L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Il verdetto su Harvey Weinstein: colpevole di aggressione sessuale

Il verdetto su Harvey Weinstein: colpevole di aggressione sessuale

Di Marco Triolo

Harvey Weinstein è stato riconosciuto colpevole di atti sessuali criminali di primo grado e di stupro di terzo grado dal tribunale penale di Manhattan. Il produttore, le cui accuse di ripetute aggressioni e violenze a sfondo sessuale hanno dato il via al movimento Me Too, è dunque colpevole delle imputazioni riguardanti l’ex assistente di produzione Miriam Haley e le attrici Jessica Mann e Annabella Sciorra.

Per le vittime di Weinstein si tratta però di una mezza vittoria, in quanto l’ex titano di Hollywood è stato assolto dalle accuse più gravi. È innocente, infatti, di stupro di primo grado. Dei cinque capi d’accusa per i quali era sotto processo, è stato dunque riconosciuto colpevole di quello meno grave.

L’impasse della giuria

Sin dall’inizio del processo, Harvey Weinstein si è dichiarato non colpevole. Lo scorso 22 febbraio i giurati erano giunti a un’impasse circa le due imputazioni più gravi, mentre erano unanimi su quelle minori. Il giudice Jason Burke aveva chiesto loro di raggiungere un verdetto unanime su tutte le imputazioni. Weinstein si era consegnato alla polizia di New York a maggio 2018. Il processo era partito a gennaio di quest’anno. Restiamo in attesa di sapere quale sarà la condanna, che dovrebbe arrivare l’11 marzo.

Cosa rischia Weinstein?

Da una parte c’è il caso di Miriam Haley, che ha accusato Weinstein di averla costretta a un rapporto di sesso orale nel 2006. Per questo capo di imputazione è stato riconosciuto colpevole di atti sessuali criminali di primo grado e rischia fino a 25 anni in prigione. Dall’altra c’è la condanna per stupro di terzo grado, riferita invece al caso di Jessica Mann. Per questa, Weinstein rischia fino a 4 anni di carcere, che verrebbero molto probabilmente tramutati in libertà condizionata.

L’appello è già partito

L’avvocato di Harvey Weinstein, Donna Rotunno, ha tentato senza successo di ottenere per il suo cliente la libertà su cauzione per via della sua salute cagionevole, dovuta a un incidente d’auto avvenuto la scorsa estate. A quanto pare, i legali di Weinstein hanno già fatto richiesta di appello presso la Corte d’Appello di New York.

Fonti: Variety, Deadline

Da No Time to Die a Ghostbusters, ecco le nuove date dei film 2021 (in costante aggiornamento)

Cinema chiusi fino al 27 marzo, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

WandaVision: la storia del Darkhold nel Marvel Cinematic Universe 7 Marzo 2021 - 20:00

Il Darkhold comparso in WandaVision non è affatto alla sua prima apparizione nel Marvel Cinematic Universe: ecco la sua storia all'interno dell'universo unito!

Nomadland – Uscita a rischio in Cina? 7 Marzo 2021 - 19:24

Chloe Zhao è stata al centro di una polemica di stampo nazionalista in Cina che ha portato a una censura legata al film Nomadland. La pellicola potrebbe rischiare l'uscita nelle sale cinesi

The Falcon and the Winter Soldier – Sam e Bucky sono “colleghi” nel nuovo spot 7 Marzo 2021 - 19:00

La strana coppia di The Falcon and the Winter Soldier cerca una definizione del proprio rapporto nel nuovo spot, ricco di scene inedite.t

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.