L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
The Irishman potrebbe essere l’ultimo film di Scorsese: “Non c’è più spazio per questo tipo di cinema”

The Irishman potrebbe essere l’ultimo film di Scorsese: “Non c’è più spazio per questo tipo di cinema”

Di Filippo Magnifico

The Irishman sarà l’ultimo film del grande Martin Scorsese?
La nostra speranza, ovviamente, è che non sia così ma è stato lo stesso regista a lanciare la bomba durante un’intervista con il The Guardian.
Per Scorsese, ormai (e purtroppo), non c’è più spazio per film del genere e il motivo è tutto riconducibile a quella discussione riguardante l’universo dei cinecomic iniziata qualche mese fa.

The Irishman sarà l’ultimo film di Scorsese?

Abbiamo parlato abbastanza del fatto che i cinema sono ormai ostaggio dei film su supereroi. Sai, quelli dove c’è gente che vola, si scontra, si schianta. Ed è una cosa buona, se vuoi vedere questo tipo di film. Il problema è che non c’è più spazio per un altro tipo di cinema. Non so proprio quanti altri film potrei fare, questo potrebbe essere l’ultimo. La mia idea era riuscire a realizzarlo e un giorno, magari, mostrarlo al BFI di Londra o alla Cinémathèque di Parigi. Non sto scherzando.

Ma stiamo vivendo un momento in cui nei cinema si mostrano solo gli ultimi film sui supereroi.
Ci sono 12 schermi, 11 sono film sui supereroi. Va bene se ti piacciono i film sui supereroi ma sul serio hai bisogno di 11 schermi? Si tratta di una cosa pazzesca per film come ad esempio Lady Bird o The Souvenir. Potrebbero non essere propriamente commerciali ma sono in grado di raggiungere un vasto pubblico in maniera modesta e genuina. In ogni caso, non sto dicendo che un film commerciale non può essere arte. Quello che ha consumato il mondo del cinema è il concetto di prodotto. Quel genere di prodotto pronto ad essere consumato e gettato via. Prendiamo ad esempio un film commerciale come Cantando sotto la pioggia. Si potrebbe guardare e riguardare. La domanda a questo punto è: cosa faremo per proteggere l’arte?

Non deve per forza piacerti come film ma ad esempio sarebbe impossibile realizzare The Aviator oggi. E non si potrebbe realizzare Shutter Island, nonostante me e Leo [DiCaprio]. The Departed è stato realizzato nonostante la sua essenza, da questo punto di vista il potere delle grandi star ha aiutato. Mentre stavamo portando avanti questo progetto ci siamo resi conto che le porte si stavano chiudendo.

LEGGI ANCHE: The Irishman – Martin Scorsese e il cast presentano il film a New York: “Non è stato facile da realizzare…”

Storia e cast

The Irishman è basato sul mistero di Jimmy Hoffa (interpretato da Al Pacino). Sindacalista, fondatore della International Brotherhood of Teamsters, Hoffa fu condannato per corruzione in seguito alla sua complicità con la mafia, e scomparve il 30 luglio del 1975 dal parcheggio del ristorante Machus Red Fox, presso Bloomfield; fu dichiarato legalmente morto solo nel 1982, e il suo caso resta un enigma.

Robert De Niro è l’Irishman del titolo, Frank Sheeran, mafioso nonché funzionario di alto livello dell’International Brotherhood of Teamsters che nel 1999 confessò di aver attirato Hoffa in una trappola e di averlo ucciso con due colpi di pistola. Il suo racconto è contenuto nel libro I Heard You Paint Houses (nello slang significa compiere un omicidio, “dipingere le pareti con il sangue”) di Charles Brandt, cui si ispira la sceneggiatura di Steven Zaillian (Shindler’s List, The Night of).

Il cast di The Irishman include anche Joe Pesci, Harvey Keitel, Bobby Cannavale, Ray Romano e Anna Paquin.

La produzione

La produzione è curata dallo stesso Scorsese insieme a Jane Rosenthal, Emma Tillinger Koskoff e Gaston Pavlovich di Fabrica, mentre Ellen Lewis e Thelma Schoonmaker – storiche collaboratrici del cineasta – sono rispettivamente la direttrice del casting e la montatrice.

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Box Office USA: Primo Wrath of Man con $8M, seguito da Demon Slayer 9 Maggio 2021 - 22:58

Wrath of Man, il film di Guy Ritchie interpretato da Jason Statham apre al primo posto con $8M al Box Office USA, seguito da Demon Slayer

The Falcon and the Winter Soldier – Un video svela i segreti del braccio di Bucky 9 Maggio 2021 - 20:00

Uno speciale di Marvel Entertainment ci porta alla scoperta del braccio bionico di Bucky in The Falcon and the Winter Soldier, con Lorraine Cink e il supervisore agli effetti visivi Eric Leven.

Pam and Tommy – Nuove foto di Sebastian Stan e Seth Rogen nella serie 9 Maggio 2021 - 19:00

Sebastian Stan e Seth Rogen sono Tommy Lee e Rand Gauthier nelle nuove foto di Pam and Tommy, miniserie con Lily James nel ruolo di Pamela Anderson.

Star Wars: The Bad Batch, la recensione del secondo episodio 7 Maggio 2021 - 14:43

Le avventure della Clone Force 99 di The Bad Batch proseguono, tra facce conosciute e (ovviamente) sparatorie.

Perché Godzilla non è figlio di una bomba atomica (e tanto meno delle atomiche della Seconda Guerra Mondiale) 5 Maggio 2021 - 14:37

Il primo Godzilla di Ishiro Honda, nel '54, e la paura del nucleare venuta dal mare (e nata due milioni di anni prima).

STAR WARS: THE BAD BATCH – EPISODIO 1 | RECENSIONE 4 Maggio 2021 - 9:01

Debutta oggi su Disney+ Star Wars: The Bad Batch, il sequel/spin-off di The Clone Wars. Le nostre impressioni sul primo episodio.