L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
StreamWeek: la disfunzionale famiglia della Doom Patrol

StreamWeek: la disfunzionale famiglia della Doom Patrol

Di Michele Monteleone

Una settimana di nuove uscite sulle piattaforme, Peaky Blinders torna su Netflix con la quinta stagione, insieme alla prima stagione dello stranissimo The Politician. Su Prime invece sbarca la prima stagione di Doom Patrol e vengono caricate le prime quattro stagioni di Black-ish. C’è davvero tanto materiale da approfondire, quindi tuffiamoci nel fiume dello streaming (che battuta terribile, mi vergogno di me stesso).

LA SCORSA SETTIMANA IN PILLOLE

NETFLIX

Settimana piena per la grande N Rossa, su cui arriva la quinta, attesissima, stagione di Peaky Blinders. Per chi fosse rimasto molto indietro, sappiate che la serie ruota attorno alle vicende della famiglia Shelby che, nella Birmingham del primo dopoguerra, lotta per la sopravvivenza e poi per la fondazione di un vero e proprio impero criminale. La banda, detta peaky blinders perché nascondono una lametta nel risvolto del cappello, vive i classici alti e bassi di un’ascesa nel mondo del crimine in cui, ogni passo avanti nella scalata, corrisponde a galloni di sangue versati per le strade della città. Direi che il mattatore incontrastato della serie è il magnetico Cillian Murphy che interpreta il tormentato ed efferato capo panda Thomas Shelby. La sua camminata da duro e gli occhi di ghiaccio, non potranno che conquistarvi e inquietarvi. Se a questo aggiungete, nel corso di cinque stagioni, gli interventi di Sam Neil, Tom Hardy e Adrien Brody, capirete perché Peaky Blinders è un concentrato di carisma che dovete assolutamente recuperare.

La scorsa settimana mi sono colpevolmente perso The Politician. Il motivo è che, all’apparenza, la serie è uno stupido teen drama, ma dietro alla storia di Payton Hobart, uno studente di una scuola superiore di Santa Barbara, che decide di diventare presidente del consiglio studentesco, si nasconde una folle serie televisiva con forti richiami a Wes Anderson, un’ombra dei Coen e tanto Arrested Development.  I personaggi volano tutti altissimo sopra (molto sopra) le righe, le situazioni vivono di grandissimi paradossi ed esagerazioni che non possono che farmi innamorare della serie che, tra le altre cose, nell’ultimo episodio decide di infilare una gigantesca ellissi temporale che lancia la seconda stagione (che promette di essere ancora più folle).

Sempre su Netflix, vi consiglio fortissimamente di recuperare e/o rivedere Misterioso Omicidio a Manhattanil mio personale film preferito di Woody Allen. Una meravigliosa commedia che è anche un giallo perfetto, con Diane Keaton e lo stesso Allen, che mettono in scena la miglior chimica tra due attori che abbia mai visto. Tra l’altro nel film c’è anche quello che pensa sia il miglior omaggio a Hitchcock mai girato e un inside joke su La Donna che Visse due Volte di Hitchcock che, se cogliete, sorriderete per tutta la serata.

Infine non posso che consigliarvi di guardare Whiplash, opera prima di Damien Chazelle (autore di La La Land First Man) in cui racconta la storia di Andrew, studente di batteria jazz nella più prestigiosa ed importante scuola di musica di New York, e del suo rapporto con Terence Fletcher, temutissimo e inflessibile insegnante che a sorpresa lo vuole nella propria band. Attraverso un inferno di prove, esercizi e umiliazioni Andrew scoprirà il prezzo dell’ambizione e il necessario sacrificio per arrivare alla grandezza. J.K. SimmonsMiles Teller mettono in scena uno scontro di volontà impressionante e lo fanno con la potenza che solo grandi interpretazioni di grandi attori sono in grado di generare.

PRIME VIDEO

In blocco, su Prime Video, sono state caricate le stagioni del cartone animato di Le avventure di Tin Tin. Il personaggio di Hergé è una delle colonne portanti del fumetto mondiale e le avventure del giovane reporter, del cagnolino Milù e della vasta galleria di strani personaggi che affolla il suo mondo, sono ormai considerate un classico immortale. La serie animata, girata all’inizio degli anni novanta, non è da meno e vi costringerà a un binge watching ossessivo.

Sempre su Prime segnalo l’arrivo di Black-ish, una comedy su una famiglia americana che gioca a piegare e a sviscerare gli stereotipi sulla famiglia e su come venga percepita la comunità afroamericana dai bianchi. Ha il tono e l’umorismo leggero delle comedy per famiglie e, proprio per questo, è altro materiale perfetto per il binge watching. Infine chiudo la sessione dedicata a Prime straconsigliandovi Senza indizio, un film piccolo, ma geniale con Michael Caine e Ben Kingsley che interpretano rispettivamente Sherlock Holmes e John Watson. L’idea carina alla base del film è che, in realtà, Holmes sia una frode e, quello davvero intelligente nella coppia, sia il buon dottore.

