L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Richard Jewell – 20 curiosità sul nuovo film di Clint Eastwood

Richard Jewell – 20 curiosità sul nuovo film di Clint Eastwood

Di Andrea Suatoni

Il nuovo film di Clint Eastwood è arrivato nei cinema italiani lo scorso 16 Gennaio, per raccontare la storia vera di Richard Jewell, guardia di sicurezza che nel 1996, dopo aver trovato una bomba ed aver aiutato le forze dell’ordine nel salvataggio di decine di persone prima dell’esplosione di questa, fu poi considerato ingiustamente il primo sospettato dell’attentato.

La vicenda di Jewell, interpretato da Paul Walter Hauser, mette in luce alcuni meccanismi oscuri del funzionamento degli organi di sicurezza statunitensi e soprattutto dell’approccio dei media alla spettacolarizzazione di notizie infondate, senza alcuna cura per la vita privata del singolo cittadino. Di seguito, ecco una carrellata di interessanti curiosità relative principalmente alla lavorazione del film ed ai suoi retroscena; se invece siete interessati alla reale storia di Richard Jewell e dell’attentato di Atlanta del 1996, cliccate il link appena sotto!

LEGGI ANCHE: RICHARD JEWELL – LA REALE STORIA DIETRO IL FILM DI CLINT EASTWOOD

1 – Il film si basa su un articolo della giornalista Marie Brenner. Non è la prima volta che le sue opere ispirano un film: il primo era stato Insider – Dietro la Verità, pellicola basata sulla vicenda di un ex dipendente di un’azienda di tabacco statunitense deciso a testimoniare contro di essa nonostante indicibili difficoltà.

2 – Nel film non è possibile osservare il logo olimpico con i 5 anelli in alcun fotogramma. Questo perché il Comitato Olimpico non ha dato il suo benestare all’uso degli anelli per proteggerne il copyright.

3Leonardo di Caprio era in corsa per il ruolo che poi fu affidato a Sam Rockwell, ma per via di alcuni impegni non riuscì a partecipare attivamente al progetto; questo però gli interessava a tal punto che l’attore decise di diventarne uno dei produttori.

4Jonah Hill (protagonista della serie Netflix Maniac) era stato invece contattato per interpretare il ruolo del protagonista, ma anche lui dovette rifiutare ed anche lui rimase coinvolto nel progetto in veste di produttore.

5 – Inizialmente, il regista del film sarebbe dovuto essere Paul Greengrass, che abbandonò per concentrarsi sul nuovo capitolo delle avventure di Jason Bourne del 2016. Il progetto passò a David O. Russell e poi ad Ezra Edelman, finché finì nelle mani di Clint Eastwood, che già precedentemente seppur interessato era stato costretto a rinunciare a causa dell’impegno sul suo Sully (2016).

 6 – Il progetto inizialmente era stato messo in piedi dai 20th Century Fox studios, per poi passare a Disney dopo gli accordi fra Fox e Disney formalizzatisi nel Marzo 2019.

7 – Il tema di un innocente ingiustamente perseguito dalle autorità o dai media per un qualcosa che non ha in realtà commesso torna spesso nella filmografia di Clint Eastwood: ne abbiamo avuto esempi in Fino a Prova Contraria (1999), Mystic River (2003), Changeling (2008) e Sully (2016).

8 – La storia di Richard Jewell, soprattutto in relazione al “teatro” mediatico che si creò attorno ad essa, ricorda da vicino la vicenda di Lindy Chamberlain, una madre accusata di aver ucciso la propria figlia neonata (che si scoprì poi essere stata uccisa da un dingo). La vicenda ispirò il film Un Grido nella Notte, con Meryl Streep protagonista.

9 – Le riprese dei concerti e dell’esplosione della bomba sono state effettuate nel luogo esatto dove si svolse la vicenda nel 1996, al Centennial Park di Atlanta. Non solo: anche le date, 23 anni dopo, erano praticamente le stesse.

10 – Nel film vengono usate alcune riprese del vero Richard Jewell, ospite in alcuni programmi televisivi dell’epoca: una di queste è stata anche ridoppiata dal protagonista del film Paul Walter Hauser.

Richard Jewell

11Bobbi Jewell, interpretata nel film da Kathy Bates (ruolo per il quale è candidata agli Oscar come Miglior Attrice non Protagonista), ha espressamente chiesto che la scena del concerto di Kenny Rogers, che aveva visto al Centennial Park proprio la sera prima dell’esplosione, venisse inserita nel film a causa della sua grande passione per il cantante.

12 – Il personaggio della reporter Kathy Scruggs (intrepretata da Olivia Wilde) sembrerebbe essere quello sul quale il film ha operato i cambiamenti maggiori. Pare che la reporter nella realtà fosse preda di una forte depressione e dipendente dai farmaci (dipendenza che la portò poi nel 2001 alla morte per overdose degli stessi). In particolare, è stata molto criticata la scena in cui la Scruggs scambierebbe delle informazioni scottanti con del sesso.

