Londra in giovane età e diventato Head of Trading della New York London Investment Bank, una delle maggiori banche d’investimento della City. Massimo è stato cresciuto nel mondo finanziario da Dominic Morgan (Dempsey), CEO della banca. Quando Massimo è a un passo dall’essere premiato con la carica di vice CEO, l’apparente suicidio di un collega e uno scandalo che coinvolge l’ex moglie di Massimo portano Dominic a negargli la promozione. Massimo è determinato a scoprire la verità su quanto successo, ma scoprirà presto di essere al centro di una guerra finanziaria intercontinentale. Trovatosi a fronteggiare i Diavoli che governano nell’ombra i destini del mondo, Massimo dovrà scegliere se combatterli o unirsi a loro.

Il cast

Oltre a Borghi e Dempsey, nel cast vedremo Kasia Smutniak (nei panni della moglie di Morgan), Laia Costa, Malachi Kirby, Pia Mechler, Harry Michell e Lars Mikkelsen.

Gli autori

La serie è stata sviluppata da Ezio Abbate, sceneggiatore di Suburra – La serie. Gli sceneggiatori sono Abate, Alessandro Sermoneta, Mario Ruggeri, Elena Bucaccio, Guido Maria Brera, Chris Lunt, Michael Walker, Ben Harris, Daniele Cesarano e Barbara Petronio. Alla regia troviamo invece Nick Hurran, anche produttore esecutivo. Hurran ha ricoperto la stessa carica nella serie Netflix Altered Carbon.

La produzione

La serie è prodotta da Lux Vide e Sky Studios. Luca Bernabei, amministratore delegato di Lux Vide, è il produttore. I produttori esecutivi sono Marc B. Lorber, Chris Lunt e Michael A. Walker.

Gli orari

Il primo episodio di Diavoli andrà in onda questa sera (17 aprile) alle 21.15 su Sky Atlantic e Sky Cinema Uno. E in replica su Sky Atlantic Maratone alle 22.20 e di nuovo su Sky Atlantic alle 23.05.

Ci sarà una seconda stagione

Sky ha già annunciato la seconda stagione della serie durante una presentazione alla stampa avvenuta da remoto, per via della pandemia di COVID-19. La prima stagione è composta da dieci episodi: si suppone che anche la seconda lo sarà.

I primi due episodi si lanciano a capofitto negli eventi, senza lasciare respiro e senza tenere troppo per mano il pubblico, che dovrà districarsi tra i misteri dell’alta finanza. Stilisticamente, la serie è curata nei minimi dettagli, dall’opulenza degli interni e dei costumi, alla freddezza della fotografia e dell’accompagnamento musicale elettronico. A questo però si accompagna una tendenza ad affidarsi ai cliché di questo tipo di storie, che a tratti rende il tutto un po’ troppo famigliare. Staremo a vedere come si evolverà la serie, soprattutto perché nelle prime due puntate vengono gettate solo le basi per la crescita del protagonista, che invece sarà il piatto forte del resto della serie.

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

The Batman – La serie non sarà Gotham Central, ma uno spin-off su Gordon 18 Aprile 2021 - 19:00

Ed Brubaker rivela che l'annunciata serie per HBO Max, spin-off di The Batman, non sarà un adattamento di Gotham Central, ma avrà James Gordon come protagonista.

Zack Snyder’s Justice League – Ecco il concept art di Kilowog 18 Aprile 2021 - 18:00

Jerad S. Marantz ha svelato il suo concept art per Kilowog in Zack Snyder's Justice League, dove la Lanterna Verde appare in un cameo.

Shang-Chi – La pagina Twitter è stata aggiornata, i fan sperano nel trailer 18 Aprile 2021 - 17:00

Il profilo Twitter di Shang-Chi and the Legend of the Ten Rings è stata aggiornata, e i fan sperano che la Marvel sveli il primo trailer.

Il film di Gundam: la seconda (ma in realtà terza, e pure quarta) sortita live action del Mobile Suit Bianco 15 Aprile 2021 - 17:00

Storia breve di come un anime flop è diventato uno dei simboli pop più celebri del Giappone e un'industria pazzesca. E delle paure che un film hollywoodiano ora si porta dietro.

MCU: chi sono e da dove vengono Ayo e le altre Dora Milaje di Wakanda 14 Aprile 2021 - 9:27

Le origini nei fumetti Marvel (e la storia VERA) delle Dora Milaje di Black Panther, riapparse ora in The Falcon and the Winter Soldier.

LOL – Chi ride è fuori, i comici italiani e la TV giapponese 9 Aprile 2021 - 14:37

Si è concluso ieri su Amazon Prime Video LOL, chi ride è fuori, game show a puntate che ha suscitato polemiche e discussioni su cosa fa ridere e cosa no.