TIM VISION

Su Tim Vision, visto che nei cinema c’è il suo ultimo film, consiglio di recuperare il penultimo film di Tarantino: The Hatefl Eight, uno strano e riuscitissimo western che mischia insieme influssi narrativi che spaziano tra opere profondamente distanti tra loro come gli spaghetti western, Dieci Piccoli Indiani a La Cosa di Crapenter. La straordinaria capacità di Tarantino è, ed è sempre stata, unire in un film queste istanze apparentemente inconciliabili, per dare vita a una pellicola che le contenga tutte, ma nello stesso momento sia qualcosa di nuovo e profondamente suo.

IL MUST WATCH

Da questa settimana ho deciso di eliminare il podio per sostituirlo con un singolo must watch. Non cambia molto nella rubrica, visto che comunque ne “La settimana in Pillole” trovate la solita valanga di consigli, ma mi pareva più interessante scegliere un vincitore incontrastato della settimana di streaming.

Doom Patrol (Prime Video)

La mia prima scelta per il premio di Must Watch della settimana, ricade su una serie meravigliosamente imperfetta, un po’ (tanto) folle, tratta da un fumetto che è passato per le mani di quel genio incontrastato di Grant Morrison e ultimamente è scritta da quel mattacchione di Gerard Way (che per chi non lo sapesse è l’autore di Umbrella Academy). Le storie di quest’accozzaglia di strambi supereroi, che sembrano più gente con super problemi, sono ambientate dopo gli eventi di Titans che trovate su Netflix (non su Prime, vi chiedo di non chiedermi il perché visto che mi sfugge la logica nelle scelte della produzione e distribuzione delle serie Warner/DC). C’è da dire che, per fortuna, non avrete nessun problema a seguire la serie senza aver visto Titan, anzi, secondo me potrebbe creare confusione vederla dopo. La serie segue la Doom Patrol, composta da Robotman, Negative Man, Elasti-Woman, Crazy Jane e Cyborg, ci presenta i personaggi e le loro origin story tramite la voce narrante del cattivo (scelta stramba e interessantissima). Non c’è un singolo minuto di girato in cui la serie si prende sul serio e il cattivissimo cattivo della storia, nel primo episodio ha la forma di un asino. Non ho sbagliato a scrivere. Un asino. Li amo.

IL RECUPERO

Come tutte le settimane, siamo arrivati all’ultima parte della rubrica dedicata a una chicca, a un contenuto che probabilmente vi siete persi nell’uragano di novità con cui veniamo bombardati.

Dave Chappelle: Sticks & Stones (Netflix)

Questa settimana vi consiglio uno spettacolo di stand up, di un comico che ha fatto la storia della televisione americana con uno dei comedy show più famosi al mondo: Dave Chapelle. Nel suo nuovo spettacolo Sticks and Stones, fa esattamente quello che ormai nessun comico ha più il coraggio di fare: gioca la parte del lupo cattivo. Lo show è composto al 100% da battute sguaiate e scorrette su tutti i temi considerati intoccabili dal pensiero politicamente corretto. Il risultato è un disastro nei giudizi della critica e un successo di pubblico (i ratings su Rotten Tomatoes parlano evidentemente di una critica che ormai si autocensura e ha paura di supportare la comicità cattiva e scorretta di Dave). Guardatelo, è terribile e vi farà vergognare di voi mentre ridete, ma penso che la comicità sia anche questo. 

Alla prossima settimana, miei fedeli bingewatchers: se vi è piaciuto qualcuno dei consigli che vi ho dato, se volete segnalarmi qualcosa che mi sono perso o se volete suggerirmi qualcosa di cui discutere la prossima settimana, vi invito a commentare l’articolo. La vostra guida allo streaming compulsivo è sempre disponibile!

QUI TUTTI I POST DELLA RUBRICA STREAMWEEK

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Guillermo del Toro aggiorna su Nightmare Alley e Pinocchio 3 Luglio 2020 - 23:32

Guillermo del Toro fornisce un aggiornamento sulla produzione di Nightmare Alley, le cui riprese potrebbero ricominciare in autunno e il film in stop-motion di Pinocchio

Songbird: il sindacato degli attori “boicotta” il film prodotto da Michael Bay 3 Luglio 2020 - 20:45

La produzione è accusata di non essere stata trasparente sulle misure di sicurezza adottate

Eurovision Song Contest – La playslist su Spotify 3 Luglio 2020 - 20:04

La playlist di Eurovision Song Contest: la storia dei Fire Saga è disponibile su Spotify, quali canzone vi sono rimaste in testa?

The Doc(Manhattan) Is In – Storie di guerra e di magia, il Game of Thrones dell’83 (più o meno) 26 Giugno 2020 - 15:45

Storia del semidimenticato Wizards and Warriors, serie fantasy anni 80 con vari personaggi in lotta per il controllo di un regno. Ricorda qualcosa?

7 cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers 19 Giugno 2020 - 15:45

Sette cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers, un super-eroe contro l’inquinamento (e gli altri mali del mondo).

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – SUPAIDAMAN, lo Spider-Man giapponese 5 Giugno 2020 - 18:45

L'incredibile storia dello Spider-Man televisivo giapponese con il suo robot gigante. E come questo ha ispirato, tra le altre cose, i Power Rangers.