L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
QUIBI: la rivoluzione dell’intrattenimento su smartphone, funzionerà?

QUIBI: la rivoluzione dell’intrattenimento su smartphone, funzionerà?

Di Andrea Suatoni

“Non concorrente ma complementare” alle sorelle maggiori come Netflix o Amazon Prime Video: così si autodefinisce QUIBI, la nuova piattaforma di streaming online in arrivo il prossimo Aprile (per il momento solo in Canada e Stati Uniti) ma di cui già si parla moltissimo. QUIBI, firmata dalla leggenda di Hollywood Jeffrey Katzenberg, tenterà di innovare un settore che negli ultimi anni sembra sempre più congestionato scommettendo su vecchie formule rielaborate in chiave moderna, con il supporto di alcuni dei migliori talent in circolazione: di seguito, vediamo nello specifico cos’è e come funziona QUIBI!

QUICK BITES. BIG STORIES.

La formula di QUIBI è semplicissima: la piattaforma sarà composta di soli contenuti originali, fruibili esclusivamente su smartphone o tablet, della durata massima di 10 minuti.
Si tratterà di contenuti suddivisi in capitoli (sostanzialmente le tradizionali “stagioni”) pensati per essere visti durante le pause, i tempi morti o per chi ha poco tempo libero su un dispositivo portatile (come in viaggio o in pausa pranzo), ma anche e soprattutto per catturare l’attenzione di un target giovane, sempre più restio a stazionare stabilmente davanti allo schermo per lunghi periodi.
Una piattaforma molto più simile a Youtube che alle altre grandi dello streaming online quindi, ma che si differenzierà da essa per l’altissima – a detta di Katzenberg – qualità dei suoi contenuti.

INVESTITORI E INVESTIMENTI

Jeffrey Katzenberg è una vecchia conoscenza dei fan Disney: è a lui, ai tempi amministratore delegato della compagnia, che si fa risalire la grandissima ripresa che la Casa di Topolino vide negli anni ’90, con film come La Sirenetta o Il Re Leone. Finita la sua esperienza in Disney, Katzenberg fondò la Dreamworks (dando vita alle saghe di Shrek, Dragon Trainer, Madagascar e così via), mentre QUIBI è il suo ultimo progetto, sul quale sta puntando moltissimo.
Si parla di un miliardo e mezzo di dollari investiti finora, cui vanno sommati almeno altri 500 milioni per il lancio pubblicitario dei prossimi mesi. Fra gli investitori, grandissimi nomi: da Walt Disney a Sony Pictures, da NBC Universal alla holding tecnologica Alibaba Group.

CONTENUTI

QUIBI vuole costruire la sua libreria contenuti praticamente da zero: un azzardo che giustifica gli elevati costi iniziali e che in realtà crea un po’ di incertezza riguardo le reali possibilità della piattaforma (soprattutto in relazione ai suoi elevati costi, di cui parleremo a breve).
Ad ogni modo, alcuni dei nomi coinvolti sono davvero molto interessanti: si va da Steven Spielberg, che con il suo Spielberg’s After Dark affronterà tematiche horror (per una serie che sarà disponibile maliziosamente solamente durante le ore notturne), a Zac Efron, impegnato in un survival-reality chiamato Kill the Efron (durante le riprese del quale ha davvero rischiato la morte: pare che l’attore si sia salvato per un soffio).
L’offerta comprenderà inoltre, accanto a serie comedy, horror, thriller o drammatiche, anche documentari (come Fierce Queens, che mostra la natura da un punto di vista tutto al femminile), docu-serie (come Frat Boy Genius, basata sulla storia di Evan Spiegel, il creatore di Snapchat), game show, notiziari, un arbitration court show (che vedrà la modella Chrissy Teigen in veste di giudice d’eccezione). In arrivo anche un contenuto che vedrà protagonista il cantante pop Justin Timberlake, ed anche Justin Roiland (creatore della acclamata Rick & Morty) si occuperà di realizzare qualcosa, probabilmente nel campo dell’animazione per adulti.

Gli speciali contenuti di QUIBI saranno quindi come già detto caratterizzati da una durata mai superiore ai 10 minuti a puntata, ma la più grande rivoluzione riguarderà il formato: tutti saranno infatti girati con modalità particolari per far sì che l’utente possa fruire dei video sia tenendo il dispositivo in verticale che in orizzontale, con la possibilità di cambiare modalità di visualizzazione in qualsiasi momento semplicemente inclinando lo smartphone o il tablet.
Entro il 2020 il numero totale dei contenuti in catalogo dovrebbe arrivare a 175.

COSTO

Il punto dolente più grande di QUIBI è forse quello relativo al suo costo: si parla di 4.99 dollari al mese, ma con pubblicità annessa (inserzioni pubblicitarie inserite all’interno dei programmi, della durata compresa fra i 6 e i 15 secondi) o di abbonamento premium al costo di 7.99 dollari esente da pubblicità.
Considerando inoltre che il target sul quale QUIBI insiste è quello di ragazzi e ragazze giovani (meno inclini ad una tale spesa), già assuefatti al mondo gratuito di Youtube, il futuro della piattaforma di Katzenberg appare fin da prima del lancio già nebuloso. Riuscirà QUIBI ad imporsi nel panorama odierno dello streming online? Lo scopriremo nei prossimi mesi, cui potrebbe probabilmente seguire, in caso di successo, un futuro rilascio in europa.

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

The Good Lord Bird – Nuovo trailer per la miniserie con Ethan Hawke 11 Agosto 2020 - 17:45

Showtime ha diffuso un nuovo trailer della miniserie con Ethan Hawke The Good Lord Bird, in arrivo negli Stati Uniti il prossimo 4 ottobre.

SpongeBob: in arrivo uno spin-off dedicato alla stella marina Patrick 11 Agosto 2020 - 17:00

Patrick Stella, il personaggio della serie animata SpongeBob SquarePants, avrà uno spin-off tutto suo.

Jurassic World: Dominion – La nuova foto ci ricorda una location familiare 11 Agosto 2020 - 16:15

Colin Trevorrow svela una foto dal set di Jurassic World: Dominion che contiene un riferimento a Isla Sorna, l'isola dove InGen produceva i dinosauri.

The Doc(Manhattan) Is In – Storie di guerra e di magia, il Game of Thrones dell’83 (più o meno) 26 Giugno 2020 - 15:45

Storia del semidimenticato Wizards and Warriors, serie fantasy anni 80 con vari personaggi in lotta per il controllo di un regno. Ricorda qualcosa?

7 cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers 19 Giugno 2020 - 15:45

Sette cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers, un super-eroe contro l’inquinamento (e gli altri mali del mondo).

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – SUPAIDAMAN, lo Spider-Man giapponese 5 Giugno 2020 - 18:45

L'incredibile storia dello Spider-Man televisivo giapponese con il suo robot gigante. E come questo ha ispirato, tra le altre cose, i Power Rangers.