L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Terminator Destino Oscuro: problemi tra Cameron e Miller sul set?

Terminator Destino Oscuro: problemi tra Cameron e Miller sul set?

Di Matioski

Terminator: Destino Oscuro ha debuttato nelle sale di tutto il mondo, con un buon riscontro da parte della critica (70% di gradimento su Rotten Tomatoes) che l’ha definito “il miglior capitolo della saga dai tempi di Terminator 2“. Considerata la qualità degli altri sequel, questo risultato era il minimo indispensabile. Tuttavia, è un ottimo punto di partenza, nonostante un esordio non proprio entusiasmante ai botteghini che potrebbe minare la prosecuzione del franchise (ne abbiamo parlato qui).

La dichiarazione di James Cameron

Un’altra ombra sta avvolgendo il progetto in queste ore. Quella delle polemiche. Pare infatti che il produttore James Cameron e il regista Tim Miller abbiano avuto forti contrasti sul set, riguardo alla direzione creativa da imprimere alla pellicola. Dinanzi ad una domanda riguardante tali intemperanze, Cameron ha risposto quanto segue:

Sono stati molti [i contrasti]. E qualcuno sta ancora lavando il sangue che cola dalle pareti dopo quelle battaglie creative. Questo è un film che è stato forgiato nel fuoco. Ma fa parte del processo creativo, giusto? Il mio lavoro con Robert [Rodriguez] su Alita è stato molto differente. Robert ha amato la sceneggiatura, ha amato tutto, mi ha detto: “Voglio solo fare questo film. Voglio realizzare questo film nel modo in cui lo intendi tu”. E io ho risposto: “No, tu devi girare il tuo film”. Con Tim mi sono trovato nella situazione opposta, con lui che voleva realizzare il suo film a tutti i costi. E io mi sono detto: “Certo, ma conosco questo mondo giusto un pochino”.

Contrasto costruttivo o distruttivo?

Generalmente le divergenze creative tra i vari reparti di una produzione dovrebbero essere taciuti. Specie in fase di marketing, quando l’idea di un team compatto e unito è fondamentale per l’immagine del progetto. Ciò detto, il commento di James Cameron non appare irrispettoso nei confronti di Tim Miller, che peraltro non viene dipinto come un rivale da sconfiggere a tutti i costi. Lo stesso Cameron riconosce l’importanza del tocco creativo che i registi devono infondere nei film a loro affidati.

Ciò che traspare è una situazione abbastanza tipica nell’ambito dei processi creativi: l’incontro/scontro tra idee diverse ed esigenze differenti. Uno scontro che, se gestito nel rispetto delle reciproche parti, può portare al beneficio del prodotto a cui si sta lavorando e, in ultimo, a quello dei consumatori. La dichiarazione di James Cameron appare dunque costruttiva, e non distruttiva. Esattamente come i confronti tra il regista di Avatar e Tim Miller. Certo, queste dichiarazioni potrebbero essere di circostanza, ma Cameron è noto per non avere particolari peli sulla lingua. Di conseguenza, almeno in questo caso, possiamo dormire sonni tranquilli.

Fonte: IndieWire.com

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

LEGGI ANCHE

Squid Game: il dietro le quinte ufficiale del serial da record 9 Agosto 2022 - 18:30

La serie-fenomeno di Netflix, Squid Game, viene sviscerata dal suo creatore Hwang Dong-hyuk e gli interpreti Lee Jung-jae, Jung Ho-yeon e Park Hae-soo.

Berserk – L’epoca d’oro: Poster e video della Memorial Edition 9 Agosto 2022 - 18:14

Il regista Yuuta Sano (3DCG in I figli del mare) ha parlato della edizione commemorativa della trilogia Berserk - L'epoca d'oro e ha ricordato Kentaro Miura

Mo: il trailer della nuova serie Netflix di Mohammed Amer e Ramy Youssef 9 Agosto 2022 - 18:00

La serie prodotta da A24 (Euphoria) racconterà la storia di un palestinese in attesa della cittadinanza americana

The Sandman: i fan del fumetto possono dormire sonni tranquilli (recensione senza spoiler) 5 Agosto 2022 - 9:01

Neil Gaiman aveva ragione a proposito della trasposizione fedele. Ma The Sandman può piacere anche a chi il fumetto non l'ha mai letto?

Prey: il film “Predator contro i Comanche”, fortunatamente, fa il suo 3 Agosto 2022 - 18:01

E ci riesce ribaltando in continuazione i concetti di preda e predatore. Le nostre impressioni sul prequel di Predator, in uscita il 5.

MCU, perché è molto importante aver annunciato due nuovi film degli Avengers 25 Luglio 2022 - 10:06

Quello che mancava nell'MCU: una nuova pianificazione, per i prossimi tre anni, con due film degli Avengers in chiusura.