L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
The Irishman: il figliastro di uno dei personaggi attacca Scorsese

The Irishman: il figliastro di uno dei personaggi attacca Scorsese

Di Marco Triolo

The Irishman di Martin Scorsese è uno dei film più venerati dell’anno appena trascorso. Ma a non tutti è paciuto allo stesso modo. Jack Goldsmith, figliastro di una delle persone ritratte nel film – ovvero Chuckie O’Brien, figlio adottivo di Jimmy Hoffa interpretato da Jesse Plemons – ha scritto una lettera incendiaria, pubblicata dal New York Times, per lamentare le numerose imprecisioni del film. E il modo in cui attribuisce a O’Brien colpe nella sparizione di Hoffa, quando storicamente l’uomo è stato escluso dalle indagini.

Nel film, Scorsese si concentra sulla stretta amicizia tra Hoffa (Al Pacino) e Frank Sheeran (Robert De Niro), e mostra Chuckie O’Brien nella veste di rapitore di Hoffa (poi eliminato da Sheeran stesso). Due cose che Goldsmith denuncia come totalmente false. In primo luogo, da decenni l’FBI ha escluso il coinvolgimento di O’Brien nel rapimento. In secondo luogo, il rapporto tra Hoffa e Sheeran sarebbe un’invenzione del film: nella realtà fu O’Brien il confidente e più stretto collaboratore del leader sindacale.

Goldsmith ha scritto anche un libro sulla questione, In Hoffa’s Shadow: A Stepfather, a Disappearance in Detroit, and My Search for the Truth. L’autore sostiene di aver scoperto che l’FBI violò la privacy del suo patrigno con una serie di intercettazioni illegali. E paragona questa condotta a quella di Scorsese:

Mr. Scorsese ha fatto una cosa simile. Non ascoltando illegalmente e pubblicando verità umilianti, come fece l’FBI. Ma usurpando il rapporto tra Chuckie e Mr. Hoffa, dandolo a qualcun altro e poi diffondendo questa falsità. L’effetto su Chuckie in entrambi i casi è stato lo stesso. “Non avevo controllo”, mi ha detto durante una nostra recente conversazione. Il controllo sulla sua vita, e la presentazione della sua vita al mondo, gli è stato strappato di mano in modi a cui non potrà mai rimediare.

“Uno dei più grande film falsi che abbia mai visto”

Il problema, secondo Goldsmith, è che il fatto che O’Brien non sia più parte dell’investigazione da ormai decenni (l’uomo ha ora 86 anni) non è stato reso pubblico. E questo ha dato spazio a una serie di rappresentazioni errate del caso in diversi media. Libri e film che partivano sempre dal presupposto che O’Brien fosse in qualche modo coinvolto nella sparizione del suo padre adottivo.

Goldsmith spiega anche che O’Brien si è rassegnato, col passare degli anni, alle menzogne sul suo conto espresse in questi libri e film. Ma nessuno di questi “è stato più doloroso di The Irishman“. O’Brien lo ha definito “uno dei più grandi film falsi che abbia mai visto”. E ha detto di voler strozzare “come un pollo” Scorsese e “quell’altra mezza calzetta”, riferendosi a De Niro. Goldsmith chiarifica che non si tratta di vere minacce, ma solo di espressioni di rabbia da parte di O’Brien.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

LEGGI ANCHE

Elvis: Un assaggio della nuova canzone di Eminem e CeeLo Green 23 Maggio 2022 - 19:55

Oltre a Eminem e CeeLo Green, la colonna sonora contiene anche "canzoni e registrazioni originali" dello stesso Presley e del suo interprete Austin Butler. Svelati gli artisti coinvolti

Sister Darkness: un horror gotico nel futuro del regista Alex Proyas 23 Maggio 2022 - 19:45

A quanto pare Alex Proyas, regista del film cult Il corvo, ha trovato il suo prossimo progetto cinematografico...

Top Gun: Maverick, il video dalla première milanese 23 Maggio 2022 - 19:30

Paramount ci mostra le immagini dalla première milanese (e dal suo red carpet) organizzata insieme a Eagle Pictures per Top Gun: Maverick.

Love, Death & Robots, stagione 3: la recensione (senza spoiler) 21 Maggio 2022 - 9:28

Un terzo giro decisamente più riuscito del secondo: robot, ancora una volta, pochi, morte tanta, amore quel che basta.

She-Hulk, il trailer spiegato a mia nonna 18 Maggio 2022 - 8:43

Finalmente la She-Hulk di Tatiana Maslany in azione e... ma chi sono tutti quei tizi?

Bang Bang Baby, episodi 6-10: una chiusura col botto (no spoiler) 16 Maggio 2022 - 14:45

Sì, anche il secondo blocco di episodi di Bang Bang Baby, la serie di Prime Video, merita assolutamente la visione.