L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
THE DOC(MANHATTAN) IS IN – Dark Angel

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – Dark Angel

Di DocManhattan

È durata poco, molto poco l’avventura in TV di Dark Angel. Sembra ieri, ma sono passati già vent’anni. Era il 2000 quando James Cameron tirò fuori questa serie TV di fantascienza, le avventure della supersoldatessa Max Guevara (Jessica Alba), nella Seattle del lontano, ehr, 2019. Due anni, alcuni episodi memorabili e la promessa di una nuova serie a cui legarsi, all’alba del nuovo millennio. Prima che i soliti pasticci di palinsesto distruggessero tutto, certo…

Dark Angel Jessica Alba

ANGELI OSCURI DELLA BATTAGLIA

Siamo agli sgoccioli degli anni 90. James Cameron ha dimostrato a tutto il pianeta, un’altra volta, che pochi esseri viventi sono in grado di far staccare biglietti di una sala cinematografica come lui. Quel film sul transatlantico che affonda e sulla ragazza che non si degna di far spazio a quel povero cristo che diceva di amare, lasciandolo andar giù nell’acqua gelida, ha commosso il pianeta e soprattutto i produttori del film, con i suoi incassi monster (in totale saranno alla fine oltre due miliardi di dollari, più di dieci volte il budget investito). Quando Cameron e il suo socio Charles H. Eglee propongono alla Fox una serie TV, trovano perciò le porte spalancate, il tappeto rosso srotolato, i fiori freschi e i pasticcini delle grandi occasioni. Cameron e Eglee si conoscono dai tempi di Piraña paura (Piranha II: The Spawning), diretto dal primo e scritto dal secondo, con lo pseudonimo di H.A. Milton, nel 1981. Per Cameron, dopo l’accantonamento del progetto del suo Spider-Man, quello della TV è un ring nuovo nel quale misurarsi. Dichiara più volte, ai tempi, che per lui è un po’ come ricominciare daccapo. Eglee si ci è già fatto e occasionalmente rotto invece le ossa, su quel ring, producendo serie come Moonlighting, NYPD – New York Police Department e Murder One.

Tra i vari progetti della coppia Cameron-Eglee c’è, appunto, una serie di fantascienza. La storia di un supersoldato donna, geneticamente modificato, a spasso nella Seattle post-cataclisma. Una tipa tosta, un’eroina del futuro in grado di badare a se stessa. Cameron, che in curriculum, tra le altre cose, poteva vantare l’aver reso Sarah Connor un’icona planetaria e aver ribadito che Ellen Ripley è più coriacea di un’intera squadra di marines dello spazio, di tipe toste se ne intendeva. Una delle fonti d’ispirazione per il progetto, che prenderà il titolo di Dark Angel? Secondo tanti, il manga Alita l’angelo della battaglia, che diventerà per anni un progetto cullato da Cameron, prima di arrivare infine sul grande schermo nel 2019, nel film da lui prodotto e diretto da Robert Rodriguez. Non è ben chiaro quando sia sbocciato l’amore di Cameron (su input di Guillermo del Toro, pare) per il manga di Yukito Kishiro, ma i tratti in comune tra Dark Angel e Alita non mancano. Sarà un caso, del resto, che come titolo della serie si sia scelto alla fine Dark Angel, anziché “Maximum Girl” o “Experimental Girl”, entrambi sul tavolo durante la pre-produzione? Chissà.

