L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
StreamWeek: la calda estate delle uscite Netflix

StreamWeek: la calda estate delle uscite Netflix

Di Michele Monteleone

È agosto e voi vi starete già facendo le foto alle cosce abbronzate, ma lo streaming non si ferma certo per questo e così la nostra rubrica. In settimana è arrivato su Netflix Star Wars: Gli Ultimi Jedi e sono tornati i body di Glow, su Prime Video sono sbarcati i documentari di This is Football ed è uscita la nuova stagione di Preacher.

LA SCORSA SETTIMANA IN PILLOLE

Su Prime Video arriva Notti Magiche, il nuovo film di Virzì, una storia sul cinema ambientata a Roma sullo sfondo di Italia ’90. La storia è un giallo a ritroso in cui cominciamo vedendo quello che sembrerebbe un omicidio, l’arresto di tre sospettati e poi, a ritroso, gli eventi che hanno portato i tre a conoscersi e a conoscere la vittima, un produttore romano. La storia parla del cinema, lo fa alla maniera di Virzì, con una punta di fiaba e un velo di squallore, ma stavolta gli ingredienti non mi sembrano ben dosati e il film finisce per essere stucchevole, seppure continua a essere una visione piacevole.

Sempre su Prime trovate anche Barry Seal, basato sulla storia vera dell’omonimo pilota, il film vede Tom Cruise, che continua a essere il più figo dell’universo (N.d.R.), nei panni dello scaltro aviatore prestato al contrabbando con l’America centrale. Licenziato dalla compagnia di volo per cui lavora, viene scoperto e reclutato dalla CIA per una operazione sotto copertura e l’uomo ne approfitta per reinventarsi trafficante d’armi per il governo, trafficante di cocaina per il cartello e informatore per la DEA. La parte calza a pennello a Cruise che si vede che si diverte un mondo nella parte dello scaltro figlio di una mignotta.

Non guardo le partite di calcio, non seguo il campionato, né la champions e se mi chiedete la formazione della squadra che tifo, vi faccio un elenco di giocatori che sono o morti o si sono ritirati da mezzo secolo. Eppure il calcio mi piace. Mi piace il calcio raccontato, quello dei folli racconti di Osvaldo Soriano e di Nick Hornby, dei film (stranamente sono davvero pochi) come Il maledetto United L’uomo in più di Sorrentino. Ma anche il calcio degli aneddoti strampalati, come il derby di Edimburgo che nel 1940 è stato raccontato per filo e per segno da un radiocronista della BBC che a stento riusciva a vedersi la punta del naso nel mare di nebbia che invadeva il campo (andate a leggervi la storia per capire di cosa parlo). Quindi, a dispetto di quanto chi mi conosce potrebbe pensare, ero davvero contentissimo di sapere che Prime Video ha girato una serie di corti sul calcio (o meglio di storie che orbitano attorno allo sport più seguito al mondo). This is Football è un omaggio d’amore a uno sport complesso e malato di gigantismo, ma che riesce ancora a regalarci eccezionali storie romantiche, anche se non vi piace il calcio, adorerete questa serie documentario.

Chiudo segnalandoci, su Netflix, una delle serie anime che ha riscosso più successo negli ultimi anni. Goblin Slayer è la storia di un eroe che decide di combattere solo goblin. La premessa potrebbe sembrare debole, ma la storia, grazie anche a un tono davvero nerissimo, riesce a trovare vari modi per rendere interessanti e paurose le creature più stupide e insulse del bestiario di ogni gioco di ruolo.

IL PODIO

Ogni settimana seleziono per voi tre visioni imprescindibili, non sono sempre i migliori usciti (anche perché se una settimana caricano Quarto Potere, non potrei mai dirvi che l’ennesima serie di supereroi con gli effetti visivi realizzati con paint, è meglio), ma sono sempre le serie o i film più attesi, chiacchierati, snobbati o anche solo criticati degli ultimi sette giorni. O semplicemente quelli che piacciono più a me.

