L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Hunters: 15 curiosità sulla serie Amazon Prime Video con Al Pacino

Hunters: 15 curiosità sulla serie Amazon Prime Video con Al Pacino

Di Andrea Suatoni

E’ arrivata oggi Venerdì 21 Febbraio su Amazon Prime Video la nuova attesissima serie Hunters, che vede Al Pacino e Logan Lerman protagonisti; lo show racconterà, in una ambientazione che si muove sul finire degli anni ’70, la storia di una banda di “cacciatori di nazisti” che, ognuno per i propri personali motivi, si trova a volersi vendicare dei crimini commessi da questi durante la Seconda Guerra Mondiale. In un mix coinvolgente e affascinante di storia e immaginazione, questo piccolo gruppo di eroi tenterà di stroncare sul nascere un piano volto alla realizzazione di un Quarto Reich, stavolta su suolo statunitense.
Senza il timore di alcuno spoiler, ecco di seguito alcune curiosità ottime per farsi un’idea sulla serie in questione ed esplorarne i retroscena: a giudicare dall’accoglimento generale della critica, lo show sembra già essere un must-see!

1 – La serie è prodotta da Jordan Peele, regista salito alla ribalta con l’horror ScappaGet Out del 2017 premiato con l’Oscar alla Migliore Sceneggiatura Originale. Il suo ruolo non è stato “statico”: pare infatti che il suo punto di vista siastato essenziale nella stesura degli script finali.

2 – Il creatore della serie è invece David Weil, showrunner al suo esordio: sua nonna, Sara Weil, è sopravvissuta in gioventù allo sterminio nei campi di concentramento nazisti e ha raccontato le sue storie al nipote, che ha voluto poi tramandarle alle nuove generazioni tramite il suo prodotto televisivo.

3Al Pacino interpreta il protagonista della serie, Meyer Offerman, un ebreo sopravvissutto all’Olocausto e in tarda età a capo di un gruppo a caccia di nazisti: si tratta della prima volta che il noto attore si trova a recitare per un prodotto seriale sul piccolo schermo.

4 – Al Pacino ha affermato che lavorare sul set di una serie ha avuto  per lui il sapore di un ritorno ad un passato in cui alle riprese ci si approcciava in maniera molto più riflessiva; con un totale di 10 puntate e quindi 10 ore sul suo personaggio, anziché le 2 ore canoniche di una pellicola, è quindi potuto entrare in contatto con il suo Meyer Offerman in maniera molto più approfondita.

5 – Accanto ad Al Pacino troviamo in veste di co-protagonista il giovane Logan Lerman, attore di origine ebrea divenuto celebre come protagonista del franchise Percy Jackson. Nonostante sia noto principalmente per il ruolo di Percy, Logan è stato acclamato dalla critica per le sue interpretazioni in pellicole come Fury e Noi Siamo Infinito.

6 – Accanto ai protagonisti principali, troviamo Josh Radnor (How I Met Your Mother), Jerrika Hinton (Grey’s Anatomy, Here and Now), Carol Kane (Unbreakable Kimmy Schmidt, Gotham), Saul Rubinek (The Last Tycoon, The Marvelous Mrs. Maisel, Warehouse 13), Tiffany Boone (The Chi, The Following), Louis Ozawa Changchien (Kidding, Bosch, L’uomo nell’alto castello), Greg Austin (Class, Mr Selfridge) e Dylan Baker (I’m Dying Up Here, Homeland, Blindspot).

7Hunters racconta una storia che affonda le radici nella realtà: sul finire degli anni ’70 furono moltissimi infatti i rifugiati nazisti che si nascosero negli Stati Uniti, spesso con il beneplacito del governo americano (come nel caso di migliaia di scienziati). Alcuni “cacciatori”, come il famoso Simon Wiesenthal, sopravvissuto allo sterminio come il protagonista della serie, si adoperarono per far sì che molti criminali nazisti senza nome fossero identificati (e in seguito processati), pur se utilizzando metodi assolutamente non violenti.

8 – La serie promette di essere piena di riferimenti alla cultura pop di fine anni ’70: il personaggio interpretato da Lerman è infatti un appassionato di Star Wars, il primo film della saga di Lucas uscito nei cinema proprio in quegli anni.

9 – La serie si ispira alla lontana al film di Quentin Tarantino Bastardi Senza Gloria, in cui una squadra di cacciatori di nazisti operava su suolo tedesco sul finire della Seconda Guerra Mondiale. Alcuni critici hanno paragonato la serie anche al recente Jojo Rabbit di Taika Waititi.

10 – Il tono della serie sembra volersi assestare sul Pulp: non mancano violenza e sangue, ma questi sono spesso conditi da una massiccia dose di grottesco umorismo.

11 – Protagonisti ed antagonisti sono costruiti in maniera quasi “fumettistica”: nella compagine dei buoni e in quella dei cattivi ogni personaggio fa capo ad una diversa e ben riconoscibile tipologia etnico-sociale, puntando più che al rispetto del politicamente corretto ad una resa iconica di “eroi” e “villain”.

12 – Il progetto del creatore della serie, David Weil, si compone di 5 stagioni, nella speranza che Amazon Prime Video decida di rinnovare la serie per i prossimi 4 anni.

13 – Lo show è ambientato sul finire degli anni ’70 principalmente perché Weil voleva Al Pacino nel ruolo principale, ed ha quindi adattato l’epoca della sua storia all’età del suo attore protagonista in virtù della massima credibilità possibile.

14 – Dal 19 Febbraio e fino al 22, il quartiere di Highland Park di Los Angeles è stato “trasformato” in uno scorcio della New York anni ’70 in un enorme progetto pubblicitario che mira ad attirare i partecipanti in una “Hunters Grindhouse Experience” che consta fra le altre cose della possibilità di vedere in anteprima il primo episodio della serie e di in un sontuoso party stile anni ’70.

15 – La serie vuole, fra le altre cose, rispondere ad una domanda fondamentale: “E’ possibile cacciare dei mostri, senza diventare dei mostri a nostra volta?”

Al Pacino

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Lilly Wachowski parla di Matrix come metafora trans in un video di Netflix 5 Agosto 2020 - 11:18

Lilly Wachowski appare in un video di Netflix Film Club per parlare di Matrix come metafora trans, una lettura che circola da anni e che è stata confermata dalle autrici.

The New Mutants – Il nuovo spot conferma la data di uscita 5 Agosto 2020 - 9:52

Il nuovo spot di The New Mutants conferma l'uscita americana del cinecomic di Josh Boone, tuttora fissata al prossimo 28 agosto.

Avatar – I nuovi concept art dei sequel mostrano un mech sottomarino 5 Agosto 2020 - 8:45

Ecco il Crabsuit, un sommergibile della Resources Development Administration che vedremo nei sequel di Avatar: all'occorrenza, diventa un mech a forma di granchio.

The Doc(Manhattan) Is In – Storie di guerra e di magia, il Game of Thrones dell’83 (più o meno) 26 Giugno 2020 - 15:45

Storia del semidimenticato Wizards and Warriors, serie fantasy anni 80 con vari personaggi in lotta per il controllo di un regno. Ricorda qualcosa?

7 cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers 19 Giugno 2020 - 15:45

Sette cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers, un super-eroe contro l’inquinamento (e gli altri mali del mondo).

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – SUPAIDAMAN, lo Spider-Man giapponese 5 Giugno 2020 - 18:45

L'incredibile storia dello Spider-Man televisivo giapponese con il suo robot gigante. E come questo ha ispirato, tra le altre cose, i Power Rangers.