L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Barbara Broccoli: James Bond può essere di ogni colore, ma non donna

Barbara Broccoli: James Bond può essere di ogni colore, ma non donna

Di Marco Triolo

Barbara Broccoli, storica produttrice della saga di James Bond, aveva già affrontato un argomento simile un paio di anni fa. Ora torna a parlare del futuro della saga di 007 oltre Daniel Craig, che se ne andrà dopo il prossimo No Time to Die. E, insieme al socio Michael G. Wilson, ne approfitta per ribadire che Bond non diventerà mai una donna nella serie, anche se potrebbe cambiare etnia.

Ecco che cosa ha detto la produttrice in un’intervista pubblicata da Variety:

Può essere di ogni colore, ma è un uomo. Sono convinta che dovremmo creare nuovi personaggi per le donne – forti personaggi femminili. Non sono particolarmente interessata a prendere un personaggio maschile e farlo interpretare da una donna. Credo che le donne siano molto più interessanti di così.

Broccoli ha affrontato un argomento che in effetti sta facendo molto chiacchierare, ovvero che in futuro Bond possa non essere più “James”, ma magari “Jane”. Attrici come Gillian Anderson, Angelina Jolie, Emilia Clarke, Elizabeth Banks ed Emily Blunt hanno espresso interesse nel prendere il posto di Daniel Craig. E non dimentichiamo che No Time to Die introdurrà un nuovo agente, interpretato da Lashana Lynch, che si vocifera essere l’erede della sigla 007 dopo il pensionamento di Bond. Anche questa potrebbe essere una strada perseguibile, e in effetti Broccoli rivela di aver tentato di sviluppare uno spin-off incentrato su Jinx, la Bond-girl interpretata da Halle Berry in La morte può attendere. MGM non se la sentì di dare il via libera a un tale progetto con un budget di 80 milioni di dollari. La decisione fece infuriare la produttrice.

Il futuro della saga è ancora incerto

Broccoli e Wilson spiegano anche di non aver iniziato a progettare il futuro della saga di James Bond, preferendo concentrarsi sull’uscita di No Time to Die. Stavolta Craig se ne andrà per davvero, dopo averlo minacciato sin dai tempi di Spectre. “Sono in totale diniego”, ammette Barbara Broccoli. “Ho accettato quello che ha detto Daniel, ma ho ancora un rifiuto. È troppo traumatico per me”.

No Time to Die arriverà nelle sale italiane il 9 aprile. Qui ne potete vedere il trailer.

CORONAVIRUS: QUI l'elenco completo, in costante aggiornamento, di tutti i principali blockbuster che hanno subito uno slittamento sulla data di uscita o hanno optato per una distribuzione digitale.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Nuove date per Mulan e Black Widow, Jungle Cruise slitta di un anno 3 Aprile 2020 - 21:54

Da Mulan a Black Widow, da Jungle Cruise a The French Dispatch, Disney cambia le date dei film del suo listino. Nuove date anche per le pellicole Marvel, 20th Century e Searchlight. The New Mutants tra le pellicole rimaste senza una data di uscita

Artemis Fowl salta il Cinema, arriverà direttamente su Disney+! 3 Aprile 2020 - 21:29

Il film Disney Artemis Fowl salterà l’uscita cinematografica per approdare direttamente su Disney+, la piattaforma streaming della Casa di Topolino.

The Third Day – La miniserie HBO/Sky slitta a questo autunno, nuovo teaser 3 Aprile 2020 - 21:00

Slitta a questo autunno la miniserie interattiva The Third Day, prodotta da Sky e HBO, inizialmente prevista per maggio. Nuovo trailer

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – Colombo 4 Marzo 2020 - 17:11

La storia di Colombo: i tre volti del tenente, Mrs. Columbo, Spielberg e...

7 cose che forse non sapevate su Forza Sugar 3 Marzo 2020 - 13:30

La parentela con Rocky Joe, il regista famoso, la sigla riciclata... sette curiosità su Forza Sugar.

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – Dark Angel 27 Febbraio 2020 - 16:15

Jessica Alba, il 2019 post-apocalittico visto dal 2000 e la prima infatuazione di James Cameron per Alita.