Star Wars: Gli Ultimi Jedi (Netflix)

Let the past die, recitava la catchphrase che accompagnava la campagna marketing dell’ultimo Star Wars ed effettivamente l’intento del film pareva proprio quello di fare piazza pulita del passato e ricominciare dalla nuova generazione (sia di personaggi che di spettatori). Questo naturalmente ha fatto incazzare un bel numero di appassionati della saga che si è stracciata le vesti, come se non avesse visto al cinema La minaccia fantasmaOra, non dico che il film sia perfetto, anzi, quando lo rivedo in blu-ray mi faccio il mio personale montaggio tagliando di netto, con lo skip dei capitoli, tutte le parti in cui appaiono Finn e la ragazzetta asiatica di cui, probabilmente per un processo di rimozione in atto nel mio subconscio, non mi ricordo il nome. Nella mia particolare versione del film, naturalmente salto anche la parte in cui superman-ice-Leila vola nel vuoto dello spazio, ma con questi piccoli accorgimenti (che levano quaranta minuti buoni al film), devo dirvi che il resto ha davvero un’altissima qualità. Non mi ha dato fastidio la svolta di Luke, mi ha gasato il combattimento finale e mi ha fatto saltare in piedi sulla sedia del cinema lo scontro in cui la mia ship definitiva (Rey e Kylo) fanno fronte comune. Ora che avete tempo per rivedere quante volte volete il film su Netflix, vi consiglio caldamente di provare la Monteleone’s cut e farmi sapere se è andata meglio!

Preacher (Prime Video)

Torna su prime, come una fucilata in petto e con uno sputo denso di tabacco, Preacher. La serie ispirata al fumetto di Garth Ennis è stata trasposta sul piccolo schermo da Seth Rogen ed Evan Goldberg. Come vi dicevo già la scorsa settimana riguardo a The Boys, la coppia di autori americani, riesce in pieno nel suo compito di portare in tv il materiale di Ennis mantenendone intatto lo stile e il mood e riuscendo al contempo ad attualizzarne le tematiche. Devo dire che ho trovato alcuni punti della trama della serie, quelli in cui diverge maggiormente dalla storia originale, tra i più spassosi e gore e neri di questa stagione televisiva. Per chi non lo sapesse, Preacher è la storia di come Jesse Custer, un ex criminale che ora fa il prete in una cittadina del sud degli Stati Uniti, viene in possesso della parola di dio (da quel momento è in grado di farsi obbedire da chiunque semplicemente ordinando quello che vuole) e decide di fare l’unica cosa sensata quando vedi il mondo andare a puttane: dare la caccia a Dio stesso per chiedergli spiegazioni. Preacher è una delle mie serie preferite del momento, The Boys segue a ruota, quindi direi che Ennis, Rogen e Goldberg si meritano tanto altro spazio in tv.

Glow (Netflix)

Vorrei iniziare a parlarvi della terza stagione di Glow, su Netflix dalla scorsa settimana, con una riflessione più ampia sull’estate e l’intrattenimento. In Italia c’è un movimento che cerca di riportare il cinema estivo in auge, le sale in questo periodo, a differenza dell’america (che ha letteralmente cambiato le abitudini dei propri spettatori con pellicole come lo Squalo e Star Wars*), sono semivuote. Non so se Moviement sta riuscendo nel suo intento, però mi sembra chiaro che invece Netflix sfornando il meglio delle sue produzioni in questo periodo, si sia già conquistata questa nicchia di mercato (se penso che una produzione spagnola come La casa di carta ha fatto più di trenta milioni di spettatori…), ma soprattutto sta facendo della vera e propria concorrenza alle sale. Non so se è un bene o un male, non so se questo convincerà i distributori a far smettere di slittare in avanti le date di uscita dei film, o chiuderà una volta per tutte la questione facendo vincere lo streaming sul cinema in quel periodo dell’anno, ma per ora possiamo goderci Stranger Things, Mind Hunter (arriva il 16 agosto) e Glow, comodamente spaparanzati sul nostro divano di casa. Comunque mi sono mangiato tutto lo spazio per parlarvi di questo mio dubbio, ma tanto se avete visto Glow, già lo sapete che è una delle serie meglio scritte della tv e la terza stagione non delude le aspettative.

