L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Last Christmas: Emilia Clarke protagonista di una nuova favola natalizia, la recensione

Last Christmas: Emilia Clarke protagonista di una nuova favola natalizia, la recensione

Di Adriano Ercolani

La nuova favola natalizia scaturita dalla coppia inedita formata dal regista Paul Feig e dalla sceneggiatrice/attrice Emma Thompson funziona su due livelli ben precisi, che si intersecano tra loro con armonia formando una miscela cinematografica soltanto apparentemente realizzata per un consumo superficiale.

Prima di tutto Last Christmas è un “feel-good movie”, e difficilmente poteva essere altrimenti viste le premesse: la giovane Katerina (Emilia Clarke), figlia di immigrati venuti a vivere a Londra a causa del conflitto nella ex-Jugoslavia, ha perso se stessa dopo aver subito un trapianto di cuore. Incapace di essere affidabile, la ragazza passa le giornate tra il suo lavoro come commessa in un negozio che vende addobbi natalizi e audizioni per musical nel West End. L’incontro con l’affascinante e affidabile Tom (Henry Golding) le cambierà la vita e la aprirà all’idea che aiutare il prossimo può senz’altro aiutarti a tornare sulla retta via.

Coccolare il cuore del pubblico

Last Christmas è una favola dalla trama leggera, quasi impalpabile, che si rivela però precisa al fine di supportare le qualità di attrice della Clarke, assolutamente spigliata nell’impersonare una figura femminile che tenta di vivere con leggerezza e positività situazione emotiva e psicologica che invece leggera proprio non è. È la star esplosa con Game of Thrones il centro del film, frizzante e soavemente svagato, qualcuno con cui ci si può immedesimare con facilità assoluta. La love-story romantica con Tom si sviluppa in maniera coerente e ampiamente prevedibile, ma poco importa: Last Christmas non è il tipo di prodotto che vuole – e soprattutto deve – intrigare lo spettatore con colpi di scena o personaggi complessi. Il suo scopo è coccolare il cuore del pubblico, regalargli un’ora e quaranta di buoni sentimenti espressi attraverso uno spettacolo coerente nella sua semplicità. E qui entra in gioco il secondo livello di lettura del film, che non esitiamo a definire esplicitamente “politico”.

Un importante messaggio

Esatto, perché in piena epoca di Brexit e di estremismi xenofobi, Last Christmas mette in scena l’idea fondamentale che una comunità coesa, salda, empatica, stretta intorno ai singoli individui maggiormente bisognosi, è una comunità in piena salute. A prescindere dall’etnia e dal livello sociale. La sceneggiatura scritta dalla Thompson insieme a Bryony Kimmings mette in scena persone comuni, che stentano ma si impegnano a rendere la vita migliore per coloro che gli sono vicino, per quelli con cui condividono un’esistenza non sempre appagante, tutt’altro.

Il melting pot rappresentato dal film di Paul Feig – cineasta che sa essere leggero e insieme sottilmente arguto – è variegato, incerto, volenteroso, vitale. Imperfetto anche nella sua dimensione favolistica, che poi è ciò che il film vuole essere, ma capace di restituire agli spettatori un senso di umana dignità che è ciò di cui oggi probabilmente si ha disperatamente bisogno. Dietro la confezione scanzonata ed edificante Last Christmas ha dunque un messaggio molto preciso e importante da consegnare a tutti noi. E dovremmo seriamente farlo nostro…


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Loki: le nostre interviste alla regista, al creatore della serie e a Gugu Mbatha-Raw (Ravonna Renslayer) 22 Giugno 2021 - 12:00

Il terzo episodio di Loki è pronto per fare il suo debutto su Disney+ ma nell’attesa vi proponiamo le nostre video interviste a Michael Waldron (creatore della serie), Kate Herron (regista) e Gugu Mbatha-Raw.

Shazam: Fury of the Gods – Helen Mirren è Hespera nelle foto dal set 22 Giugno 2021 - 11:30

Le nuove foto dal set di Shazam: Fury of the Gods - le cui riprese sono in corso ad Atlanta - ritraggono Helen Mirren con il costume di Hespera.

Butcher’s Crossing: Nicolas Cage protagonista di un western 22 Giugno 2021 - 10:45

Da un romanzo di John Edward Williams, la storia di un ragazzo che parte per la frontiera e si unisce a una squadra di cacciatori di bisonti

Ewoks, (maledetti) Ewoks ovunque 22 Giugno 2021 - 9:56

La storia degli Ewoks di Star Wars, quei maledetti orsacchiotti tanto amati da George Lucas, che sono sbarcati in massa - con film e serie animata - su Disney+.

800 eroi e il successo delle Termopili cinesi 18 Giugno 2021 - 10:00

800 eroi, il film di guerra che racconta una fase particolarmente sanguinosa - e surreale - della battaglia di Shanghai. La morte per una speranza, in mezzo agli stranieri che fanno da pubblico.

Loki: ma quindi chi è la Variante e perché è così importante? 17 Giugno 2021 - 17:01

Chi è realmente il personaggio che appare nel secondo episodio di Loki? (Spoiler alert, ovvio)