L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Danny Trejo: “Se Robert Rodriguez non farà Machete 3, lo dirigo io!”

Danny Trejo: “Se Robert Rodriguez non farà Machete 3, lo dirigo io!”

Di Marco Triolo

Danny Trejo ha ormai cementato la sua fama di volto del cinema action di serie B, specialmente grazie al ruolo di Machete. Trejo ha interpretato il sicario dal cuore d’oro creato da Robert Rodriguez nella saga di Spy Kids, nel finto trailer presentato in Planet Terror e in due film solisti, Machete e Machete Kills. Nei suoi piani originali, Rodriguez avrebbe dovuto dirigere un terzo film, Machete Kills Again… in Space. Ma il progetto non si è mai materializzato.

Con grande frustrazione dello stesso Trejo, a quanto pare. Parlando con SyFy Wire, l’attore ha dichiarato di essere addirittura disposto a dirigere il film di persona, se Rodriguez non si deciderà a farlo. Ecco cosa ha detto…

Tutti quanti nel mondo lo vogliono. Continuo a dirlo a Robert, ma è tutto bloccato, perciò potrei farlo io.

“Farlo io” nel senso che lo dirigerà?

Sì. Potrei produrlo e girarlo, se [Robert] non muoverà le chiappe! Tutti lo vogliono, tutti quanti nel mondo. Me l’hanno chiesto da tutte le parti: “Ehi, quando farete Machete in Space?”.

Ma per quale ragione Robert Rodriguez non lo ha più fatto?

Chi lo sa. Per un po’ è stata la cosa più grande al mondo. Voglio dire, è pieno di serie di film che se ne escono con il numero sei, sette, otto. E Machete aveva un grande storia, capisci cosa intendo? Potrei tentare di capire come farlo da me.

“Se potessi dirigere un film, dirigerei Machete”

E ancora, tanto per chiarire definitivamente la sua posizione:

Lo dirigerei, Machete Kills in Space. Se potessi dirigere un film, dirigerei Machete. Sarebbe molto divertente, lavorerei con un altro regista, ma ne sarei protagonista. Ho delle grandi idee per il film […]. Lo sto mettendo in piedi, sto scrivendo la sceneggiatura.

E questo è tutto, gente. È chiaro che Danny Trejo ci tiene davvero, e non ha la presunzione di lavorare da solo. A quanto si capisce, sarebbe disposto a lavorare in coppia con un altro regista (Trejo dice “I would add a director”, non è chiarissimo, ma sembra intendere questo). D’altro canto lo ha già fatto Rodriguez nel primo film, dove ha lavorato con Ethan Maniquis. Non resta che attendere per vedere se la star riuscirà davvero a realizzare questa sua ambizione.

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Black Widow – Nuovi poster per il cinecomic con Scarlet Johansson 12 Giugno 2021 - 21:00

Sono disponibili quattro suggestivi poster di Black Widow targati RealD 3D, Dolby Cinema, Screen X e IMAX. Inoltre, Cate Shortland parla dei riferimenti per il film.

It’a A Sin – Recensione della imperdibile serie LGBTQIA+ inglese divenuta già un cult 12 Giugno 2021 - 20:00

It's a Sin stupisce continuamente e rende di nuovo attuale una pagina di storia troppo raramente ricordata: ecco la nostra recensione della imperdibile (non solo per gli appartenenti al mondo LGBT+) serie inglese!

Loki – Una featurette dedicata al personaggio di Gugu Mbatha-Raw 12 Giugno 2021 - 19:00

La giudice Ravonna Renslayer di Gugu Mbatha-Raw è al centro di una nuova featurette di Loki, i cui episodi escono ogni mercoledì su Disney+.

Indiana Jones e io: i predatori di una lampada da 25mila lire 12 Giugno 2021 - 9:32

Il radiodramma di Indiana Jones e il Tempio maledetto, Indiana Pipps, la frusta(zione) per aspettare l'Ultima Crociata.

Loki e la cura Lokivico: alla ricerca di un nuovo cuore per l’MCU 10 Giugno 2021 - 10:30

Tom Hiddleston e come trasformare il Loki cattivo del 2012 nel Loki quasi-buono, che amano tutti.

Mortal Kombat, la recensione 30 Maggio 2021 - 14:00

Tamarro, sanguinolento, privo di vergogna nel suo essere un B-movie ad alto budget, ma in fondo divertente: il miglior film che un banda di cosplayer di Mortal Kombat potesse mai girare.