L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
La storia del logo Columbia Pictures e di Jennifer Joseph, la Torch Lady

La storia del logo Columbia Pictures e di Jennifer Joseph, la Torch Lady

Di Filippo Magnifico

Gli appassionati di cinema conoscono molto bene il logo della Columbia Pictures. Nasce nel 1924 e mostra una donna, conosciuta in tutto il mondo come la “Torch Lady”.

A quel tempo, negli anni ’20, la Columbia è una casa di produzione cinematografica specializzata in film a basso budget, per la maggior parte Wester, e sta cercando di imporsi sul mercato con una nuova veste.
Per il logo decide di optare su qualcosa di rassicurante, in grado di raggiungere immediatamente il cuore del pubblico americano.

Citando Ghostbusters 2, serve “Un che di buono. Un che di degno. Un che di puro“.
Serve, in poche parole, la donna più famosa d’America: la Statua della Libertà, che diventa la principale fonte di di ispirazione.

Quel logo, così imponente, così rassicurante, passa attraverso diverse trasformazioni, aggiornandosi con i tempi ma mantenendo sempre la stessa solennità.
Fino ai primi anni ’90, quando il marchio ha bisogno di un ulteriore svecchiamento.
È a quel punto che interviene Michael Deas, l’artista incaricato dalla compagnia di ridipingere il logo.
Deas non viene contattato direttamente dalla Columbia, al tempo impegnata con una profonda riorganizzazione. La riprogettazione è gestita da uno studio di design con sede a Los Angeles, The Mednick Group.

I lavori durano mesi e mentre si cerca il volto giusto per la nuova “Torch Lady” vengono fatti i consueti scatti di prova, utili per agevolare il lavoro.
Delle foto si occupa Kathy Anderson, che si avvale dell’aiuto, come modella provvisoria, di Jennifer Joseph, sua assistente.
Kathy organizza un set fotografico nel suo appartamento di New Orleans, veste di bianco e celeste la sua amica Jenny, le chiede di stringere nella sua mano un candelotto collegato alla corrente elettrica.

Il risultato? Perfetto, a tal punto che la ricerca di una modella diventa inutile e quegli scatti vengono usati per la nuova versione del logo.


Il logo della Columbia Pictures e la foto di Kathy Anderson.

La giovane Jennifer, grafica pubblicitaria, entra così nella storia del cinema. Praticamente per caso.

L’evoluzione del logo Columbia Pictures

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Supernatural: un nuovo trailer in attesa degli ultimi episodi 27 Settembre 2020 - 11:00

Si avvicina la fine di Supernatural, per ingannare l'attesa ecco un nuovo trailer. Come sappiamo, gli ultimi episodi della serie verranno trasmessi negli Stati Uniti a partire dal prossimo 8 ottobre.

Box Office Italia: testa a testa per Il Giorno Sbagliato e Padrenostro 27 Settembre 2020 - 10:00

Il giorno sbagliato, il film di Derrick Borte con protagonista Russell Crowe, continua a dimostrarsi il favorito del pubblico. Seconda posizione per Padrenostro con Pierfrancesco Favino, mentre a completare il podio troviamo Tenet.

Il problema dei tre corpi: la serie è già al centro di polemiche, la risposta di Netflix 27 Settembre 2020 - 9:00

Come sappiamo, Netflix trasformerà in una serie Il problema dei tre corpi, il romanzo fantascientifico dello scrittore cinese Liu Cixin. Il progetto è già finito al centro di una polemica.

The Doc(Manhattan) Is In – Storie di guerra e di magia, il Game of Thrones dell’83 (più o meno) 26 Giugno 2020 - 15:45

Storia del semidimenticato Wizards and Warriors, serie fantasy anni 80 con vari personaggi in lotta per il controllo di un regno. Ricorda qualcosa?

7 cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers 19 Giugno 2020 - 15:45

Sette cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers, un super-eroe contro l’inquinamento (e gli altri mali del mondo).

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – SUPAIDAMAN, lo Spider-Man giapponese 5 Giugno 2020 - 18:45

L'incredibile storia dello Spider-Man televisivo giapponese con il suo robot gigante. E come questo ha ispirato, tra le altre cose, i Power Rangers.