L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Liam Cunningham difende l’ultima stagione di Game of Thrones

Liam Cunningham difende l’ultima stagione di Game of Thrones

Di Filippo Magnifico

Si torna a parlare dell’ottava e ultima stagione di Game of Thrones.
Come sappiamo, lo show ha terminato il suo percorso sul piccolo schermo tra le polemiche: da un lato l’odio dei fan, dall’altro i 12 premi, tra cui quello per la Migliore Serie Drammatica, vinti agli Emmy 2019.
Recentemente Emilia Clarke ha commentato la fine della serie. Ora è il turno di Liam Cunningham, volto di Davos Seaworth (via Winter Is Coming):

La gente era triste, ma è quello che succede sempre, con ogni serie, quando finisce. Questo perché le persone amano la storia, i personaggi. Una volta ho incontrato degli Americani a Belfast in luna di miele che si erano conosciuti guardando Game of Thrones. Si tratta di qualcosa che arriva e fa parte delle loro vite, un’esperienza preziosa. Se levi a qualcuno quello che ama di certo non gli piacerà. Molti non hanno gradito la fine dello how, ma molti non hanno neanche gradito la fine de I Soprano. E se chiedi in che modo si poteva migliorare, non sono in grado di rispondere. Non c’era niente che potevamo fare per far piacere la serie a tutti. Se lo avessimo fatto ci avrebbero detto: “Questa è una serie per adulti, non siamo bambini”.

L’attore, oltretutto, ha aggiunto di aver gradito il finale:

Penso sia stato un buon finale, le persone dicono che è stato troppo breve, frettoloso, ma tutto è stato accelerato. Davos ha sette figli nei romanzi, Bram ha dei lati quasi magici, Lady Stark torna in vita e diventa Lady Stoneheart. Ci sono migliaia di cose presenti nei libri che sarebbe stato impossibile inserire nello show. Saremmo tutti morti di vecchiaia. Considerate l’ultima stagione, c’è voluto un anno di riprese per sei episodi.

LEGGI ANCHE: Game of Thrones: gli spin-off confermati, quelli cancellati e i “forse”

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Annunciate tre nuove produzioni originali del Regno Unito destinate a Disney+ e Star 20 Aprile 2021 - 16:45

Attraverso un comunicato stampa, The Walt Disney Company EMEA ha annunciato la sua prima lista di produzioni originali scripted del Regno Unito per Disney+.

Rebel Ridge: AnnaSophia Robb ed Emory Cohen nel film Netflix di Jeremy Saulnier 20 Aprile 2021 - 16:45

Affiancheranno John Boyega, Don Johnson e James Badge Dale nel thriller ad alta velocità del regista di Hold the Dark

After: la saga si espande, in arrivo un prequel e un sequel 20 Aprile 2021 - 16:00

La saga After, ispirata alle pagine di Anna Todd, si è rivelata una grande successo. Un terzo capitolo è pronto per arrivare nelle sale nel corso del 2021 ma i progetti per il franchise sono decisamente ambiziosi.

Chi è Shang-Chi, il Bruce Lee del Marvel Universe 20 Aprile 2021 - 9:22

Storia di Shang-Chi, un eroe Marvel figlio di Bruce Lee, della TV... e della DC Comics. Eh?

Spider-Man: No Way Home, come fa a tornare il Dottor Octopus di Molina? (Non era morto?) 19 Aprile 2021 - 11:07

Laddove "morto", nei fumetti (e ora per estensione nei film) di super-eroi non vuol dire in effetti nulla di serio.

Il film di Gundam: la seconda (ma in realtà terza, e pure quarta) sortita live action del Mobile Suit Bianco 15 Aprile 2021 - 17:00

Storia breve di come un anime flop è diventato uno dei simboli pop più celebri del Giappone e un'industria pazzesca. E delle paure che un film hollywoodiano ora si porta dietro.