L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
James Dean resuscitato al computer? Le star di Hollywood non ci stanno

James Dean resuscitato al computer? Le star di Hollywood non ci stanno

Di Marco Triolo

È dell’altro ieri la notizia: James Dean verrà riportato in vita con la computer grafica nel film Finding Jack, diretto da Anton Ernst e Tati Golykh. Siamo alla vigilia di un evento di portata storica per il cinema: da tempo si parla della possibilità che, grazie alle moderne tecnologie digitali, i divi defunti vengano resuscitati in maniera realistica. Ma finora nessuno aveva osato farlo.

Si tratta di un dilemma morale prima ancora che artistico, e infatti le star di Hollywood hanno espresso i loro forti dubbi sui social. Tra esse, Chris Evans, Elijah Wood, Dylan Sprouse e persino la figlia di Robin Williams, Zelda Williams. Ecco cosa hanno scritto…

Chris Evans

L’ex Captain America ha commentato, sarcastico:

Sono certo che ne sarebbe felicissimo. Che cosa terribile. Magari potremmo chiedere a un computer di dipingerci un nuovo Picasso. O scrivere un paio di nuovi brani di John Lennon. La completa mancanza di prospettiva qui è vergognosa.

Elijah Wood

L’ex Frodo si è limitato a scrivere:

NO. Questa cosa non dovrebbe poter accadere.

Dylan Sprouse

La metà dei gemellini Sprouse scrive:

Mark Roesler, CEO di CMG Worldwide dice […] che il film “apre nuove opportunità per molti dei nostri clienti che non sono più tra noi”. IN ALTRE PAROLE: “Trovato un nuovo modo di derubare le tombe dei morti e mungere le masse per molto meno”.

Zelda Williams

La figlia di Robin Williams non può che essere genuinamente preoccupata da questa svolta:

Ne ho parlato per ANNI con i miei amici e nessuno mi ha mai creduto quando dicevo che l’industria sarebbe scesa così in basso una volta che la tecnologia fosse migliorata. Che si tratti di una mossa pubblicitaria o meno, qui si manipolano i morti solo per il loro “prestigio”, ed è un precedente terribile per il futuro della recitazione.

La difesa dei registi

Parlando con The Hollywood Reporter, Anton Ernst ha difeso la sua scelta, definendosi “rattristato” e “confuso” per la reazione negativa dell’opinione pubblica. “Non la comprendiamo. Non abbiamo mai inteso la cosa come un trucco di marketing”. Il regista aveva già detto che il progetto ha il supporto della famiglia di Dean, che “vede questo come il suo quarto film” mai realizzato. E qui aggiunge:

Penso che avrebbero voluto vedere continuare l’eredità di famiglia. È ciò che abbiamo fatto qui. Abbiamo portato una nuova generazione di spettatori a conoscere James Dean. Alla fine della fiera, quello che vogliamo davvero è che la gente sappia che questo film parla di amore e amicizia, dei veterani che hanno combattuto nella Guerra del Vietnam e specialmente dei cani che erano con loro. Vogliamo evitare che si perda l’enfasi su questo e che [la reazione social] distragga dalla storia del film.

Fonte: E! Online

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Ascolta le colonne sonore di Le Mans ’66 – La grande sfida 17 Novembre 2019 - 21:00

La soundtrack (le canzoni) e l'original score (le musiche) di Le Mans ’66 – La grande sfida sono disponibili nel formato digitale

Star Wars The Mandalorian: Le citazioni e i riferimenti nel secondo episodio! 17 Novembre 2019 - 20:00

Ancora ester egg ed interessanti citazioni nel secondo episodio di The Mandalorian: eccole nel nostro speciale!

Big Bug – Una commedia sci-fi con i robot per il regista di Amélie 17 Novembre 2019 - 19:08

Per Netflix iIl regista Jean-Pierre Jeunet e lo sceneggiatore Guillaume Laurant realizzeranno una commedia con i robot intitolata Big Bug

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – NYPD – New York Police Department 14 Novembre 2019 - 12:00

NYPD - New York Police Department, il poliziesco che ha cambiato volto al poliziesco. Grazie (anche) a un paio di chiappe.

7 cose che forse non sapevate su Babil Junior 12 Novembre 2019 - 12:15

La parentela con Mazinga e JoJo (o Akira) e altre curiosità su Babil Junior!

StreamWeek: su Apple Tv + arrivano See, The Morning Show e For All Mankind 11 Novembre 2019 - 18:01

Nel nuovo episodio di StreamWeek, la nostra guida alle novità proposte dalle varie piattaforme di streaming, ci concentriamo su Apple TV+.