L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Woody Harrelson al posto di Jason Statham in The Man From Toronto

Woody Harrelson al posto di Jason Statham in The Man From Toronto

Di Marlen Vazzoler

Circa una settimana fa Jason Statham, in trattative per un ruolo nella commedia d’azione The Man From Toronto, ha improvvisamente lasciato il progetto. Motivo? Divergenza d’opinione sul rating della pellicola diretta da Patrick Hughes (I mercenari 3, Come ti ammazzo il bodyguard).

Secondo tre fonti di THR dopo aver accettato di far parte del film, pare che Statham abbia avanzato all’ultimo minuto la seguente richiesta: il progetto doveva includere del materiale che garantisse un rating R.

E qui nasce il problema. I dirigenti della Sony vogliono fare un film destinato ai quattro quadranti, quindi un PG-13.

L’abbandono

A questo punto l’attore si è rivolto alla sua agenzia, la WME, per lasciare il film. Il suo team che aveva già negoziato per una commissione di $10 milioni, secondo una fonte, gli ha consigliato di rimanere a bordo.

L’agenzia gli ha fatto notare che oltre a perdere i soldi, uscire all’ultimo minuto da un film prodotto da uno studio non l’avrebbe messo in buona luce. Sony inoltre era disposta a pagare lo stipendio a otto cifre solo perché il film avrebbe avuto un rating PG-13.

Non avendo ancora firmato il contratto, Statham se né andato a sei settimane dall’inizio delle riprese in Canada. A questo punto è saltato anche il rapporto tra l’attore e i suoi agenti.

Richieste non ortodosse

Non è la prima volta che Statham avanza richieste inusuali. Come ben sappiamo nei suoi contratti per i film di Fast & Furious c’è una clausola che vieta che il suo personaggio venga picchiato troppo. Una richiesta fatta anche da Vin Diesel e Dwayne Johnson.

Ma i suoi agenti della WME hanno apparentemente posto un limite sulle richieste dei contenuti da modificare, nel caso in cui abbiamo un impatto sui profitti dello studio.

Uno scontro tra assassini

THR riporta che Woody Harrelson, che ha lavorato per la Sony ai due film di Zombieland e di Venom, sostituirà l’attore.

La pellicola scritta da Robbie Fox, e ideata da Fox e Jason Blumenthal, ruota attorno a un caso di scambio d’identità. Tutto inizia quando l’assassino più letale del mondo, conosciuto come l’Uomo di Toronto, e un buono a nulla di New York s’imbattono l’uno nell’altro in un Airbnb. Ne consegue uno scontro di personalità e tra assassini mortali.

The Man From Toronto verrà distribuito il 20 novembre.

Fonti THR, THR

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

LEGGI ANCHE

Box Office Giappone: One Piece Film Red è ufficialmente il film di maggior successo del franchise 19 Agosto 2022 - 0:07

Dopo 13 giorni One Piece Film Red ha superato ¥8 miliardi al Box Office Giapponese, ha venduto 5,7 milioni di biglietti, superando così i 5.67 milioni di One Piece Film Z (2012).

Finalmente l’alba: anche Joe Keery di Stranger Things nel film di Costanzo 18 Agosto 2022 - 21:30

Keery affiancherà Willem Dafoe e Lily James nel film di Saverio Costanzo, le cui riprese si svolgeranno in Italia

American Gigolo: nuovo trailer per la serie con Jon Bernthal 18 Agosto 2022 - 20:45

La serie, ispirata al film di Paul Schrader con Richard Gere, debutterà in USA il 9 settembre, e ora ne possiamo vedere il secondo trailer

She-Hulk e una quarta parete infranta da oltre trent’anni 18 Agosto 2022 - 11:20

Come She-Hulk, un'eroina a fumetti nata per paura, è stata trasformata in uno dei personaggi Marvel più ironici di sempre.

Better Call Saul, il finale: “meglio non chiamarlo Saul” [SPOILER] 16 Agosto 2022 - 15:23

La fine di un viaggio sorprendente, un finale da storia della TV: le nostre considerazioni sull'ultimissimo episodio di Better Call Saul.

The Sandman: i fan del fumetto possono dormire sonni tranquilli (recensione senza spoiler) 5 Agosto 2022 - 9:01

Neil Gaiman aveva ragione a proposito della trasposizione fedele. Ma The Sandman può piacere anche a chi il fumetto non l'ha mai letto?