IL RECUPERO

*Ciao, scusate, questa settimana mi rubo lo spazio dedicato al recupero, ma solo per condividere con voi questo piccolo aneddoto: Guerre Stellari (A New Hope), il primo film della saga, era una pellicola assolutamente incomprensibile per chi la produceva e anche per la maggior parte degli amici registi di Lucas (tranne per Spielberg che sapeva prima di Lucas stesso che sarebbe stato un successo). A una proiezione di un premontato, fatta con i suoi amichetti registi, Coppola consigliò a Lucas di non fare uscire nelle sale il film per salvarsi la carriera. Potete quindi immaginare che gli studios tenessero davvero in poco conto un film che sembrava un carrozzone da circo e che nessuno aveva ancora mai visto nella sua forma completa (con la post produzione che sarebbe stata finita a ridosso dell’uscita), quindi per farsi meno male possibile, lo sbatterono in pochi cinema nello slot meno appetibile di tutto l’anno. L’estate era un momento morto per le sale e Star Wars veniva messo in punizione uscendo alla fine di maggio. Eppure, quello strambo film di fantascienza fece riscoprire agli americani qualcosa che non vedevano da tempo: le code al cinema. E, dopo una lunga estate in cui i cinema erano letteralmente stipati di spettatori e, la macchina della saga era in moto, e nessuno sarebbe riuscito a fermarla, aveva per sempre cambiato le abitudini degli americani. Ora le grandi produzioni escono d’estate e, quello che era uno slot designato per i fallimenti annunciati, è diventato uno dei periodi dell’anno più desiderati per quel mercato.
Tutto grazie a una storia ambientata in una galassia lontana, lontana.

Alla prossima settimana, miei fedeli bingewatchers: se vi è piaciuto qualcuno dei consigli che vi ho dato, se volete segnalarmi qualcosa che mi sono perso o se volete suggerirmi qualcosa di cui discutere la prossima settimana, vi invito a commentare l’articolo. La vostra guida allo streaming compulsivo è sempre disponibile!

QUI TUTTI I POST DELLA RUBRICA STREAMWEEK

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Cruella: Emma Stone è Crudelia De Mon! Prima immagine per il film Disney 24 Agosto 2019 - 20:24

Emma Stone è Crudelia De Mon! Ecco la prima immagine ufficiale di Cruella, il film Disney che racconterà le origini del perfido personaggio.

Maleficent: Signora del male – Un nuovo banner per il film Disney con Angelina Jolie 24 Agosto 2019 - 20:17

Ecco il nuovo banner di Maleficent: Signora del male, sequel del celebre film su Malefica con Angelina Jolie.

10 Film talmente brutti da diventare Cult 24 Agosto 2019 - 20:00

Talmente brutti da diventare... Affascinanti? Ecco 10 titoli di film divenuti cult proprio a causa dei loro - spesso enormi - difetti!

Yado – Red Sonja (FantaDoc) 22 Agosto 2019 - 14:49

La storia di Yado (Red Sonja) con Brigitte Nielsen e Arnold Schwarzenegger: come una certa modella danese si è ritrovata a portare sulle spalle l'eredità di Conan il barbaro. Morendo di freddo in Abruzzo.

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – Kronos, sfida al passato 21 Agosto 2019 - 16:20

La storia della serie TV Kronos - Sfida al passato (The Time Tunnel) e dei suoi viaggi nel tempo all'insegna del riciclo totale e delle sfighe cosmiche. Con un pizzico di John Williams.

7 cose che forse non sapevate su Nino il mio amico ninja 20 Agosto 2019 - 14:38

Dall'inquietante versione live action al remake e al treno dedicato, sette curiosità su Nino il mio amico ninja.