Dark Angel Jessica Alba

MAI STATA BACIATA NEL FUTURO

A interpretare la protagonista di questa avventura cyberpunk per la TV, la supersoldatessa diciannovenne X5-452 (ma lei preferisce farsi chiamare Max Guevara), è effettivamente una diciannovenne, che però non è fuggita come Max dal centro di ricerca segreto “Progetto Manticore” nel Wyoming, ma è nata in California, ha fatto le sue comparsate in Beverly Hills 90210 ed è da poco apparsa nel Mai stata baciata di Raja Gosnell. A Cameron il provino della Alba non era piaciuto: la ragazza teneva la testa bassa e continuava a leggere il copione, in quella videocassetta. Ma dopo aver visionato un migliaio di provini, il regista era tornato su quella VHS. Qualcosa, in quella giovane attrice, gli diceva che sarebbe stata un’ottima Max. “Aveva un modo di leggere quel copione che trasudava carattere”. Accanto alla futura Donna Invisibile dei Fantastici Quattro, il Logan Cale/Solo Occhi di Michael Weatherly, Valarie Rae Miller, John Savage e tanti altri giovani giovanotti.

Il pilota di due ore di Dark Angel va in onda sulla Fox il 3 ottobre del 2000. È, tra i nuovi show di quel periodo, il più visto dopo CSI – Crime Scene Investigation, che debutta negli USA nella stessa settimana (6 ottobre 2000) e avrà ben altro successo. I dati di ascolto del primo episodio di Dark Angel sono in realtà ottimi (quasi 17 milioni e mezzo di spettatori), anche grazie alla massiccia campagna promozionale lanciata da Fox. Così come è estremamente positiva l’accoglienza della critica, che saluta l’arrivo di una nuova guerriera del futuro, e più in generale di una nuova eroina parte di un club che già annovera come membri Buffy e Xena. E Relic Hunter. Più o meno. Il problema di Dark Angel sono i costi.

Dark Angel Jessica Alba

MONEY, MONEY, MAX

Per girare quel doppio episodio pilota (scritto da Cameron ed Eglee) vengono messi a disposizione dieci milioni di dollari. I responsabili della programmazione Fox chiariscono che Cameron è stato virtuoso nel rispettare il budget e le tempistiche, ma in quelle dichiarazioni, in quegli “speriamo di restare in questo business delle serie TV il più a lungo possibile”, serpeggia un po’ di paura e nervosismo. Nessuno mette in discussione la capacità di Cameron, ma è pur sempre il regista che faceva scoppiare i suoi attori (in genere lasciandoli a mollo in una grande piscina per troppo tempo), moltiplicare i giorni di riprese ed esplodere i costi. In quest’altro articolo, dopo la prima stagione, Eegle ammette che hanno finito per sforare il budget praticamente per ogni episodio successivo. Cameron sminuisce la cosa, spiegando che si tratta di noccioline (dai 10 ai 20mila dollari in più a puntata), ma Eegle, che sa quanto siano sensibili i powers-that-be dei network su quel fronte, si chiede se questi costi extra, marginali quanto vuoi, possano influire sul prosieguo della serie.

Fox decide comunque di andare avanti, e dopo i primi 22 episodi della stagione 1 ne vengono messi in cantiere altri 21. La season 2 debutta pochi mesi dopo la fine della precedente, nell’ottobre del 2001 (da noi Dark Angel arriverà su Italia 1 solo a giochi fatti, nel 2003). Ma per quella seconda stagione viene compiuta una scelta che si rivelerà fatale.

Dark Angel Jessica Alba

ANGELI CONTRO

Per tutta la prima stagione, Dark Angel aveva dovuto affrontare la concorrenza di Angel, lo spin-off di Buffy l’ammazzavampiri trasmesso su The WB: entrambe le serie andavano in onda il martedì sera. Fox decide allora per la seconda stagione di sottrarre Max a quella guerra tra angeli, spostando Dark Angel al venerdì sera. È una scelta suicida per una ragione molto semplice: il venerdì sera i ragazzi non guardano la TV (tanto meno lo facevano vent’anni fa), e Dark Angel è andato forte proprio nella fascia under 24. Gli ascolti, com’era prevedibile, crollano, scendendo sotto i sei milioni a puntata. Nella classifica Nielsen delle serie TV per la stagione 2001-2002, Dark Angel è solo 114esima. Un bel salto in basso dal 70° posto che occupava solo pochi mesi prima.

