L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Golden Globe da scandalo? Nessuna regista nominata!

Golden Globe da scandalo? Nessuna regista nominata!

Di Matioski

Nonostante l’estrema specificità della giuria che li presiede, i Golden Globe restano una delle premiazioni cinematografiche più riconosciute e chiacchierate. Per alcuni, si tratta di una sorta di anticamera degli Oscar, capace di fornire importanti indizi sui vincitori delle statuette più prestigiose dell’anno. Com’è ormai spiacevole tradizione, tuttavia, non mancano le polemiche. Stavolta, nell’occhio del ciclone sono finite le nomination della categoria “miglior regia”.

I cinque registi candidati

Trovate la lista completa nel nostro articolo. Qui ci limiteremo a segnalare soltanto quelle incriminate. Ecco i cinque migliori registi dell’anno secondo i Golden Globe:

  • Bong Joon HoParasite
  • Sam Mendes1917
  • Todd PhillipsJoker
  • Martin ScorseseThe Irishman
  • Quentin TarantinoC’era una volta a Hollywood

Come potete notare, si tratta di cinque uomini. Nessuna regista è stata nominata. E’ un problema? Forse. Di sicuro lo è per Alma Har’el, che si è occupata delle riprese del film Honey Boy.

Il cuore della polemica

A perorare la sua causa, anche la dottoressa Stacy Smith, fondatrice di una prestigiosa associazione che supporta l’inclusività:

Quest’anno, per la prima volta, abbiamo assistito ad un incremento delle possibilità lavorative offerte a registe di sesso femminile. Tra i 100 film più importanti dell’annata, il 12/14% è stato girato da donne. La mancata presenza di registe all’interno delle nomination dimostra come l’ente che presiede i Golden Globe escluda le donne, non ritenendole degne di considerazione critica, e immeritevoli di vincere premi.

Si tratta sicuramente di un argomento delicato, e per la sua trattazione dovrete accontentarvi dell’opinione di chi sta scrivendo questo articolo: un uomo. Che l’industria cinematografica hollywoodiana abbia discriminato, in passato, donne ed altri tipi di minoranze è indubbio. Giusto protestare e fare sentire la propria voce. Gli scandali che hanno travolto l’ambiente negli ultimi anni, non ultimo il caso Weinstein, hanno portato ad un cambiamento dello status quo, graduale ma importante.

Tuttavia, le manifestazioni che premiano le performance migliori dell’anno, siano queste registiche oppure attoriali, dovrebbero basarsi su un solo criterio: il merito. La rappresentanza obbligatoria di tutti i generi ed etnie non è contemplata. Nel merito delle nomination dei Golden Globe, i cinque candidati sono registi acclamati, direttori di film apprezzatissimi da critica e pubblico. Nessuno dei nomi risulta, dunque, particolarmente fuori posto.

Conclusioni

Vi sono state registe altrettanto meritevoli? Spetta ai criteri soggettivi di ciascuno stabilirlo. Ma ammantare la vicenda di discriminazione, nell’ambito di soli cinque posti da assegnare, non è di certo appropriato. Più che il problema stesso, le nomination dei Golden Globe sono un sintomo del problema. Che va ricercato altrove. Poche registe donne trovano lavoro, e di conseguenza, a livello statistico, è improbabile che una di queste venga candidata rispetto ai colleghi uomini.

Ci auguriamo che la corrente cambi presto il suo corso. L’anno prossimo, cinque dei blockbuster più attesi saranno diretti da donne, compresi quattro cinecomic. Tutto lascia pensare che questo, per fortuna, sia solo l’inizio del trend.

Fonte: Deadline.com


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Only Murders in the Building: nuovo trailer per la serie Star con Steven Martin e Martin Short 27 Luglio 2021 - 20:30

Insieme a Selena Gomez, interpreteranno tre podcaster che decidono di risolvere un delitto. dal 31 agosto su Disney+ Star

Nuove aggiunte al film autobiografico di Spielberg, tra cui Judd Hirsch 27 Luglio 2021 - 19:30

Il cast di The Fabelmans si arricchisce di quattro nuovi interpreti veterani

Batman Unburied: Winston Duke e Jason Isaacs saranno Bruce Wayne e Alfred nel podcast 27 Luglio 2021 - 18:45

Il podcast nasce da un'idea di David Goyer e vedrà Bruce Wayne nell'insolito ruolo di patologo forense. In arrivo su Spotify

Turner e il casinaro contro Fonzie 23 Luglio 2021 - 15:39

Quella volta che Henry Winkler preferì il casinaro, cioè il cane, a Tom Hanks...

Masters of the Universe: Revelation, la recensione 23 Luglio 2021 - 9:14

I Masters of the Universe, i Dominatori dell'Universo, sono tornati. Con una nuova serie animata destinata a spaccare in due la fanbase.

Trainspotting: il film di Danny Boyle, 25 anni dopo 20 Luglio 2021 - 9:27

Cosa ci resta dell'esplosiva black comedy di Danny Boyle, un quarto di secolo dopo.