L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Spider-Man: Tom Holland ha salvato l’accordo Disney-Sony?

Spider-Man: Tom Holland ha salvato l’accordo Disney-Sony?

Di Matioski

La grande soap opera estiva si è finalmente conclusa. Ad annunciarlo, l’arrivo del freddo autunno, ma anche il rinnovo dell’accordo tra Disney e Sony relativo alla gestione di Spider-Man. Com’è ormai risaputo, la Sony possiede i diritti di sfruttamento cinematografici del personaggio. Dopo varie vicissitudini, la versione del Tessiragnatele interpretata da Tom Holland è stata però ceduta “in prestito” alla Disney, con conseguente inserimento nel Marvel Cinematic Universe.

Proprio nel cuore dell’estate, ecco il colpo di scena: l’accordo tra le parti salta, e Spider-Man deve abbandonare il mondo condiviso di Iron Man, Captain America e soci. Lo sconcerto e il dissenso dei fan si è subito fatto sentire. Lo stesso Tom Holland, pur mantenendo un atteggiamento diplomatico, è apparso dispiaciuto dall’evoluzione degli eventi. Proprio Tom Holland sembra essersi rivelato determinante nella stipulazione del nuovo accordo tra le parti. Dopo diverse settimane, Disney e Sony hanno infatti trovato la quadratura del cerchio, e dunque Spider-Man potrà di nuovo scorrazzare tra i cieli dei Marvel Studios per almeno due pellicole.

L’intervista

Ma Tom Holland è stato davvero così importante per rinsaldare il legame tra le due major? Sembra difficile crederlo. Eppure, a confermare questa tesi è stato addirittura Bog Iger, il presidente della Walt Disney Company. Riportiamo qui di seguito parte della sua intervista con Jimmy Kimmel, così com’è stata riassunta dall’Hollywood Reporter:

“Abbiamo tenuto un evento chiamato D23, e Tom [Holland] era lì perché ha prestato la sua voce a un nuovo film Pixar, intitolato Onward. Ha detto qualcosa, ed è stato subito chiaro che i fan fremevano per vederlo tornare ad interpretare Spider-Man“. Iger continua spiegando che dopo il D23, Holland ha chiesto di avere il suo numero di telefono e il suo indirizzo e-mail. Iger ha risposto dicendo che avrebbe parlato con lui. Dopo la conversazione con Holland, Iger ha “fatto un paio di telefonate” prima di mettersi in contatto con la dirigenza Sony. “Lui ha chiamato me e io ho chiamato loro”, Iger dice, aggiungendo che “talvolta le compagnie, quando negoziano, si dimenticano delle persone a cui interessa davvero ciò che fanno”.

E’ tutto vero?

Ciò che segue è il punto di vista del redattore dell’articolo, e come tale va inteso. Personalmente, fatico a credere alla verità di queste parole. Se gli avvenimenti riportati da Bob Iger fossero autentici, infatti, la Disney apparirebbe come una major davvero ingenua. Non vi era certo bisogno della presenza di Tom Holland al D23 per comprendere che i fan avrebbero accolto con sfavore il suo addio al Marvel Cinematic Universe. Così come non vi è bisogno di un attore per risolvere le controversie tra due major così importanti.

Pensare a Tom Holland come parte attiva è un pensiero confortante, caloroso ed emotivo. Ci fa pensare ad una Hollywood umana, fatta da persone che hanno a cuore l’interesse dei fan. In parte, ciò è indubbiamente vero. Nessuno può escludere che la conversazione tra Tom Holland e Bob Iger sia effettivamente avvenuta. Tuttavia, in questo caso è stato il business a farla da padrone. La prosecuzione dell’accordo tra Disney e Sony fa contenti tutti: le due major, Tom Holland, gli spettatori. E non vi è nulla di male in questo.

Non vi è neppure nulla di male nel raccontare una piacevole storia Disney per farci andare a dormire sereni, e al contempo alimentare l’apprezzamento per uno degli attori più idolatrati del momento. Talvolta è anche bello sognare.

Fonte: Hollywood Reporter

Da No Time to Die a Ghostbusters, ecco le nuove date dei film 2021 (in costante aggiornamento)

Cinema chiusi fino al 27 marzo, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Nomadland – Uscita a rischio in Cina? 7 Marzo 2021 - 19:24

Chloe Zhao è stata al centro di una polemica di stampo nazionalista in Cina che ha portato a una censura legata al film Nomadland. La pellicola potrebbe rischiare l'uscita nelle sale cinesi

The Falcon and the Winter Soldier – Sam e Bucky sono “colleghi” nel nuovo spot 7 Marzo 2021 - 19:00

La strana coppia di The Falcon and the Winter Soldier cerca una definizione del proprio rapporto nel nuovo spot, ricco di scene inedite.t

Justice League: Flash al centro di un nuovo teaser (e poster) della Snyder Cut 7 Marzo 2021 - 18:50

Prosegue il countdown verso la Snyder Cut di Justice League, il cui vero titolo è Zack Snyder’s Justice League. Oggi è il turno di Flash.

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.