Il 3 maggio del 2002 va in onda negli USA il 43° e ultimo episodio di Dark Angel, diretto da James Cameron e basato su un soggetto scritto da lui ed Eglee. Cameron ancora non sa che non ci sarà una terza stagione. Anzi, gli viene detto esplicitamente che comunque gli ascolti non sono da buttar via, considerato che si è commesso quel piccolissimo errore strategico con il palinsesto, e che sì, ci sarà una season 3, insomma. È un sabato, quando riceve quella telefonata, e quella sera festeggia con i colleghi. Meno di 48 ore dopo, riceve però un’altra telefonata. Lo studio chiama per dirgli che non se ne fa più niente. Hanno cambiato idea.

Dark Angel Jessica Alba

COSA RESTA, OGGI, DI DARK ANGEL?

In un’intervista raccolta nel 2012 per un libro di curiosità sulle serie TV di fantascienza (“Science Fiction Television Series, 1990–2004: Histories, Casts and Credits for 58 Shows”), viene chiesto a Cameron come l’abbia presa: “Dovevamo prendere un aereo per andare a NY e discutere della terza stagione con il network quello stesso lunedì. Quello stesso giorno. Ci hanno chiamato e ci hanno detto di non andare! Reazione? Mi sono incazzato!”. Dagli torto. Poi Cameron, essendo Cameron, è tornato a macinare incassi monster con Avatar (il secondo e il terzo film dai maggiori incassi di sempre, nella storia del cinema, li ha girati quest’uomo), e sarebbe tornato infine sulle tracce di Alita. Jessica Alba è diventata una stella del cinema. Michael Weatherly ha montato le tende in NCIS, prima di passare al legal drama Bull.

Di Dark Angel è rimasto il ricordo in noi che eravamo davanti la TV, all’epoca, scimmiati (sci-fi-mmiati?) già dal semplice fatto che una serie cyberpunk, piena di cloni, gemelli e bande di cyborg e tizi con una placca metallica in faccia, esistesse. Non era IL GRANDE RITORNO di Capitan Power che aspettavi da oltre dieci anni, ma era cyberpunk. Con un’eroina tosta con il nome da rivoluzionaria. Avercene.

LEGGI GLI ALTRI ARTICOLI DI THE  DOC(MANHATTAN) IS IN

CORONAVIRUS: QUI l'elenco completo, in costante aggiornamento, di tutti i principali blockbuster che hanno subito uno slittamento sulla data di uscita o hanno optato per una distribuzione digitale.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Saludos Amigos e I tre caballeros erano stati concepiti come una trilogia 8 Aprile 2020 - 1:35

Come sono nati Saludos Amigos e I tre caballeros e perché Walt Disney ha deciso di non realizzare il terzo e ultimo capitolo

Superman & Lois: Emmanuelle Chriqui sarà Lana Lang 7 Aprile 2020 - 20:45

La star di The Passage sarà l'ex fidanzatina di Clark Kent

American Sniper – I Primi 10 Minuti e 10 Curiosità sul film 7 Aprile 2020 - 20:00

American Sniper è disponibile in streaming online grazie a Warner Bros; ecco una serie di interessanti curiosità che svelano alcuni dei retroscena della pellicola!

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – Colombo 4 Marzo 2020 - 17:11

La storia di Colombo: i tre volti del tenente, Mrs. Columbo, Spielberg e...

7 cose che forse non sapevate su Forza Sugar 3 Marzo 2020 - 13:30

La parentela con Rocky Joe, il regista famoso, la sigla riciclata... sette curiosità su Forza Sugar.

7 cose che forse non sapevate su Anna dai Capelli Rossi 25 Febbraio 2020 - 17:45

Il prequel, il film, il romanzo, la sigla e il grande successo di Anna dai capelli rossi.