L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Avengers Endgame: perché non ha vinto nessun Oscar?

Avengers Endgame: perché non ha vinto nessun Oscar?

Di Matioski

Avengers: Endgame è il film con gli incassi più alti nella storia del cinema. Un record che, senza tenere conto dell’inflazione, rende magniloquente l’operato del Marvel Cinematic Universe. L’idea dell’universo condiviso e concatenato di pellicole non era mai stata sperimentata prima sul grande schermo, perlomeno non a questi livelli. I risultati, a livello numerico, parlano chiaro.

La classifica dei premi

Tuttavia, Avengers: Endgame detiene anche un altro primato, decisamente più infausto. Nel novero dei lungometraggi che, nel corso dei decenni, si sono succeduti al vertice della classifica degli incassi, il film dei Marvel Studios è il primo a non aver vinto neppure un Oscar. Vediamo di seguito questa particolare lista:

  • Titanic (1997): 11 premi Oscar
  • Via col vento (1939): 10 premi Oscar
  • Star Wars (1977): 7 premi Oscar
  • Tutti insieme appassionatamente (1965): 5 premi Oscar
  • E.T l’extra-terrestre (1982): 4 premi Oscar
  • Avatar (2009): 3 premi Oscar
  • Jurassic Park (1993): 3 premi Oscar
  • Lo squalo (1975): 3 premi Oscar
  • Il padrino (1972): 3 premi Oscar
  • Avengers: Endgame (2019): 0 premi Oscar

Il primato in negativo appare ancora più singolare ricordando che, nell’edizione 2020 degli Oscar, Avengers: Endgame è riuscito ad accaparrarsi soltanto una nomination. Una debacle su tutta la linea, dunque, per un film amatissimo dal pubblico e dalla critica (94% di recensioni positive su Rotten Tomatoes). Quali possono essere i motivi di questo flop storico nell’ambito della notte degli Oscar?

Le cause dell’insuccesso

Esaminando la lista nel dettaglio, emerge un dato significativo: tutti i film premiati si proponevano come pellicole fruibili singolarmente, almeno ai tempi delle rispettive uscite. Star Wars, Lo squalo e Jurassic Park, solo per citarne alcuni, con il tempo sono diventati i capostipiti di lunghe saghe. Al tempo, però, potevano essere considerati come lungometraggi di senso compiuto. Non si può dire lo stesso di Avengers: Endgame.

Se il film diretto dai Fratelli Russo rappresenta il culmine e il finale di un viaggio durato 10 anni, è indubbio denotare come parte del suo valore sia da attribuire proprio al percorso affrontato per raggiungere la destinazione. Il carico emotivo costruito lungo 21 pellicole diventa fondamentale per attribuire il giusto peso alle vicende di Avengers: Endgame. La pellicola può intrattenere anche se esperita a sé stante, ma è indubbio che il risultato impressionante che ha raggiunto sia quantificabile appieno solo da parte degli spettatori saliti sul treno del Marvel Cinematic Universe fin dal principio.

Inoltre, l’edizione 2020 degli Oscar si è rivelata particolarmente combattiva, e ricca di concorrenti agguerriti. La sola nomination ottenuta da Avengers: Endgame è, senza dubbio, meritata. Probabilmente il film avrebbe potuto gareggiare alla pari anche in altre categorie tecniche, come quelle relative al sonoro. Ciò detto, le porte dei premi principali sono apparse, fin da subito, chiuse a triplice mandata. Black Panther conteneva messaggi di critica sociale interessanti per i membri dell’Academy, ma lo stesso non si può dire di Avengers: Endgame, molto più focalizzato sull’intrattenimento puro e sulla conclusione di una narrazione epica.

Conclusioni

A conti fatti, il record negativo di Avengers: Endgame non stupisce. Quello degli Oscar non era il campo giusto per competere. Ad esserne consapevole, con ogni probabilità, anche la stessa Disney. Una major che, a dispetto di questo dato poco incoraggiante, ha comunque conquistato quattro statuette grazie all’acquisizione dei reparti Fox. Potremmo definirlo: un dolce insuccesso.

CORONAVIRUS: QUI l'elenco completo, in costante aggiornamento, di tutte le uscite cinematografiche che hanno subito uno slittamento e delle regioni che hanno sospeso gli eventi pubblici e chiuso anche i luoghi aperti al pubblico, come ad esempio i cinema, per contrastare l'emergenza.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Saint Maud – Un nuovo trailer per il Mercoledì delle Ceneri 26 Febbraio 2020 - 17:00

In occasione del Mercoledì delle Ceneri, A24 ha svelato un nuovo trailer di Saint Maud, l'horror a tema religioso dell'esordiente Rose Glass.

Soccorsi in Alaska cinque italiani in cerca del bus di Into the Wild 26 Febbraio 2020 - 16:30

I cinque escursionisti stanno bene, ma uno è stato curato per lesioni da freddo ai piedi

Il primo trailer di Rumble ricrea QUELLA scena di Dirty Dancing 26 Febbraio 2020 - 16:00

Il primo trailer di Rumble ricrea una delle scene più iconiche di Dirty Dancing, inoltre il primo poster della commedia animata prodotta da Paramount Animation e Reel FX Creative Studios

7 cose che forse non sapevate su Anna dai Capelli Rossi 25 Febbraio 2020 - 17:45

Il prequel, il film, il romanzo, la sigla e il grande successo di Anna dai capelli rossi.

7 cose che forse non sapevate su Lo strano mondo di Minù 18 Febbraio 2020 - 17:22

Storia e curiosità dell'anime della signora Minù: dalle origini norvegesi alle parentele con Macross e Bomb Jack (e L'allenatore nel pallone).

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – Relic Hunter 12 Febbraio 2020 - 17:53

Tia Carrere e Relic Hunter, un Tomb Raider per la TV in cui si girava il mondo (senza mai lasciare il Canada).