13 – Contro la scena in questione si è espressa anche la stessa Olivia Wilde, che ha affermato di aver svolto delle ricerche su Kathy Scruggs e di essere arrivata alla conclusione che la reporter non avrebbe mai e poi mai accettato (o sottoposto) una simile proposta.

14 – Al tempo dell’accaduto, quando ancora i media davano per certa la colpevolezza di Jewell, Jay Leno fece una tagliente comparazione fra le azioni dell’uomo e quelle della guardia del corpo di Tonya Harding che ferì nel 1994 la sua rivale Nancy Kerrigan per eliminarla dalle competizioni olimpiche, Shawn Eckardt. Ironicamente, il protagonista di Richard Jewell, Paul Walter Hauser, ha interpretato proprio Shawn Eckardt nel film Tonya (2017), che racconta la vicenda di Tonya Harding.

15Jon Hamm era stato diretto da Clint Eastwood già in Space Cowboys del 2000; l’attore torna qui ad interpretare un agente dell’FBI come già fatto un passato in The Town (2010) e 7 Sconosciuti a El Royale (2018).

16 – Durante la scena in cui Richard Jewell e l’avvocato Watson Bryant (Sam Rockwell)si conoscono per la prima volta, possiamo notare una placca in un cubicolo su cui è riportato il nome “Stephen S. Campanelli”. Si tratta di un omaggio di Clint Eastwood all’operatore Steadicam che lavora con lui in ogni singola pellicola fin da I Ponti di Madison County (1995).

17 – L’Atlanta Journal-Constitution, che ebbe un ruolo di primo piano nella diffamazione di Richard Jewell nel periodo immediatamente successivo all’attentato terroristico (si tratta del giornale per cui lavorava Kathy Scruggs), si è detto intenzionato ad una querela al film di Clint Eastwood, che sembrerebbe in realtà solamente un disperato tentativo di spostare l’attenzione dalle responsabilità che il quotidiano ebbe nel 1996.

18 – Durante la lavorazione del film, scoppiò un incendio nelle vicinanze dello studio dove stava avvenendo il montaggio finale della pellicola: nonostante le insistenze degli addetti alla sicurezza, Clint Eastwood decise di rimanere a lavorare rifiutandosi di evacuare il luogo, fortunatamente senza alcuna conseguenza.

19Richard Jewell morì nel 2007 all’età di 44 anni per delle complicazioni dovute al diabete; sua moglie Dana, vista la pellicola, si è detta totalmente soddisfatta del ritratto fedele che il film dona al suo ex marito.

20 – Nella realtà e così come riportato dalla pellicola, Richard Jewell fu completamente scagionato (senza mai essere stato in realtà incriminato se non da parte dei media) 88 giorni dopo l’avvio delle indagini; il vero colpevole dell’attentato, Eric Rudolph, confessò nel 2003 e finalmente nel 2006 l’allora Governatore della Georgia ringraziò pubblicamente Jewell per i suoi meriti cancellando ogni dubbio sulla sua colpevolezza.

Da No Time to Die a Ghostbusters, ecco le nuove date dei film 2021 (in costante aggiornamento)

Cinema chiusi fino al 30 aprile, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Emancipation – Will Smith e Antoine Fuqua lasciano la Georgia a causa della nuova legge elettorale 12 Aprile 2021 - 21:48

La produzione di Emancipation lascia la Georgia, in risposta alla nuova legge elettorale. La dichiarazione congiunta di Will Smith e del regista Antoine Fuqua

Governance – Il prezzo del potere: su Prime Video il film con Massimo Popolizio e Vinicio Marchioni 12 Aprile 2021 - 21:30

Arriva su Amazon Prime Video Governance – Il prezzo del potere, il film di Michael Zampino, che vede nel cast Massimo Popolizio e Vinicio Marchioni. Ecco tutto quello che dovete sapere, la trama, il cast, il trailer.

Shazam! Fury of the Gods: anche Lucy Liu nel cast del film DC 12 Aprile 2021 - 20:45

L'attrice sarà Kalypso, sorella dell'Hespera interpretata da Helen Mirren

LOL – Chi ride è fuori, i comici italiani e la TV giapponese 9 Aprile 2021 - 14:37

Si è concluso ieri su Amazon Prime Video LOL, chi ride è fuori, game show a puntate che ha suscitato polemiche e discussioni su cosa fa ridere e cosa no.

Jupiter’s Legacy: chi sono i nuovi super-eroi di Netflix (e perché siete già fan del Millarworld, anche se non lo sapete) 8 Aprile 2021 - 11:29

Le origini di Jupiter's Legacy, i nuovi super-eroi in arrivo su Netflix, e l'importanza per il mondo del fumetto di quel signore chiamato Mark Millar.

Black Widow: chi è Taskmaster? 6 Aprile 2021 - 16:02

La storia di Taskmaster, il villain dalla memoria fotografica che ha sbagliato mestiere.