L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Addio a D.C. Fontana, la donna che creò Star Trek

Addio a D.C. Fontana, la donna che creò Star Trek

Di Marco Triolo

Naturalmente, leggendo il titolo avrete pensato, come tutti, “Ma Star Trek l’ha creato Gene Roddenberry!”. Ed è vero. Però, a volte, dietro alle creazioni che più amiamo si nascondono degli eroi di cui nessuno parla. In questo caso l’eroe si chiama D.C. Fontana, al secolo, Dorothy Catherine Fontana, una sceneggiatrice che, negli anni ’60, contribuì in maniera fondamentale alla scrittura della serie classica di Star Trek. Roddenberry la assunse prima come segretaria, dopo che si era fatta le ossa come segretaria di uno dei produttori di The Lieutenant, serie creata dallo stesso Roddenberry. Presto, però, l’autore di Star Trek la invitò a scrivere alcune puntate. Fontana diede un contributo molto importante nello sviluppo dell’universo della serie e ideò elementi chiave della cultura vulcaniana.

Dopo aver scritto, tra gli altri, gli episodi This Side of Paradise, Journey to Babel, e The Enterprise Incident, tornò a lavorare a Star Trek nella serie animata. E in seguito scrisse puntate di The Next Generation, tra cui il pilot Encounter at Farpoint, e Deep Space Nine. Fu anche produttrice sia della serie classica che di The Next Generation. E, più di recente, ha lavorato come produttore consulente e sceneggiatrice a Star Trek: New Voyages, una webserie realizzata da fan della saga che riprende i personaggi della serie classica.

Oltre Star Trek

Al di fuori di Star Trek, lavorò anche a Le strade di San Francisco, La fuga di Logan (la serie, non il film), L’uomo da sei milioni di dollari, He-Man e i dominatori dell’universo e Babylon 5.

Fu Roddenberry stesso a proporre alla sceneggiatrice di firmarsi con le iniziali, temendo che gli spettatori non avrebbero preso sul serio una donna. Nel corso della sua lunga carriera, D.C. Fontana ha esercitato un’enorme influenza sulle colleghe che hanno intrapreso il loro cammino in un’industria dominata dagli uomini. Se siete dei fan di Star Trek, è probabile che l’abbiate già sentita nominare. Ma per tanti è un nome che emerge solo ora, in occasione, purtroppo, della sua scomparsa all’età di 80 anni. Cinema e TV però fanno sempre questo grande regalo a chi muore: ovvero rendere immortale il loro nome attraverso le loro creazioni.

Fonte: StarTrek.com

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Ci sarà un revival di Nash Bridges, sarà un film e questo sarà il cast… 7 Maggio 2021 - 21:15

Ecco gli attori che affiancheranno Don Johnson e Cheech Marin nel film che potrebbe anche lanciare una nuova serie

Belle: Un dietro le quinte di cinque minuti del film di Mamoru Hosoda 7 Maggio 2021 - 21:08

Primo appuntamento con una serie di dietro le quinte dedicati al film Belle di Mamoru Hosoda. Annunciati quattro doppiatori tra cui Shōta Sometani. A fine mese si concluderanno le audizioni a livello mondiale per una piccola parte vocale nel film

Il regista di Tyler Rake dirigerà Idris Elba in Stay Frosty 7 Maggio 2021 - 20:30

Sarà un film nella vena degli action natalizi anni '80 come Arma letale e Die Hard

Star Wars: The Bad Batch, la recensione del secondo episodio 7 Maggio 2021 - 14:43

Le avventure della Clone Force 99 di The Bad Batch proseguono, tra facce conosciute e (ovviamente) sparatorie.

Perché Godzilla non è figlio di una bomba atomica (e tanto meno delle atomiche della Seconda Guerra Mondiale) 5 Maggio 2021 - 14:37

Il primo Godzilla di Ishiro Honda, nel '54, e la paura del nucleare venuta dal mare (e nata due milioni di anni prima).

STAR WARS: THE BAD BATCH – EPISODIO 1 | RECENSIONE 4 Maggio 2021 - 9:01

Debutta oggi su Disney+ Star Wars: The Bad Batch, il sequel/spin-off di The Clone Wars. Le nostre impressioni sul primo episodio.