L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Hugh Jackman ricorda Logan a tre anni dall’uscita

Hugh Jackman ricorda Logan a tre anni dall’uscita

Di Lorenzo Pedrazzi

LEGGI ANCHE: La recensione di Logan

Il franchise degli X-Men targato 20th Century Fox non si è concluso nel migliore dei modi, ma potrà sempre vantare uno dei picchi assoluti nell’ambito delle trasposizioni fumettistiche: si tratta ovviamente di Logan, il sorprendente film di James Mangold che ha stravolto la figura di Wolverine e l’intero retaggio dei supereroi, guardando al western crepuscolare e alla New Hollywood.

Ebbene, sono passati tre anni dalla distribuzione di Logan nelle sale americane, e Hugh Jackman ha dedicato un commosso ricordo ai suoi anni da mutante artigliato, terminati proprio con quel memorabile canto del cigno:

Tre anni fa, in questo giorno, LOGAN fu distribuito nelle sale. Grazie per i molti (e intendo veramente TANTI) anni di sudore, pollo al vapore e il ruolo di una vita!

Hugh Jackman ha interpretato Wolverine per ben nove volte, considerando anche i camei in X-Men: L’inizio e Apocalisse. Una dedizione notevole, accompagnata da grandi sforzi atletici e alimentari per mantenere la giusta forma fisica: il risultato è una performance iconica, al punto che l’eroe è identificato da molti con l’attore australiano. Per i Marvel Studios non sarà facile sostituirlo, quando decideranno di introdurre il personaggio nel Marvel Cinematic Universe insieme agli altri mutanti.

Logan, peraltro, ha contribuito a sdoganare i blockbuster R-rated agli occhi di Hollywood, insieme a Deadpool (facente parte dello stesso franchise) e a IT. Non solo: si è spinto in un territorio che nemmeno la trilogia del Cavaliere Oscuro ha osato esplorare, uccidendo definitivamente il suo protagonista al termine di un’avventura memorabile. È proprio come scrisse Yamamoto Tsunetomo nell’Hagakure, il Codice Segreto dei Samurai: “Io ho scoperto che la Via del Samurai è morire”.

Ecco, Wolverine è il samurai del XXI Secolo.

La sinossi

Nel 2024 la popolazione mutante si è ridotta sensibilmente, e gli X-Men si sono sciolti. Logan, il cui potere di guarigione si sta esaurendo, si è arreso all’alcol e ora si guadagna da vivere come autista. Si prende cura del sofferente Professor X, che tiene nascosto. Un giorno, una sconosciuta chiede a Logan di portare una ragazzina chiamata Laura fino al confine con il Canada. Inizialmente rifiuta, ma il Professore attendeva da lungo tempo il suo arrivo. Laura possiede una straordinaria abilità nel combattimento, ed è sotto molti aspetti identica a Wolverine. Sulle sue tracce ci sono alcuni sinistri figuri che lavorano per una potente corporation; questo perché nel suo DNA è contenuto il segreto che la connette a Logan. Comincia un inseguimento senza sosta…

In questo terzo film con il personaggio della Marvel Wolverine, vediamo i supereroi afflitti da problemi quotidiani. Invecchiano, soffrono e lottano per sopravvivere finanziariamente. Un decrepito Logan è costretto a chiedersi se può o addirittura vuole mettere a buon uso ciò che rimane dei suoi poteri. Sembrerebbe che, in un vicino futuro, i tempi in cui potevano imporre la giustizia nel mondo con artigli affilati e poteri telepatici siano ormai finiti.

Regia e sceneggiatura

La regia del film è di James Mangold, che ha scritto la sceneggiatura insieme a Michael Green e Scott Frank.

Il cast

Nel cast figurano (Wolverine), Patrick Stewart (Professor Xavier), Dafne Keen (X-23), Boyd Holbrook (Donald Pierce), Richard E. Grant (Zander Rice), Stephen Merchant (Calibano), Eriq La Salle ed Elise Neal.

La trama

La trama del film si ispira vagamente a Old Man Logan di Mark Millar e Steve McNiven, ed è ambientata nel 2024, un futuro dove le nascite mutanti sono rarissime, e un’organizzazione governativa chiamata Transigen trasforma i superstiti in soldati micidiali. Logan entra in contatto con una bambina che apparteneva proprio a quel programma (la versione cinematografica di Laura Kinney alias X-23), ma deve combattere anche con una malattia oscura, l’alcolismo e il malfunzionamento dei suoi poteri. Il mutante artigliato – coadiuvato da Calibano – si prende cura anche del Professor Xavier, i cui poteri e la cui memoria sono instabili.

Si tratta dell’ultima interpretazione di Hugh Jackman nel ruolo di Wolverine.

Fonte: Hugh Jackman

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Tenet: John David Washington spera in un sequel 21 Settembre 2020 - 17:28

Il protagonista del film di Christopher Nolan ci crede davvero

We Are Who We Are: la recensione della serie Sky di Luca Guadagnino 21 Settembre 2020 - 16:38

Una storia di crescita e scoperta della propria identità sessuale, in una serie che si presenta come il sequel spirituale di Chiamami col tuo nome

I Croods 2 – Una Nuova Era: ecco IL TRAILER, torna la famiglia preistorica! 21 Settembre 2020 - 15:02

Come promesso, ecco il trailer de I Croods 2 – Una Nuova Era, il film DreamWorks, che segna il ritorno della prima famiglia dell’era preistorica.

The Doc(Manhattan) Is In – Storie di guerra e di magia, il Game of Thrones dell’83 (più o meno) 26 Giugno 2020 - 15:45

Storia del semidimenticato Wizards and Warriors, serie fantasy anni 80 con vari personaggi in lotta per il controllo di un regno. Ricorda qualcosa?

7 cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers 19 Giugno 2020 - 15:45

Sette cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers, un super-eroe contro l’inquinamento (e gli altri mali del mondo).

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – SUPAIDAMAN, lo Spider-Man giapponese 5 Giugno 2020 - 18:45

L'incredibile storia dello Spider-Man televisivo giapponese con il suo robot gigante. E come questo ha ispirato, tra le altre cose, i Power Rangers.