L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Il verdetto su Harvey Weinstein: colpevole di aggressione sessuale

Il verdetto su Harvey Weinstein: colpevole di aggressione sessuale

Di Marco Triolo

Harvey Weinstein è stato riconosciuto colpevole di atti sessuali criminali di primo grado e di stupro di terzo grado dal tribunale penale di Manhattan. Il produttore, le cui accuse di ripetute aggressioni e violenze a sfondo sessuale hanno dato il via al movimento Me Too, è dunque colpevole delle imputazioni riguardanti l’ex assistente di produzione Miriam Haley e le attrici Jessica Mann e Annabella Sciorra.

Per le vittime di Weinstein si tratta però di una mezza vittoria, in quanto l’ex titano di Hollywood è stato assolto dalle accuse più gravi. È innocente, infatti, di stupro di primo grado. Dei cinque capi d’accusa per i quali era sotto processo, è stato dunque riconosciuto colpevole di quello meno grave.

L’impasse della giuria

Sin dall’inizio del processo, Harvey Weinstein si è dichiarato non colpevole. Lo scorso 22 febbraio i giurati erano giunti a un’impasse circa le due imputazioni più gravi, mentre erano unanimi su quelle minori. Il giudice Jason Burke aveva chiesto loro di raggiungere un verdetto unanime su tutte le imputazioni. Weinstein si era consegnato alla polizia di New York a maggio 2018. Il processo era partito a gennaio di quest’anno. Restiamo in attesa di sapere quale sarà la condanna, che dovrebbe arrivare l’11 marzo.

Cosa rischia Weinstein?

Da una parte c’è il caso di Miriam Haley, che ha accusato Weinstein di averla costretta a un rapporto di sesso orale nel 2006. Per questo capo di imputazione è stato riconosciuto colpevole di atti sessuali criminali di primo grado e rischia fino a 25 anni in prigione. Dall’altra c’è la condanna per stupro di terzo grado, riferita invece al caso di Jessica Mann. Per questa, Weinstein rischia fino a 4 anni di carcere, che verrebbero molto probabilmente tramutati in libertà condizionata.

L’appello è già partito

L’avvocato di Harvey Weinstein, Donna Rotunno, ha tentato senza successo di ottenere per il suo cliente la libertà su cauzione per via della sua salute cagionevole, dovuta a un incidente d’auto avvenuto la scorsa estate. A quanto pare, i legali di Weinstein hanno già fatto richiesta di appello presso la Corte d’Appello di New York.

Fonti: Variety, Deadline

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

LEGGI ANCHE

Only Murders in the Building: un nuovo teaser per la stagione 2 17 Maggio 2022 - 22:19

Ecco un nuovo teaser trailer della seconda stagione di Only Murders in the Building, in arrivo su Disney+ il 28 giugno.

Quel che conta è il pensiero: trailer e foto della commedia in sala dal 26 maggio 17 Maggio 2022 - 22:00

Trent Film ha rilasciato trailer e foto della commedia Quel che conta è il pensiero, film di Luca Zambianchi che arriverà al cinema dal 26 maggio.

Elvis: nuovi poster per il film di Baz Luhrmann, Austin Butler è il Re del Rock! 17 Maggio 2022 - 21:15

Austin Butler ritratto sui nuovi poster di Elvis, il film biografico sul mitico Re del Rock diretto da Baz Luhrmann.

Bang Bang Baby, episodi 6-10: una chiusura col botto (no spoiler) 16 Maggio 2022 - 14:45

Sì, anche il secondo blocco di episodi di Bang Bang Baby, la serie di Prime Video, merita assolutamente la visione.

Doctor Strange nel Multiverso della Follia: chi c’è, cosa succede, cosa verrà dopo (SPOILER) 6 Maggio 2022 - 10:18

Chi c'è, cosa succede, cosa vuol dire per il futuro dell'MCU.

Moon Knight, episodio 6: il finale con i grandi, ma non un gran finale (SPOILER) 5 Maggio 2022 - 11:27

Bastoncino pim pum pam, volan tanti scappellotti.