L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
The Irishman – Il ritorno della vecchia Hollywood

The Irishman – Il ritorno della vecchia Hollywood

Di Redazione SW

A cura di Sonia Serafini

Esce oggi al cinema l’atteso film di Martin Scorsese The Irishman, pellicola dalla lavorazione travagliata che dopo ben dieci anni vede la luce, quella della sala e del piccolo schermo. Si perché il nuovo film del regista italoamericano avrà doppia distribuzione, al cinema come di consueto e su Netflix dal 27 novembre. Una vera e propria rivoluzione che il filmaker ha descritto come una manna dal cielo, pare infatti che la pellicola avesse incontrato non pochi problemi di budget e che a risolvere tutto sia stata proprio la regina dell’intrattenimento streaming, ovvero Netflix.
Anche se Scorsese afferma che l’esperienza collettiva della sala cinematografica rimanga imbattibile questo è il futuro, un futuro nel quale cinema e streaming possano convivere senza doversi fare la guerra.

La pellicola è basata sul libro “I Heard You Paint Houses” di Charles Brandt che racconta la storia di Frank “The Irishman” Sheeran, nel film interpretato da De Niro. Circa quarant’anni di storia americana a fare da sfondo alle vicende del malavitoso De Niro amico di Jimmy Hoffa (Al Pacino) e Russell Bufalino (Joe Pesci). Hoffa, il personaggio di Al Pacino, è stato un grande sindacalista americano la cui morte è rimasta un mistero per tantissimo tempo, il film tenta di ripercorrerne gli avvenimenti e ciò che portò all’epilogo di anni di criminalità assoluta in America.

Martin Scorsese rimette in piedi la vecchia squadra con una new entry, Al Pacino, che, seppur sembri assurdo, non ha mai lavorato con il regista. Scalda il cuore vedere di nuovo tutti i grandi attori della vecchia Hollywood insieme per una pellicola incredibile, che solo un regista come Scorsese poteva dirigere. I dieci anni di lavorazione sono serviti anche per perfezionare la tecnica di CGI che serviva per ringiovanire gli attori nella storia, Scorsese aveva bisogno di una tecnologia che non richiedesse uso del green screen o tute o quant’altro perché era certo che con questa opzione Joe Pesci e compari non avrebbero mai accettato di fare il film.
Per fortuna l’evoluzione della CGI ha permesso a Scorsese di fare il suo film con risultati ottimi, l’unica cosa che gli attori hanno dovuto seguire è stato il coach per i movimenti che ricordava loro come si è quando si ha 40 anni, avendone ognuno 70!

Il film è uno spaccato di storia americana, dallo sbarco di cuba, l’assassinio di Kennedy, Bush e il maccartismo, in cui ognuno riconosce un po’ della filmografia del grande regista. Tre ore e mezza che volano via come il grande cinema sa fare. Imperdibile.

Martin Scorsese, Robert De Niro e Al Pacino parlano di The Irishman

QUI trovate la nostra recensione

LEGGI ANCHE: The Irishman – Martin Scorsese e il cast presentano il film a New York: “Non è stato facile da realizzare…”

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Guillermo del Toro aggiorna su Nightmare Alley e Pinocchio 3 Luglio 2020 - 23:32

Guillermo del Toro fornisce un aggiornamento sulla produzione di Nightmare Alley, le cui riprese potrebbero ricominciare in autunno e il film in stop-motion di Pinocchio

Songbird: il sindacato degli attori “boicotta” il film prodotto da Michael Bay 3 Luglio 2020 - 20:45

La produzione è accusata di non essere stata trasparente sulle misure di sicurezza adottate

Eurovision Song Contest – La playslist su Spotify 3 Luglio 2020 - 20:04

La playlist di Eurovision Song Contest: la storia dei Fire Saga è disponibile su Spotify, quali canzone vi sono rimaste in testa?

The Doc(Manhattan) Is In – Storie di guerra e di magia, il Game of Thrones dell’83 (più o meno) 26 Giugno 2020 - 15:45

Storia del semidimenticato Wizards and Warriors, serie fantasy anni 80 con vari personaggi in lotta per il controllo di un regno. Ricorda qualcosa?

7 cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers 19 Giugno 2020 - 15:45

Sette cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers, un super-eroe contro l’inquinamento (e gli altri mali del mondo).

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – SUPAIDAMAN, lo Spider-Man giapponese 5 Giugno 2020 - 18:45

L'incredibile storia dello Spider-Man televisivo giapponese con il suo robot gigante. E come questo ha ispirato, tra le altre cose, i Power Rangers.