L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Perché stanno tutti parlando delle candele di Gwyneth Paltrow

Perché stanno tutti parlando delle candele di Gwyneth Paltrow

Di Filippo Magnifico

Nel weekend vi sarà sicuramente capitato, anche solo scorrendo in maniera distratta la bacheca di Facebook, di leggere il nome di Gwyneth Paltrow.
L’attrice, volto di Pepper Potts nell’Universo Cinematografico Marvel, ha attirato l’attenzione del mondo per una trovata commerciale che, va detto, ha subito centrato il bersaglio.
Per farla breve: Gwyneth Paltrow ha messo in vendita una candela che profuma come la sua vagina.
Cerchiamo però di andare più a fondo nella questione.

Il marchio Goop

Nell’ormai lontano 2008 (lo stesso anno in cui è uscito Iron Man, il primo film del MCU), la Paltrow ha creato Goop, un marchio che oggi fattura oltre 250 milioni di dollari.
Molti soldi ma anche un bel po’ di polemiche, perché Goop, nato come una semplice newsletter settimanale, è finito in più di un’occasione nell’occhio del ciclone per alcuni consigli pseudo scientifici dispensati in materia di wellness.
Eppure il marchio funziona, a tal punto che Netflix ha deciso di realizzare una docu serie, in arrivo il 24 gennaio, incentrata sulla filosofia di Goop.

La candela

L’ultima trovata di Goop è stata, appunto, una candela che – secondo il claim – odora proprio come le parti intime di Gwyneth Paltrow. Con un nome che non lascia spazio a dubbi: Questa candela odora come la mia vagina.

La candela in questione è stata messa in vendita sul sito, al costo di 77 dollari, ed è andata esaurita nel giro di appena un giorno.
E la cosa incredibile è che si tratta di una una vera a propria trollata, dichiarata anche nella descrizione del prodotto:

Questa candela è iniziata come uno scherzo tra il profumiere Douglas Little e Gwyneth Paltrow. I due stavano lavorando su una nuova fragranza e ad un certo punto lei ha esclamato: “Uhh… questa profuma come una vagina”. Lo scherzo si è poi evoluto in un profumo divertente, stupendo e sexy.

Insomma, una cosa nata per scherzo (il profumo in realtà è una miscela di geranio, bergamotto e altre fragranze), diventata virale nel giro di pochissimo tempo.
C’è chi si è scandalizzato, ovviamente, chi ha colto il lato ironico di tutta la vicenda. Resta il fatto che Gwyneth Paltrow è riuscita a vendere una semplice candela profumata alla “modica” cifra di 77 dollari.
Questo si chiama marketing.

Fonte: Goop

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Raya e l’Ultimo Drago dal 18 maggio in Blu-Ray e DVD 11 Maggio 2021 - 20:15

Raya e l’Ultimo Drago, l’imperdibile film Walt Disney Animation Studios che trae ispirazione dalle culture e dai popoli dell’Asia sudorientale, arriva finalmente in Blu-Ray e DVD!

Knives Out 2: anche Edward Norton nel cast del film Netflix 11 Maggio 2021 - 19:55

Dopo Dave Bautista, un altro nome di serie A entra nel sequel del giallo di Rian Johnson accanto a Daniel Craig

Launchpad: guarda la nuova featurette “Embrace Yourself” 11 Maggio 2021 - 19:30

A partire dal 28 maggio sarà disponibile su Disney+ Launchpad, una collezione di cortometraggi live-action targati Disney e realizzati da una nuova generazione di storyteller. Ecco una nuova featurette.

Venom – La furia di Carnage: sì, ma chi è Carnage, il simbionte rosso? 11 Maggio 2021 - 15:52

La storia a fumetti di Carnage, la nemesi di Venom nel secondo film del simbionte dalla lingua lunga.

Anna di Niccolò Ammaniti e il coraggio di una TV che da noi non fa nessuno 10 Maggio 2021 - 11:15

Una miniserie potente, coraggiosa e, come ogni storia di Ammaniti, in grado di prenderti il cuore e portatelo via.

Star Wars: The Bad Batch, la recensione del secondo episodio 7 Maggio 2021 - 14:43

Le avventure della Clone Force 99 di The Bad Batch proseguono, tra facce conosciute e (ovviamente) sparatorie.