L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
BLACK FRIDAY: Lo Shopping visto attraverso il cinema

BLACK FRIDAY: Lo Shopping visto attraverso il cinema

Di Andrea Suatoni

Per Black Friday si intende il giorno successivo al Giorno del Ringraziamento negli Stati Uniti: è considerato come il primo giorno della stagione dello shopping natalizio, ed è ormai una tradizione quella delle grandi catene di offrire per l’occasione prezzi notevolmente scontati ed eccezionali promozioni proprio in questa data.
L’idea del Black Friday negli ultimi anni si è allargata oltre i confini degli Stati Uniti, approdando un po’ ovunque: anche in Italia ormai il Black Friday è diventato sinonimo di shopping compulsivo e di ricerca forsennata dell’offerta migliore. In questo speciale vogliamo elencare una serie di film che pongono lo shopping al centro della scena: eccoli di seguito!

I LOVE SHOPPING – 2009

Tratto dalla famosa serie di libri omonimi di Sophie Kinsella, I Love Shopping racconta la storia di Becky (Isla Fisher), una ragazza letteralmente ossessionata dallo shopping. I debiti di Becky si accumulano sempre di più, finché la vita della ragazza diventa ingestibile: lo shopping fagocita sia la storia d’amore con Luke (Hugh Dancy) che l’amicizia con Suze (Krysten Ritter), finendo per farle perdere anche il lavoro.
Ovviamente immancabile il lieto fine, dove l’amore trionfa ed il “mostro” dello shopping viene sconfitto. Almeno fino ai prossimi saldi.

UNA PROMESSA E’ UNA PROMESSA – 1996

Ogni bambino anela a ricevere per natale Turbo-Man, un nuovo giocattolo appena uscito: non è da meno Jamie, figlio di Howard Langston (Arnold Schwarzenegger) cui il padre ha promesso il tanto ambito regalo. Howard però si ricorda di comprare Turbo-Man a Jamie solo quando è ormai troppo tardi: il giocattolo è esaurito ovunque e sembra diventato introvabile. Howard però è pronto davvero a tutto…!

PRETTY WOMAN – 1990

Pur non essendo un film incentrato principalmente sullo shopping, è innegabile che la scena più iconica di Pretty Woman sia quella dello shopping di Vivian in rodeo Drive (con tanto di carta di credito con fondo illimitato): con la canzone principale del film in sottofondo e le buste dei negozi che si accumulano, fino alla rivincita sulla commessa che sgarbatamente l’aveva cacciata precedentemente, Julia Roberts ha descritto una scena che rimarrà per sempre negli annali della storia del cinema.

MARIE ANTOINETTE – 2006

Il film con Kirsten Dunst protagonista nel ruolo della regina Maria Antonietta offre una scena che sembra un po’ voler ricalcare quella appena citata in Pretty Woman; pur essendo I Want Candy  una canzone meno incisiva di Pretty Woman, la sequenza di shopping “a domicilio” che sottolinea il lusso sfrenato e le ostentazioni delle vita a palazzo è rimasta nella memoria di tutti coloro che hanno visto il film.

RAGAZZE A BEVERLY HILLS – 1995

Cher (Alicia Silverstone) e Dionne (Stacey Dash) sono due ragazze ricche e popolari di Beverly Hills la cui vita sembra scandita da una serie di buone azioni volte ad aiutare gli altri (mentre in realtà le due mirano sempre e solo ad un tornaconto personale). Fra feste monumentali e forsennate sessioni di shopping, e proprio quest’ultimo ad essere indicato dalle due come il perfetto rimedio per i momenti difficili. Una sorta di terapia d’urto.

ZOMBI – 1978

Un film “particolare” rispetto agli altri, ma che ci sentiamo comunque di inserire in questa sede: in questo film horror di George Romero del 1978, un gruppo di sopravvissuti in fuga da orde di zombi si rifugia in un centro commerciale. Il centro però viene preso d’assalto: pur senza un apparente motivo, le sue mura vengono circondate da un numero spropositato di non-morti, in quella che per Romere vuole diventare il simbolo di una società in cui “l’apocalisse consumistica” spinge i clienti, quasi senza mente e quindi paragonabili a degli zombi, ad invadere i centri commerciali spinti unicamente dall’impulso di acquistare.

COLAZIONE DA TIFFANY – 1961

La povera Holly (Audrey Hepburn) sognava soltanto di fare shopping, con il suo croissant consumato davanti alla vetrina di Tiffany: una scena del tutto iconica per un film il cui titolo trae un po’ in inganno, che precorre l’era dei “window shopper”, ovvero coloro che passano molto tempo di fronte alle vetrine senza avere la possibilità economica di comprare nulla.

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

The Lord of the Rings: la prima stagione costerà $465M 16 Aprile 2021 - 21:31

La prima stagione di The Lord of the Rings riceverà nuove agevolazioni dalla Nuova Zelanda, il costo delle riprese si aggirerà sui $465M.

Cinema e teatri potrebbero riaprire il 26 aprile nelle zone gialle 16 Aprile 2021 - 20:39

Il Ministro alla Cultura Dario Franceschini ha confermato che a partire dal 26 aprile potranno riaprire nelle zone gialle teatri e cinema. Ma si tratta comunque di uno scenario improbabile.

Kristen Wiig e Annie Mumolo insieme a Disney per un film sulle sorellastre di Cenerentola 16 Aprile 2021 - 20:30

Le sceneggiatrici de Le amiche della sposa racconteranno il classico dal punto di vista di Anastasia e Genoveffa. Produce Will Ferrell

Il film di Gundam: la seconda (ma in realtà terza, e pure quarta) sortita live action del Mobile Suit Bianco 15 Aprile 2021 - 17:00

Storia breve di come un anime flop è diventato uno dei simboli pop più celebri del Giappone e un'industria pazzesca. E delle paure che un film hollywoodiano ora si porta dietro.

MCU: chi sono e da dove vengono Ayo e le altre Dora Milaje di Wakanda 14 Aprile 2021 - 9:27

Le origini nei fumetti Marvel (e la storia VERA) delle Dora Milaje di Black Panther, riapparse ora in The Falcon and the Winter Soldier.

LOL – Chi ride è fuori, i comici italiani e la TV giapponese 9 Aprile 2021 - 14:37

Si è concluso ieri su Amazon Prime Video LOL, chi ride è fuori, game show a puntate che ha suscitato polemiche e discussioni su cosa fa ridere e cosa no.